USA vs Cina, entrati quanto a autorità dazi sulle importazioni tra Mac ed AirPods | Web Agency Brescia
1067
post-template-default,single,single-post,postid-1067,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

USA vs Cina, entrati quanto a autorità dazi sulle importazioni tra Mac ed AirPods

USA vs Cina, entrati quanto a autorità dazi sulle importazioni tra Mac ed AirPods

USA vs Cina, entrati quanto a autorità dazi sulle importazioni tra Mac ed AirPods


A spiccare il volo dalla del 1 settembre 2019, sono entrati quanto a autorità i dazi sui sostanza importati dalla Cina imposti dall’gerenza Trump. In questi rientrano ancora iMac, iMac Pro e Mac mini di più ad HomePod e tutte le tipologie tra cuffie entro cui AirPods (valutazione).

Questi prodotti tra Apple fanno frazione tra un durevole ruolo pubblicato dalla US Trade Representative (USTR), quanto a cui figurano suppergiù 3.000 diverse tipologie tra prodotti ed un completo tra sostanza dal virtù famoso tra 125 miliardi tra dollari. La USTR prevede tra rendere operativo dazi del 15% su altre merci a spiccare il volo dal 15 dicembre.

Il azzardo, chiaramente, è l’miglioramento delle tasse si tradurrà quanto a un miglioramento dei prezzi con lo scopo di i consumatori finali. Apple aveva dimostrato a pretendere all’gerenza Trump, sprovvisto di prosperità, l’esonero dalle tariffe tra introduzione tra frazione dei componenti necessari con lo scopo di la attuazione tra Mac Pro

È giusto fantasticare la Cina risponderà a tinta, incrementando i dazi a sua giro, ed inasprendo similmente, sebbene una giro, la di cassetta quanto a passaggio finalmente a motivo di età entro le paio superpotenze.

Non è sebbene quale sarà la conservazione tra Apple dovrebbe valere quanto a dignità tra imparare questi dazi sugli iPhone. Secondo indiscrezioni, oltre a questo, la unione tra Cupertino avrebbe previsto un ripresa degli investimenti con lo scopo di dissestare le fabbriche al tra via della Cina – per lo meno con lo scopo di i dispositivi destinati al statunitense.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.