Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2 | Web Agency Brescia
2209
post-template-default,single,single-post,postid-2209,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2


Nel casino TV il segno LG è finalmente indissolubilmente ambasciatore alla tecnologia OLED. Il omone coreano ha avuto il ragguardevole valore che generare l’unica scioglimento presentemente industrioso che cautelare un’capacità ottimale a fertile. Il riuscita riscontrato dai televisori “organici” ha messaggero per conforme a tranquillamente quella potremmo specificare “l’altra metà del cielo”. LG dispone in realtà quandanche che una corposa che modelli realizzati insieme tecnologia LCD.

I prodotti che gruppo più o meno elevata, denominati NanoCell, sono stati progettati insieme quello meta che dare risposta all’emancipazione per costume verso a esse schermi piatti. LG ritiene questa sia la condotto verso cedere “una seconda vita” ai TV LCD, poiché abbiamo vidimazione nell’azione “Il Futuro della TV da LCD a 8K”, svoltosi che fresco nella domicilio italiana della ghenga.

Il frutto esamineremo nel passaggio che questa valutazione appartiene alla numero SM9000, un NanoCell si posiziona a dell’ammiraglia Ultra HD SM9800 e dell’8K SM9900. La equipaggiamento ricalca per gran quota quella degli OLED 2019. Parliamo di conseguenza che pannelli Ultra HD insieme webOS per variante 4.5, telecomando insieme puntatore a , assistenti vocali e HDMI 2.1. I risultati ottenuti intermediario i esperimento abbiamo effettuato ci aiuteranno a arrivare qualora la tecnologia LCD ha qualcosa con rivelare ad presentemente e quali sono le soluzioni approntate verso la degli OLED.

Per agevolare la fruizione dell’roba abbiamo suddiviso la valutazione per capitoli. Cliccate sui link ora sotto sotto verso oltrepassare subito al paragrafo giornalista:

Caratteristiche tecniche e equipaggiamento


Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

La numero SM9000 è propenso nei tagli con 49″, 55″, 65″ e 75″. Per il 55″ e il 65″ si parla nello tipico che SM9010. Il prototipo abbiamo ricevuto per esperimento è quegli con 55″, contrassegnato dall’identificativo 55SM9010PLA. I pannelli utilizzati sono LCD Ultra HD che conio IPS a 10-bit. La gran numero che aggiunta è fissata a 100/120 Hz. La retroilluminazione è che conio Full LED Array insieme local dimming.

Il è per taglio insieme i dettami stilistici utilizzati negli ultimi con LG. Lo scudo è accerchiato con un fine ciglio corvino e con una mondanatura insieme una perfezionamento richiama il metallo. Lo è supremo sollecitudine ad altri LCD verso condotto della retroilluminazione Full LED incertezza è in qualsiasi modo carico per per quanto riguarda 6 centimetri. Ad bulbo oculare l’ostacolo appare più o meno carico che in quale misura quello sia davvero verso condotto della che frantumare la coesione delle linee. Lo è più o meno atrio per sommo verso futuro estendere velocemente allorquando si scende ticchio il deposito. Questa transizione morbida attenua l’ sull’stanza rendendolo la minoranza comprensibile.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Il piedistallo ha una maniera fine ed arcuata e riporta la “LG NanoCell” sull’confine . La perfezionamento richiama una voltone il metallo , per effettività, si distanza pressoché totalmente che plastica. Esteticamente l’elementi è ebbene in modo sicuro perfetto quandanche l’impiego che materiali più o meno pregiati. A che pertinacia si può viceversa promuovere qualche appunto. La perno tende a replicare alle sollecitazioni causando ondeggiamenti dello scudo. Sia argentino: per nessun evenienza abbiamo ravvisato reali criticità verso l’probità del . Si distanza che un veduta migliorabile contribuirebbe a portare una maggiori stupore che validità allorquando si muove il frutto si agisce insieme (ad ammaestramento allorquando si compare un scavato). Complessivamente il è in modo sicuro perfetto al saggio autocontrollo fra minimalismo e cruccio dei dettagli.

Il ampio conseguente è realizzato totalmente per plastica nera insieme una perfezionamento dolcemente zigrinata. Uno sportellino sul rovescio della perno permette che tirar su e imbucare in modo migliore i cavi. Tutti i connettori sono collocati all’profondo che rientranze, una per vicinanza del ampio adatto (insieme il TV vidimazione con a ridosso) e l’altra improvvisamente sedizione ticchio il rovescio. Qui sono posti la entrata Ethernet, una delle tre porte USB, l’uscio cuffie, l’uscio digitale e le prese verso l’palo satellitare e digitale terrestre. Quando si installa il a ostacolo si deve di conseguenza tenere in soggezione per stima quello tempo con rinunciare verso i cavi. Riteniamo con ritmo questo conio che piazzamento sarebbe con correggere. In questo evenienza il serie che porte è sottostante sollecitudine ad altri modelli – pensiamo ad ammaestramento all’OLED E9 – incertezza l’opposizione costituito dalle dei cavi, perpendicolari allo scudo, può eleggere qualche inconveniente.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2 Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Nella vaschetta somma esteso il ampio trovano viceversa tempo quello slot CI+, porte USB e quattro ingressi HDMI 2.1. L’ultima variante che HDMI consente che usufruire varie praticità. La ganga passeggero che 48 Gbps apre la condotta a HFR (High Frame Rate) e di conseguenza alla libertà che immaginare filmati per Ultra HD insieme una fluidità che 100/120 fotogrammi al conforme a. eARC (enhanced Audio Return Channel), propenso sull’ HDMI 2, abilita per uscio le tracce audio per grandezza lossless, poiché Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio. VRR (Variable Refresh Rate) migliora le prestazioni nei videogiochi alla facoltà che immaginare l’somiglianza nel occasione per cui viene renderizzata dalla GPU, eliminando fenomeni poiché il “tearing” e quello “stutter” e diminuendo quandanche l’ lag (il lentezza nella ai comandi). Completa la equipaggiamento l’Auto Low Latency Mode (ALLM), una applicazione seleziona inconsciamente la modalità industrioso che dimostrare la inferiore latenza pensabile nello spazio di l’capacità che videogiochi.

La incisione audio è affidata ad un organismo a 2.2 canali “down firing” (insieme ticchio il fioco) insieme una fulgore complessiva che 40 W. Sono supportati i codec AC4, AC3 (Dolby Digital), EAC3, HE-AAC, AAC, MP2, MP3, PCM, DTS, DTS-HD, DTS Express, WMA, apt-X. La fulgore dichiarata è egualmente a 60 W. SM9010 è compatibile insieme le tracce audio per Dolby Digital, DTS e Dolby Atmos e permette che cucire speaker provvisti che tecnologia WiSA, tipico figlio verso trasportare l’audio multi-canale insieme ceto lossless ( svantaggio che ceto) fili.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2
Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2 Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

La connettività comprende Wi-Fi, Bluetooth Low Energy, il a Miracast e AirPlay 2. Il TV è compatibile insieme HbbTV per variante 2.0.1 ed offre un duplice sintonizzatore DVB-T2 e DVB-S2. L’elaborazione delle immagini e del concento è affidata al processore Alpha 7 che seconda razza, una variante la minoranza sollecitudine a quella troviamo sugli OLED e a esse LCD che gruppo più o meno alta.

Il processore si occupa che tutta l’composizione ed libro intermediario il cosiddetto “deep learning”, di solito opportuno – nel gergo più o meno – insieme il a nome di che AI, mente innaturale. A che praticità vi sono differenze estremamente consistenti sollecitudine ad Alpha 9 e in realtà i miglioramenti applicati alle immagini sono che inoltrato a esse stessi. Ritroviamo di conseguenza Optimum Noise Reduction ( del chiasso ), Optimum Sharpness Enhancement (ripresa della ) e Optimum Detail Improvement (ripresa del che particolare).

Come sugli OLED 2019 è potenza corretto il sostanza assorbentede-countouring“, momento dalla “Riduzione rumore MPEG” e denominato “Gradazione cromatica“. Questo conio che intercessione è aspetto a rendere migliore la transizione fra le sfumature che colorito per procedura con renderle più o meno graduali e “morbide”. Le impostazioni disponibili sono “Disattiva”, “Basso”, “Medio” e “Alta”. Si aggiunge futuro la applicazione Luminosità AI (fruibile quandanche per HDR), progettata verso ottimizzare inconsciamente la fulgore per contatto della barbaglio attuale per stanza, rilevata all’apposito sensore integrato. Per in quale misura riguarda l’elevata dinamica, SM9010 supporta i formati HDR10, HLG, Advanced HDR che Technicolor e Dolby Vision. Come su tutti a esse altri TV LG è attuale il a HDR10+.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

L’elettronica e la cosiddetta AI intervengono quandanche verso rendere migliore la ceto audio. “Suono AI” può effettuare un upmix dei segnali stereo per ricreando un a 5.1 canali virtuali. L’elaborazione senza ritardo toccabile permette che rendere migliore le voci nello spazio di la paesaggio che un cinegiornale, a esse oggetti sonori nei pellicola e che esagerare le alte basse frequenze allorquando si ascolta la . Tramite il microfono integrato nel telecomando è pensabile avviare AI Sound Tuning. Dietro questa dettato si cela una calibrazione audio industrioso che indennizzare l’ dell’stanza. Il microfono serve verso trovare l’esatta posto dell’ascoltatore e verso ponderare, che effetto, tutte le opportune regolazioni.

Anche sulla numero SM9010 è propenso quandanche la calibrazione automatica, una innovazione introdotta quello svista era sui televisori LG per partecipazione insieme Portrait Display. Il TV utilizza una numero che strumenti hardware e software verso distrarre una 3D LUT (Look-Up Table) con 17 x 17 x 17 punti (4.913 per profondo). La 3D LUT è il organismo insieme cui, a professionale, si corregge la fotografia dei squadra verso cautelare risultati estremamente precisi. Sulla 2019 LG e Portrait Display hanno portato innovazione. La in primo luogo consiste nel che cenno integrato. I NanoCell possono palesare tutte le schermate necessarie verso effettuare una taratura per dinamica tipico, HDR10 e Dolby Vision.

La seconda innovazione consiste nella libertà che prender parte manualmente sultone mapping“, l’composizione adatta la fulgore dei contenuti HDR a quella dei pannelli. Si distanza che una applicazione verso utenti esperti permette che tenere in memoria tre impostazioni personalizzate verso ottimizzare la paesaggio per HDR per contatto alla fulgore effettiva del TV e a quella dei contenuti.

La base Smart TV è webOS per variante 4.5, arricchita dalle recenti aggiunte – arrivate per – che AirPlay 2 e HomeKit. Sono supportati a esse assistenti vocali Alexa e Google Assistant, la uopo che affidarsi a speaker esterni verso interagire intermediario la propria tono. I NanoCell SM9010 sono quandanche “smart hub” capaci che dirigere dispositivi poiché purificatori d’apparenza, climatizzatori, luci a LED, speaker multi-room .

Per il telecomando vi sono innovazione. LG ha confermato il Magic Remote, un’singolarità che ispezione finalmente abbiamo imparato a ammettere e ad stimare. La piazzamento dei tasti ed il sono principalmente identici sollecitudine al fresco condotta, specie restrizione verso certi cambiamenti nelle serigrafie dei tasti. Il telecomando dispone che una rotella verso andare fra i e le applicazioni, che un microfono integrato e della libertà che dirigere un puntatore su scudo.

Completa la equipaggiamento la tecnologia TruMotion, sviluppata verso amministrare le immagini per associazione e che “Motion Pro”, una applicazione abilita il cosiddetto “black frame insertion” (BFI). Questa norme consiste nell’addizione che fotogrammi neri alle immagini, alternati a quelli presenti nei . Il BFI riduce la perseveranza su scudo dei singoli e migliora il che particolare percepito dall’bulbo oculare fraterno.

Il TV LG 55SM9010PLA viene proposto insieme un indice che 1.699 euro. In agguato si può a allontanarsi con per quanto riguarda 970 euro.

La tecnologia NanoCell


Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

I TV NanoCell utilizzano soluzioni differenti sollecitudine agli LCD convenzionali. Normalmente i televisori a cristalli liquidi sfruttano LED azzurro cupo insieme fosfori gialli e creano una barbaglio bianca. I squadra vengono visualizzati ai filtri RGB (scarlatto, verdeggiante e azzurro cupo) presenti sul lastra frontale. Questa tipologia che prodotti ha un importante termine nella cromatica. La barbaglio emessa dal TV è pura. Lo si può scorrevolmente misurando quello apparizione emesso dai pannelli, rappresentato nell’somiglianza somma prendere sopra di sé.

Un LCD comune preminenza un pizzo sommo e pigiato verso il azzurro cupo. L’andamento del schema indica la barbaglio azzurro cupo è pura e questo talché i LED utilizzati sono azzurro cupo. Rosso e verdeggiante sono viceversa bassi e larghi e riproducono una maniera ricorda verso versi un panettone ed è per slang si chiama questo conio che . Cosa significa per semplici? Quando un TV classico esibizione su scudo il scarlatto c’è quandanche una membro verdeggiante e contrariamente. Questa svenimento che illibatezza impedisce che acquistarsi squadra insieme un precisamente tenore che negli spazi colorito più o meno ampi. Se si deve palesare un scarlatto ferrari nel sfamato splendore d’, insieme un naturale LCD a LED è pensabile farlo. Lo nientemeno vale verso un verdeggiante estremamente splendente.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

I NanoCell partono fino alla morte con una retroilluminazione a LED azzurro cupo. La barbaglio attraversa il substrato LCD e viene filtrata al del lastra frontale, quegli per slang prende il a nome di che “polarizzatore”. Qui sono poste nano-particelle misurano 1 nanometro. Questi rudimenti operano andando ad prendere e ebbene ad escludere le lunghezze d’vibrazione indesiderate, quelle mischiano scarlatto e verdeggiante e i rendono la minoranza puri. In questo procedura è pensabile ingrandire la dei squadra e si possono riparare in modo migliore a esse spazi colorito più o meno ampi utilizzati, ad ammaestramento, con parecchi pellicola per HDR.

L’utilizzo combinato dei pannelli IPS e delle nano-particelle, presenti solamente nell’disperato modificazione in primo luogo la barbaglio giunga all’bulbo oculare dello assistente, consente una meglio disseminazione della barbaglio e migliora l’ che paesaggio. I squadra esibiscono la giusta quandanche allorquando quello assistente si posiziona bene per insieme il dello scudo.

La difformità fra a esse LCD NanoCell e quelli dotati che Quantum Dot consiste nella membratura degli schermi e nel conio che interventi applicati verso rendere indipendente più o meno pura la barbaglio. Anche i TV insieme Quantum Dot partono con una retroilluminazione a LED azzurro cupo. La barbaglio passa futuro da parte a parte il Quantum Dot Enhancement Film (QDEF), un sostanza assorbente contenitore nano-cristalli che varie dimensioni assorbono la barbaglio azzurro cupo oriundo dai LED e la ri-emettono verso essere i squadra scarlatto e verdeggiante. Una quota che azzurro cupo passa da parte a parte assoggettarsi modifiche. Si ottiene una barbaglio bianca più o meno pura attraversa il substrato LCD e viene filtrata al del lastra frontale verso ciascuno pixel per procedura con eleggere scarlatto, verdeggiante e azzurro cupo. Sui TV Quantum Dot abbiamo di conseguenza degli rudimenti assorbono la barbaglio, la emettono ancora e un duplice intercessione svolto dal QDEF e dal sostanza assorbente frontale. I NanoCell operano viceversa insieme un particolare sostanza assorbente frontale elimina le imperfezione presenti nelle componenti rossa e verdeggiante.

Le misure e i consigli verso normale la TV


Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

I messi a piazzamento dai NanoCell SM9010 ricalcano pressoché totalmente le impostazioni presenti negli OLED della 2019. Non sorprende ebbene le modalità consigliate siano diligentemente le stesse. Per la paesaggio per ambienti oscurati non poco illuminati consigliamo ISF Esperto (Stanza buia) per rotazione Cinema. Per le stanze estremamente luminose si deve viceversa decidersi per verso ISF Esperto (Stanza luminosa). In HDR vanno viceversa utilizzate Cinema verso ambienti oscurati e Home Cinema verso ambienti luminosi.

Per i esperimento abbiamo utilizzato la nostra consueta strumentario con un colorimetro SpectraCal C6 HDR2000, un che cenno DVDO TPG, HDFury Integral, HDFury Vertex, HDFury Linker, il misuratore che lag realizzato con Leo Bodnar e Calman 5.10.1 Ultimate.​

La modalità ISF Esperto (Stanza buia) offre regolazioni che perno a sufficienza accurate. L’andamento sulla serie dei grigi evidenzia un DeltaE (l’sbaglio sollecitudine al riuscita ottimale) giusto che 4,08 insieme picchi che 5,87 sul squallido al 90%. Lo scostamento è di conseguenza riconoscibile ad bulbo oculare (la porta appunto è 3) incertezza mediamente parecchio pronunciato con venire un leale e legittimo termine. Nello tipico abbiamo riscontrato una svenimento che scarlatto dal 50% per su – seppur pronunciata – e un enormità che azzurro cupo e verdeggiante principalmente sui averi toni.

Il è estremamente costante ed è potenza prudentemente impostato insieme un eroismo giusto più o meno fioco che 2.4. La si attesta a 2.2 insieme una piegatura estremamente significativa sul squallido al 70%. L’aspetto del schema è dovuto alla uopo che tenere in soggezione per stima il local dimming, porterebbe quello scudo a morire assolutamente sul corvino e ad abbassare la retroilluminazione più o meno del occorrente sulle schermate più o meno mannaia. Per questo si ricorre a segnali mantengono il giusto della fulgore su scudo e disegnano la gomito attuale nelle relative misure. Invitiamo a esse utenti a disattivare il taccagneria e a normale manualmente il della retroilluminazione. Impostandola a 40 si ottengono per quanto riguarda 140 cd/m2 – nits, di conseguenza verso un stanza non poco illuminato consigliamo proprietà circostante a 35-38.

I squadra sono meglio fedeli quandanche prender parte manualmente sui controlli. Solo il azzurro cupo eccede la porta appunto insieme un DeltaE che 3,18. I proprietà relativi agli altri squadra sono i seguenti:

  • DeltaE scarlatto: 1,06
  • DeltaE verdeggiante: 0,53
  • DeltaE ciano: 1,31
  • DeltaE : 1,28
  • DeltaE itterico: 1,25
Visualizza a Schermo Pieno

SM9010 copre il 97,1% dello tempo colorito Rec.709. La coscienziosità scende viceversa qualora si prendono per stima le saturazioni intermedie, piuttosto la nel ricalcare i squadra al 20%, 40%, 60% e 80%. L’errore estremo è fino alla morte a gravato del azzurro cupo e si attesta non poco sotto sotto a DeltaE 4 per analogia della all’80%. Per tutti a esse altri si arriva ad un estremo che per quanto riguarda 3 (itterico, e ciano) verso le saturazioni al 20%.

Le opzioni incluse nei NanoCell SM9010 mettono a piazzamento in tutto ciò serve, poiché avviene con sui prodotti LG. Come sugli OLED 2019 troviamo il bilanciamento del marmoreo arriva a 22 punti e consente di conseguenza una considerevole coscienziosità nelle regolazioni. Non occorre molta costo verso acquistarsi una coscienziosità significativo sulla serie dei grigi. Il DeltaE giusto scende a 0,13 insieme una estremità motto che 0,29. Trovare imperfezioni ad bulbo oculare è di conseguenza completamente insopportabile. L’eccellente riuscita ottenuto si rispecchia quandanche nell’sviluppo del , bene costante e insieme un eroismo giusto che 2,25. Il eroismo è sottostante al tradizionale 2.4 prendiamo di solito poiché connessione incertezza è eccellente verso questo frutto. Il occasione, poiché vedremo a sintetico, è ambasciatore al del corvino.

Visualizza a Schermo Pieno

Anche i squadra migliorano percettibilmente la calibrazione. I proprietà relativi al DeltaE sono i seguenti:

  • DeltaE scarlatto: 0,37
  • DeltaE verdeggiante: 0,61
  • DeltaE azzurro cupo: 3,05
  • DeltaE ciano: 0,65
  • DeltaE : 1,08
  • DeltaE itterico: 0,71

Solo il azzurro cupo rimane dolcemente piu di la porta appunto. A il maggior vantaggio dalle modifiche apportate sono le saturazioni intermedie. Basta un istantaneo manrovescio d’bulbo oculare ai grafici verso postillare la difformità. L’unico colorito insieme sbaglio riconoscibile ad bulbo oculare è il azzurro cupo, raggiunge un DeltaE estremo che 3,12 all’80%. Tutto il differenza si posiziona invariabilmente sotto sotto il 2. Il DeltaE giusto è 1,12. Le ottime prestazioni trovano paragone quandanche nel schema del color checker, esibizione altri squadra primari e secondari. SM9010 passa con un DeltaE giusto che 2,69 insieme punte che 5,94 a 1,33 insieme punte che 3,87.

Visualizza a Schermo Pieno

Il del corvino è carico, un attirbuto assolutamente pronosticabile determinato parliamo che un lastra IPS. Senza local dimming efficace il corvino patrio è 0,22 cd/m2 – nits. Con local dimming efficace abbiamo proprietà mutano per contatto alla modalità e alle schermate presenti sul TV. Per acquistarsi risultati confrontabili abbiamo inoltrato petizione a segnali insieme APL (Average Picture Level) costanti per procedura con accettare il integro dei LED:

  • APL 10 – local dimming estremo: 0,09 cd/m2 – nits
  • APL 10 – local dimming giusto: 0,05 cd/m2 – nits
  • APL 10 – local dimming fioco: 0,07 cd/m2 – nits
  • APL 25 – local dimming estremo: 0,14 cd/m2 – nits
  • APL 25 – local dimming giusto: 0,11 cd/m2 – nits
  • APL 25 – local dimming fioco: 0,15 cd/m2 – nits
  • APL 50 – local dimming estremo: 0,17 cd/m2 – nits
  • APL 50 – local dimming giusto: 0,18 cd/m2 – nits
  • APL 50 – local dimming fioco: 0,21 cd/m2 – nits

L’impostazione insieme LED Local Dimming su “Alta” – il estremo – ci ha convinti. Il NanoCell tende in realtà a abbuiare smodatamente nelle schermate più o meno buie e ad estendere inconsciamente la fulgore su quelle più o meno brillanti, parecchio il marmoreo al 100% risulta incrementato, ben piu di il intermediario la messa a punto della retroilluminazione. Nel nostro evenienza siamo passati con 140 cd/m2 – nits a per quanto riguarda 230. Ecco delucidato talché il del corvino risulta per certi casi supremo sollecitudine alle impostazioni “Basso” e “Medio“. Quest’ultima è quella consigliamo verso condotto dell’equilibro riesce a cautelare. Si distanza a nostro intimidazione del miglior transazione fra praticità e benefici ottenuti.

Visualizza a Schermo Pieno

Passando all’HDR è occorrente praticare qualche preliminare. Per acquistarsi il estremo pizzo che fulgore è imprescindibile l’capacità del local dimming al estremo, poiché accade su tutti a esse LCD. Al acuto che acquistarsi un il più o meno incrollabile e costante pensabile, nello spazio di le misure, consigliamo che affidarsi a schermate che esperimento insieme APL 25 , poiché viene opportuno quandanche con Portrait Display nelle guide verso la calibrazione dei NanoCell 2019. Si deve fare a meno di che dare inizio tempi brevi verso le singole misure. Abbiamo in realtà verificato SM9010 richiede qualche secondo verso acquistarsi il estremo pizzo che fulgore. Se i dati vengono presi all’profondo che brevi finestre temporali, c’è il alea il TV raggiunga il corrispondente estremo, vanificando che inoltrato la educazione che tutte le operazioni eseguite.

La taratura che fabbricazione per HDR è tendenzialmente buona. Sulla serie dei grigi c’è un enormità che azzurro cupo e una pressoché giornalista svenimento che scarlatto, concentrati principalmente fra il 50% e l’80%. La gomito EOTF è viceversa estremamente precisa e richiederebbe particolari interventi. Se si vuole esserci pignoli si può postillare una piccola calore sulla fulgore circostante al 20%.

Sui squadra il è estremamente corrispondente all’SDR. I primari e secondari sono esattamente riprodotti particolari scostamenti. Qualcosa si può postillare principalmente sul incertezza si distanza che imprecisioni specialmente rilevanti. La involucro dello tempo colorito DCI-P3 è egualmente al 90,03% xy e 95,59% uv, finché quella del BT.2020 si attesta al 65,41% xy e al 71,33% uv. Errori più o meno evidenti sono viceversa presenti qualora si prendono per stima le saturazioni intermedie e altri squadra, poiché riportato dai grafici relativi a color incontro e color checker.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Il pizzo che fulgore è di buon grado. Siamo arrivati a per quanto riguarda 1.150 cd/m2 – nits in primo luogo della calibrazione e a 1.030 cd/m2 – nits la calibrazione.

I proprietà che pizzo misurati insieme marmoreo dall’1 al 100% dello scudo sono i seguenti:

  • Schermata all’1%: per quanto riguarda 554 cd/m2 – nits
  • Schermata al 2%: per quanto riguarda 599 cd/m2 – nits
  • Schermata al 5%: per quanto riguarda 1157 cd/m2 – nits
  • Schermata al 10%: per quanto riguarda 1158 cd/m2 – nits
  • Schermata al 25%: per quanto riguarda 631 cd/m2 – nits
  • Schermata al 50%: per quanto riguarda 574 cd/m2 – nits
  • Schermata al 75%: per quanto riguarda 541 cd/m2 – nits
  • Schermata al 100%: per quanto riguarda 541 cd/m2 – nits

L’intervento del local dimming è solare sulle immagini estremamente luminose coprono porzioni ridotte dello scudo. All’1 e 2% il TV spinge al estremo verso fare a meno di che eleggere criticità dovute alla figura che piccoli rudimenti illuminati immersi nel corvino. Il serie che zone è estremamente austero: parliamo che 4 segmenti per perpendicolare e 10 segmenti per parallelo verso un profondo che 40 zone. Il serie varia per contatto alla trasversale dello scudo: sappiamo ad ammaestramento sul 65″ le zone sono 48 (4 x 12).

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Il del corvino frugale per HDR è il :

  • Schermata al 10% – local dimming estremo: 0,017 – 0,024 cd/m2 – nits
  • APL 10 – local dimming estremo: 0,247 cd/m2 – nits
  • APL 25 – local dimming estremo 0,336 cd/m2 – nits
  • APL 50 – local dimming estremo 0,437 cd/m2 – nits

Con a esse strumenti disponibili si ottiene una calibrazione estremamente accurata. Sui averi toni rimane un irriflessivo enormità che azzurro cupo incertezza si distanza che minuzie. Il bilanciamento del marmoreo è di conseguenza poiché la coscienziosità nel succedere la gomito EOTF, effettivamente suggestivo insieme le regolazioni che perno.

Dopo la taratura la involucro dello tempo colorito DCI-P3 criterio a 90,12% xy e 95,67% uv, finché quella del BT.2020 si attesta al 65,48% xy e al 71,43% uv. La taglia del portata colorito ristretto (CIE L*a*b) ha evidenziato una involucro del 132% verso il BT.709, dell’88% verso il DCI-P3 e del 60% verso il BT.2020. Anche le saturazioni intermedie risultano risolutamente più o meno convincenti poiché le altre componenti cromatiche.

La delle immagini per istantaneo associazione è affidata al TruMotion, industrioso che ingrandire la annullamento percepita dalle 300-400 linee perfino a per quanto riguarda 1080 linee.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Utilizzando il integrato che segnali esperimento abbiamo steso quandanche la calibrazione per Dolby Vision nella modalità Cinema, quella verso ambienti oscurati. Per a esse ambienti luminosi è propenso Home Cinema. Il funzionamento che perno è preciso a quegli Portrait Display e LG propongono con qualche ritmo. Le ultime versioni del software verso PC hanno solamente diffuso qualche riforma nei flussi che realizzazione. Tutto quota dal bilanciamento del marmoreo fornito dai grafici relativi a EOTF e luminanza. Le regolazioni si possono mattere in pratica per trattatello sfruttando AutoCAL, la calibrazione automatizzata libro poiché sulla numero C8. Vi rimandiamo di conseguenza alla valutazione della numero 2018 verso informazioni.

Quando si completano tutti i passaggi necessari si passa futuro a computare marmoreo, scarlatto, verdeggiante e azzurro cupo. I dati ricavati servono verso eleggere un file con proteggere su una evocazione USB. Si deve di conseguenza cucire la evocazione al TV e un carico per Dolby Vision che comune conio, con HDMI streaming. A questo argomento il rileva la figura del file e chiede all’ qualora proteggere la figura verso il Dolby Vision nella evocazione relativa alla modalità selezionata. Se nel frutto è stata caricata una antefatto calibrazione è pensabile apporre i nuovi settaggi, misconoscere i cambiamenti restituire alle impostazioni predefinite. Sulla coscienziosità a calibrazione ultimata occorre allontanarsi: la è effettivamente considerevole.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Il software CalMAN mette futuro a piazzamento un verso chi vuole provare per ulteriori affinamenti verso in quale misura riguarda l’HDR. Anche sui NanoCell 2019 c’è la libertà che prender parte manualmente sul tone mapping, l’composizione adatta la fulgore dei contenuti HDR a quella dei TV. Normalmente questa è affidata per meccanico ai televisori. L’utente di lì vede i risultati incertezza può per alcun procedura prender parte sui parametri insieme cui viene piatto a adempimento.

I TV LG aggiungono viceversa tre banchi che evocazione permettono che dare inizio insieme coscienziosità il il TV deve tenere in soggezione allorquando applica il tone mapping. Il serie dei banchi è ambasciatore alla fulgore motto impostata nello spazio di la realizzazione dei contenuti. Solitamente i livelli medi si attestano a 1.000 cd/m2 – nits (la maggior quota dei contenuti), 4.000 cd/m2 – nits (in qualsiasi modo per buona quota) e 10.000 cd/m2 – nits (estremamente più o meno rari).

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Il software che calibrazione CalMAN permette che prender parte su questi proprietà che perno sotto sotto la tono “Mastering Peak” 1, 2 3. Nessuno vieta che alterare l’intermezzo verso ciascun panca. Alle tre è il attinente “Roll-off point“, il argomento piu di il quale il inizia a differenziarsi dalla gomito che connessione e a abbuiare l’somiglianza, verso venire futuro a dar da vivere a la stessa fulgore che pizzo verso in tutto quegli va piu di quel fissato che fulgore. Da per futuro il TV va per “clipping” e esibizione più o meno i dettagli sulle alte luci.

L’utilità che queste funzioni aggiuntive è la minoranza impattante sollecitudine agli OLED, specie insieme contenuti perfino a 1.000 cd/m2 – nits. Come abbiamo vidimazione SM9010 ha particolari problemi nel succedere i riferimenti insieme un che fulgore. Può venire viceversa tornaconto verso rendere migliore la restituzione insieme per HDR realizzati insieme tetti più o meno elevati. Per acquistarsi dei benefici è necessaria una considerevole competenza. Sconsigliamo di conseguenza che spingere questi parametri qualora si ha ben argentino essenza si sta facendo. L’elettronica mette a piazzamento la applicazione “Mappatura dei toni dinamica” , pur operando per procedura assolutamente automatizzato, è industrioso che dare molte soddisfazioni – di lì parleremo più o meno capillarmente nel paragrafo sulla verifica che paesaggio.

La Smart TV


Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

La base Smart TV equipaggia la numero SM9010 è la stessa abbiamo descritto parlando degli OLED E9. Si aggiungono alcune innovazione introdotte nel frattempo agli aggiornamenti del firmware. L’interfaccia che webOS 4.5 è stata modificata per certi punti. Il più o meno solare riguarda la schermata basilare, momento caratterizzata con icone a parallelo che dimensioni più o meno contenute. Posizionandosi sulle varie applicazioni si apre futuro un va ad incastrarsi prendere sopra di sé la in primo luogo sfilata che icone. Questa applicazione, denominata AI Preview, analizza le abitudini dell’ e esibizione suggerimenti personalizzati per perno ai gusti espressi nello spazio di l’capacità del . Oltre alla conto dei consigliati è condensato propenso quandanche quella insieme i iniziati, per procedura con poterli proiettare subito dover in primo luogo accondiscendere ai .

Come sugli OLED abbiamo futuro un che posto verso il ad impulso improvviso istantaneo, contrada momento per perpendicolare esteso il ciglio disgrazia invece di per vicinanza che quegli adatto. Di inoltrato c’è alcun rinnovamento nelle voci presenti: si può alterare la modalità , il resoconto d’veduta, la modalità audio e che accondiscendere alle impostazioni complete.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Grazie agli ultimi aggiornamenti introdotti abbiamo potuto provare quandanche Google Assistant, Alexa e AirPlay 2. L’assistente vocale che Google si attiva premendo il interruttore del microfono contrada sul telecomando. L’interazione avviene per procedura completamente conforme a quegli abbiamo imparato a ammettere sui molti speaker presenti sul casino. Si possono necessitare informazioni che differente conio e si possono funzioni. Alcune sono gestite subito intermediario i comandi vocali dei televisori LG. Questa dualità crea a volte alcune incongruenze, insieme l’ si ritrova che inoltrato a chiacchierare insieme differenti tipologie che comandi vocali (e insieme voci diverse). In pubblico il è generalmente suggestivo.

Per Alexa è viceversa compenso l’insediamento che un’zelo e il rapporto insieme il legittimo account che Amazon. Per avviare l’interazione è occorrente una pressatura lunga del interruttore intitolato a Prime Video, per procedura con avviare il microfono all’profondo del Magic Remote. Non sono di conseguenza richiesti speaker esterni. Alexa si comporta estremamente elegantemente: le prestazioni sono identiche a quelle offerte dagli speaker Echo. Su scudo viene ripetuto il cuccetta a tono e, nel evenienza per cui possa venire tornaconto, vengono mostrate quandanche immagini.

Anche AirPlay 2 ci ha contegnoso sorprese. Il TV connivente direttamente allorquando si accede all’apposita incisione nel che ispezione dei dispositivi Apple. La notifica fra smartphone (il abbiamo adoperato verso i esperimento) e si instaura per pochi istanti ed è risultata bene incrollabile. Ovviamente consigliamo che la ceto del rapporto per Wi-Fi perché, insieme alcune applicazioni – specie i – è importante lentezza nel rapporto. AirPlay è un’addizione in modo sicuro tornaconto e piacente verso tutti a esse utenti del omone che Cupertino. Consultare velocemente un posizione internet sul ragguardevole scudo è estremamente sincero, poiché avere in comune fotografia e che superare materialmente i file su altre . Anche certi possono venire piacevoli con usufruire, seppur insieme limitazioni dovute al organismo che ispezione. Ci sono titoli richiedono una pressatura per precisi punti dello scudo e farlo guardando che inoltrato il complica risolutamente le masserizie.

Per il differenza le funzioni presenti e le applicazioni disponibili sono le stesse accompagnano con qualche ritmo i prodotti LG. Per deporre i software si accede alla base online realizzata dal omone coreano. Le app sono suddivise per categorie poiché popolari, innovazione e app Premium. La è ampia e comprende, fra gi altri, Netflix, Amazon Prime Video, YouTube, Infinity, Chili, Rakuten TV, NOW TV e Spotify. Lo streaming per Dolby Vision è propenso intermediario Netflix, Amazon Prime Video e Rakuten TV. I compatibili supportano naturalmente la annullamento Ultra HD insieme HDR. Tramite il media-player integrato si possono quandanche i file per HDR, Dolby Vision e quelli insieme audio per DTS DTS-HD Master Audio (passa il “core” per DTS).

Come su tutta la 2019 è attuale il Gallery Mode, una applicazione trasforma i TV per quadri cornici digitali. Si può preporre fra opere d’alchimia, fotografie, paesaggi suggestivi animati. Alcuni contenuti sono stati realizzati per partecipazione insieme TripAdvisor e appropriatamente inseriti per applicazione dell’avvicendamento delle stagioni.

Per dirigere tutte le funzioni sono disponibili opzioni. La condotto basilare passa intermediario il telecomando Magic Remote, riproposto cambiamenti. Ci troviamo dinnanzi ad un collaudato evenienza del conio “squadra che vince non si cambia”. Grazie al puntatore si possono appianare e/ velocizzare varie operazioni: pensiamo ad ammaestramento all’introduzione che alla insieme cui ci si muove all’profondo della schermata basilare. La rotella è un positivo ausilio allorquando si devono andare velocemente a perpendicolare.

L’opzione rotazione al telecomando è rappresentata dall’zelo LG TV Plus, propenso verso dispositivi iOS e Android. Il software trasforma smartphone e tablet per telecomandi provvisti che touchpad e che impulso improvviso direttamente a tutte le app installate sul . Le fotografia, la e i archiviati sui dispositivi mobili si possono avere in comune verso sfruttarli sul ragguardevole scudo.

La verifica che paesaggio


Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Il NanoCell SM9010 è un frutto mette elegantemente per preminenza sia i propri punti che sia quelli posto viceversa si dimostra più o meno macilento. L’uniformità dell’significativo abbiamo ricevuto per verifica è a sufficienza buona ad restrizione che un “vignettatura” rende i bordi, per peculiare a esse angoli, un po’ più o meno scuri sollecitudine al . L’effetto è riconoscibile insieme le schermate che esperimento finché si percepisce più o meno nello spazio di il toccabile impiego. Non abbiamo viceversa riscontrato particolari problematiche legate al “banding” , strisce verticali un po’ più o meno chiare mannaia.

L’angolo che paesaggio è incontrastabilmente dei pregi dei NanoCell. La difformità sollecitudine agli LCD VA è scorrevolmente comprensibile. I squadra ed il disarmonia restano invariati quandanche allorquando ci si sposta ticchio i lati più o meno per sommo/fioco sollecitudine al dello scudo. Oltre una quarantina che gradi per quanto riguarda si inizia a postillare un , incertezza parliamo che angolazioni importanti in qualsiasi modo renderebbero l’competenza piacevolissima verso quello assistente.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Con i contenuti per dinamica tipico si apprezza una buona fulgore, più o meno occorrente verso la barbaglio attuale quandanche per ambienti ben illuminati. Si passano scorrevolmente le 300 candele al figura su schermata bianca al 100%, nessuna oscillazione per circostanza. É per oggetti questa la patto per cui questa tipologia che riesce a cedere il in modo migliore, quandanche all’ che un sostanza assorbente anti-riflesso , pur far strepitare al prodigio, riesce in qualsiasi modo ad espletare al legittimo urbano per contegno suggestivo.

La cromatica, buona per principio, diviene ottima una voltone steso il bilanciamento del marmoreo, un’ si può quandanche automatizzare per procedura un po’ più o meno sincero al che cenno profondo, una scioglimento consente che ammassare svariate centinaia che euro, quandanche più o meno che 1.000 qualora si vuole reagire per HDR. L’accurata e giusto fotografia dei squadra ci assicurazione l’intento perseguito con LG insieme i NanoCell – sotto sotto questo opinione – è potenza raggiunto. Le prestazioni sono davvero superiori sollecitudine agli LCD convenzionali. Seppur insieme qualche incompletezza per più o meno – ad ammaestramento una involucro la minoranza ampia che BT.2020 e DCI-P3 – , la numero SM9010 riesce a contendere quandanche insieme prodotti che gruppo supremo.

La paesaggio del notizie per dinamica tipico e a annullamento SD HD estremamente – di conseguenza insieme ceto bassa – evidenzia le ceto dell’elettronica e aiuta a far predominare quandanche alcune limitazioni. L’upscaling è estremamente di buon grado: il processore Alpha 7 che seconda razza riesce a ingrandire produttivamente il particolare travisare il notizie che principio. Come fino alla morte consigliamo che strafare nell’capacità delle numerose impostazioni. Affidarsi smodatamente ai filtri presenti entrata in modo sicuro ad acquistarsi un maggiori incertezza insieme sacrifici estremamente importanti si traducono per bordi sdoppiati, maschere che disarmonia invadenti . La ceto complessiva è estremamente distinto sollecitudine a quella che un prototipo dotato che Alpha 9 che seconda razza. Non è un inoltrato inatteso perché quandanche l’era svista avevamo riscontrato grossi cambiamenti, per termini che upscaling, fra Alpha 7 e Alpha 9.

É viceversa la minoranza suggestivo la facoltà che allentare certi difetti dovuti all’elevata compressione dei segnali, riscontrabile su numerosi canali del digitale terrestre e quandanche sui certi pellicola numero TV disponibili per streaming. Il TV SM9010 costo a dissimulare il “color banding” attuale. Con questo chiusura si identifica un riguarda la fotografia delle sfumature: la transizione con un colorito all’venturo avviene lentamente incertezza all’improvviso. Su scudo si possono di conseguenza postillare bande strisce che squadra differenti evidenziano la svenimento della giusta nello evaporare con una tendenza all’altra. Anche il petizione a funzioni poiché “Gradazione cromatica” è ultimo ed tornaconto poiché insieme sorgenti che ceto più o meno elevata, posto può sul serio praticare la difformità.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Beninteso: si distanza che difetti legati alle sorgenti e al lastra all’elettronica, in realtà insieme notizie extra, ad ammaestramento Ultra HD insieme HDR, l’ ottenuto è ben divergente e le sfumature sono completamente graduali. É precisamente accentuare , patentemente, allorquando la ceto sotto sotto un inconfutabile termine quello assistente di lì vedrà a esse oggetti, determinato il NanoCell argomento della verifica è fino alla morte per tenore che coprire esaurientemente i difetti.

Il del corvino ostentato dal lastra è meglio austero, un inoltrato ci aspettavano determinato l’impiego che un LCD IPS. Il local dimming cerca naturalmente che sopperire incertezza la sua forza è limitata. Il coefficiente riduce la che questo organismo è con ricercarsi nel chiuso serie che zone. Come abbiamo facezia si parla che 40 gruppi che LED indipendenti, parecchi verso scudo Ultra HD conta piu di 8 milioni che pixel. Risulta di conseguenza insopportabile amministrare la retroilluminazione per procedura con fermare assolutamente i LED posti per analogia insieme il corvino mostrato a . Quando ci sono rudimenti luminosi immersi per schermate mannaia capiterà che postillare aloni che barbaglio si propagano nel corvino circonvicino, abbassando il resoconto che disarmonia percepito.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Anche le bande nere, qualora presenti nei pellicola, sono un venturo argomento . Capita in realtà la barbaglio filtri dalle immagini su scudo alle bande supremo e/ sottostante, creando ancora aloni possono l’bulbo oculare dello assistente. Lo nientemeno si può acquistarsi insieme i sottotitoli vanno a posizionarsi legittimo all’profondo della ganga nera sottostante, specie qualora sul TV sono rappresentate scene estremamente mannaia.

La compressione sulle basse luci, causata dal del corvino carico, si rispecchia quandanche nell’intelligibilità delle immagini più o meno mannaia. Qualche particolare tende a disanimarsi e ad nel corvino, divenendo intrattabile – qualora insopportabile – con postillare ad bulbo oculare. Con una calibrazione accurata si può porre rimedio aprendo un po’ che più o meno le basse luci, essenza avviene , per quota, insieme le impostazioni che fabbricazione. Come abbiamo vidimazione parlando delle misure, il è in realtà impostato che a 2,4 incertezza è un po’ più o meno fioco. Con interventi manuali mirati si può levigare qualcosa incertezza certi compromessi vanno in qualsiasi modo messi per somma.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

A questo argomento dovrebbe esserci finalmente argentino SM9010 è il frutto astratto verso i cinefili e verso chi ama la paesaggio per ambienti assolutamente bui in qualsiasi modo oscurati. I limiti descritti sono in realtà ben visibili per queste prossimità incertezza sfumano – perfino a spegnersi assolutamente – qualora nell’stanza è attuale più o meno barbaglio. Il collaudato salone, ben illuminato sia che giornata sia nello spazio di le ore serali notturne, è in modo sicuro il contrada astratto verso acquistarsi il estremo con questo NanoCell. Se futuro si guardano contenuti più o meno luminosi, viceversa che pellicola estremamente scuri, si riesce a ridurre in polvere il discrepanza sollecitudine ad altre tecnologie perfino a renderlo senza valore.

Il modificazione con SDR a HDR assicurazione in quale misura in questo momento descritto. Il pizzo che fulgore è di buon grado e consente che acquistarsi un suggestivo quandanche allorquando la barbaglio per stanza è controllata. Il local dimming esibizione quandanche ora certi limiti, derivanti dalla uopo che flettere una fulgore risolutamente supremo verso la retroilluminazione e un del corvino , verso che masserizie, comprime la dinamica sulle basse luci. La a zone cerca per quota che indennizzare attuando certi stratagemmi. Uno che questi viene evidenziato quandanche dalle misure abbiamo riportato nell’apposito paragrafo. Se sullo scudo sono presenti rudimenti luminosi estremamente piccoli, il local dimming interviene verso mitigarne la fulgore. Il pizzo sul marmoreo all’1 2% è in realtà percettibilmente più o meno fioco sollecitudine al 5 10%. Si distanza schiettamente che un mezzuccio costume a frenare l’massimo più o meno sommo della dinamica per procedura con eleggere un discrepanza fondato insieme l’massimo più o meno fioco, piuttosto insieme le basse luci.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Con i contenuti per elevata dinamica a esse aloni sono più o meno evidenti sollecitudine alla dinamica tipico, poiché pronosticabile. Con certi segnali esperimento è pensabile scorgerli quandanche allorquando c’è barbaglio per stanza. In condizioni che toccabile impiego questa caso è risolutamente più o meno rara incertezza è con in primo luogo futuro qualcosa si noti (specie qualora si guarda quello scudo con posizioni angolate).

Fortunatamente si confermano quandanche le note positive. La restituzione cromatica è fino alla morte che e assicura una paesaggio rispettosa delle scelte operate con chi ha cliente i contenuti. La compressione della dinamica sulle basse luci e l’intercessione del local dimming andrebbero viceversa ad infirmare, per quota, la coscienziosità abbiamo riscontrato a strumentale. Fortunatamente si può aggiustare utilizzando la “Mappatura dei toni dinamica“. Questa applicazione analizza le immagini senza ritardo toccabile e applica un’composizione dinamica dei metadati, andando di conseguenza ad incavare sul “tone mapping”, l’ compiuta dal TV verso trasformare la fulgore dei contenuti a quella davvero a piazzamento dal lastra.

“Mappatura dei toni dinamica” rende ebbene giovanile il tone mapping e consente che travalicare quota dei limiti dovuti, verso l’esattamente, all’austero del corvino e alla limitata forza del local dimming. Il TV NanoCell riadatta la gomito EOTF senza ritardo toccabile per perno alle scene deve palesare su scudo. In più o meno semplici si può rivelare l’elettronica va ad fondare più le basse luci e riesce a ricostituire una quota di gran peso dei dettagli persi, restituendo potenza e solidarietà alle immagini. I “Mappatura dei toni dinamica” sono bui e compressi, nelle parti più o meno mannaia, riacquistano brillantezza e rivelano particolari sarebbero spariti per un’unica sudiciume nera indistinta. I limiti del lastra naturalmente svaniscono incertezza vengono mitigati per contegno solare.

Le considerazioni fin ora riportate restano principalmente valide quandanche verso il Dolby Vision. Punti che e limiti sono che inoltrato a esse stessi. Rispetto a HDR10 e a HLG c’è la libertà che i metadati dinamici verso acquistarsi benefici simil a quelli garantiti dalla “Mappatura dei toni dinamica”.

Le immagini per associazione offrono buone prestazioni nella del motion blur, la sfocatura si crea insieme rapidi movimenti della sala. SM9010 è industrioso che acchiappare un che particolare quello rende valutabile quandanche verso l’capacità insieme a esse eventi sportivi. I segnali esperimento hanno evidenziato una leggero svantaggio che solidarietà sui bordi allorquando i movimenti divengono più o meno rapidi.

Trumotion mette a piazzamento alcune impostazioni predefinite. Il nostro assemblea è che affidarsi alla modalitàUtente“, permette che normale sparsamente la fluidità (De-Judder) e l’moltiplicazione del particolare (De-Blur). L’intervento va naturalmente per perno al notizie per capacità e alla squisitezza corporatura. Alzando i proprietà che De-Judder si introduce gradatamente l’ soap-opera, quella stupore che fluidità innaturale sgradita principalmente ai puristi incertezza solamente. Se si è per figura che meglio scattosi può esserci tornaconto venire a preferire il eroismo 6. In pubblico è in qualsiasi modo consigliabile mattere in pratica varie prove verso rinvenire il miglior autocontrollo. Valori smodatamente alti causano in realtà l’insorgenza che artefatti.

Come sugli OLED è attuale quandanche la tono “Motion Pro”, oppure il “black frame insertion” va ad aggregare fotogrammi neri e a rendere migliore il particolare percepito. L’utilizzo che questa tono è la minoranza delicato sollecitudine agli OLED perché il declino della fulgore, pur attuale, si riesce a indennizzare insieme maggiori naturalezza. I per contro sussistono , sommo a esse scatti si generano insieme notizie a 50 Hz, di conseguenza insieme tutte le trasmissioni televisive disponibili per Italia. Il black insertion la gran numero che aggiunta a 60 Hz e legittimo verso questo motore qualche problematica insieme la fluidità del notizie a 50 Hz. Con sorgenti a 60 Hz si può viceversa scandagliare ad utilizzarlo: qualora il declino che fulgore e l’avvicendamento dei fotogrammi neri creano fastidi, si può davvero rallegrarsi che un maggiori particolare sulle immagini per associazione modificarne l’anticonformista fluidità.

La incisione audio offre una restituzione discreta. Il argomento che sono in modo sicuro i dialoghi, fino alla morte chiari e comprensibili quandanche allorquando si alza il portata. I bassi sono sufficienti naturalmente quell’ con “pugno nello stomaco” solamente un subwoofer intitolato è per gradevole che cautelare. Gli speaker integrati riescono quandanche a procreare un’ottima pressatura sonora e si adattano ebbene quandanche ad ambienti insieme dimensioni contenute. Sconsigliamo che soverchiare insieme il ispezione del portata perché ai livelli più o meno alti la ceto peggiora per contegno comprensibile insieme un’solare svantaggio che particolare causata dalla compressione che alcune frequenze.

Concludiamo il paragrafo parlando del insieme i videogiochi. Il NanoCell si è dimostrato sotto sotto questo opinione. L’input lag, oppure il lentezza nella ai comandi, si attesta a per quanto riguarda 16 ms per tutte le modalità (Full HD, Ultra HD insieme e HDR). Il all’Auto Low Latency Mode e al Variabile Refresh Rate quello rendono estremamente sincero con usufruire e industrioso che al estremo tutte le migliorie ritroveremo quandanche nella prossima razza che pannello di controllo con giocata.

Conclusioni


Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2 Livello del corvino austeroRecensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2 L’efficacia del local dimming limitataRecensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2 Aloni che barbaglio visibili per alcune prossimità, principalmente per HDR

La numero SM9010 è un frutto ha un campo che impiego meglio tipico. Le caratteristiche del lastra LCD, abbinate ad un organismo che local dimming meglio sincero, la rendono non poco indicata verso i cinefili e per pubblico verso l’impiego per ambienti oscurati in qualsiasi modo non poco luminosi. Chi investigazione questo conio che competenza vuole mantenersi “in casa LG” può custodire alla OLED. Gli LCD del produttore coreano sono in qualsiasi modo privi che ceto esprimono per altri ambiti.

La tecnologia NanoCell si è dimostrata davvero attivo nel rendere migliore la cromatica. La coscienziosità nella fotografia dei squadra è buona insieme le impostazioni che perno e diventa effettivamente ottima la calibrazione. La involucro degli spazi colorito più o meno ampi è un po’ la minoranza estesa sollecitudine ad certi televisori che gruppo alta, incertezza la educazione e la esibite sono tali con poter contendere – e per certi casi frenare – insieme TV dal senza prezzo percettibilmente supremo.

Il lastra LCD che conio IPS è industrioso che cautelare un buon conforme che paesaggio. Non è di conseguenza tassativo sprofondarsi per analogia del verso un buon resoconto che disarmonia percepito e una restituzione ottimale dei squadra. I limiti legati al del corvino austero e la fulgore esibita dalla retroilluminazione rendono la numero SM9010 in modo sicuro più o meno adatta agli ambienti luminosi, complici quandanche le ceto mietitura per barbaglio dal sostanza assorbente anti-riflesso.

La equipaggiamento è effettivamente ricca: il processore Alpha 7 che seconda razza si discosta smodatamente dall’Alpha 9 che seconda razza. L’unica restrizione è costituita dal notizie per dinamica tipico realizzato insieme compressione elevata. In questi casi l’elettronica costo che più o meno a dissimulare i difetti presenti nelle sorgenti. L’upscaling è attivo nel il particolare mutilo travisare le immagini.

Ci sono futuro tutte le funzioni introdotte insieme HDMI 2.1, molte delle quali si possono attaccare a insieme i videogiochi. L’utilizzo per campo video-ludico è in realtà dei grandi punti che che questi TV. La ai comandi è spedito ad un lag carico per 16 ms. Si distanza ebbene che un frutto estremamente positivo sia verso lunghe sessioni che giocata intermediario pannello di controllo sia verso agire poiché una tipo che monitor extra-large verso un PC con salotto intitolato al giocata.

Recensione TV LG SM90: NanoCell UHD e Dolby Vision, assistenti vocali e AirPlay 2

La base Smart TV è la stessa degli OLED 2019 ed è finalmente una sicurezza. webOS 4.5 offre pressoché in tutto quegli si potrebbe bramare per campo multimediale. La che applicazioni è ampia, il organismo che ispezione intermediario Magic Remote è effettivamente ampio e il media-player dettame che in tutto, compresi i file insieme audio per DTS. Grazie agli ultimi aggiornamenti firmware sono arrivati Google Assistant e Alexa per italiano, ben integrati insieme il differenza delle funzioni. Per a esse utenti Apple si aggiunge quandanche la che poter avere in comune quello scudo dei propri dispositivi mobili intermediario AirPlay 2.

In HDR si apprezza un buon pizzo che fulgore si accompagna insieme certi limiti, fino alla morte legati alla tipologia che lastra e al local dimming. Gli aloni che barbaglio sono più o meno visibili sollecitudine alla dinamica tipico e possono praticare capolino quandanche allorquando l’stanza è offuscato. La dinamica risulta un po’ sulle basse luci, tenderebbero di conseguenza a prospettarsi più o meno piatte e prive che certi dettagli. Fortunatamente si può per quota porre rimedio alla applicazione “Mappatura dei toni dinamica”, attivo nel ricostituire le informazioni perdute e nel portare maggiori tridimensionalità al figura.

In ricapitolazione si può rivelare i NanoCell SM9010 sono prodotti indicati verso ambienti luminosi e verso l’intrattenimento, insieme videogiochi, show televisivi ed event sportivi che differente mercanzia. Si possono dare lavoro quandanche verso la paesaggio che pellicola incertezza ben consci dei limiti presenti ed evitando che voler rimbeccare l’competenza che un , di conseguenza una paesaggio a luci spente soffuse.

Il resoconto ceto/senza prezzo tende a scalare insieme l’estendere della trasversale. Il 55″ è probabilmente il modello che si posiziona nella fascia più difficile, poiché finisce per competere con una vasta gamma di prodotti dal costo compreso tra i 1.000 e i 1.300 euro circa, alcuni dei quali offrono una maggiore versatilità quando si tratta di visionare film o contenuti in ambienti poco illuminati. Salendo con le dimensioni il prezzo diviene sicuramente più conveniente e rende maggiormente consigliabile l’acquisto, basti pensare che per il 75″ sono richiesti per quanto riguarda 2.300 euro, più o meno la minoranza la cinquanta per cento sollecitudine ad un OLED con 77″ del 2018 (di conseguenza vuoto che HDMI 2.1 e che alcune funzioni).

Un ad AudioQuality verso il logistico.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.