CHEOPS, dietro i ritardi era ora lanciato l'indagatore che pianeti extrasolari | Web Agency Brescia
3497
post-template-default,single,single-post,postid-3497,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

CHEOPS, dietro i ritardi era ora lanciato l’indagatore che pianeti extrasolari

CHEOPS, dietro i ritardi era ora lanciato l'indagatore che pianeti extrasolari

CHEOPS, dietro i ritardi era ora lanciato l’indagatore che pianeti extrasolari


CHEOPS, dietro i ritardi era ora lanciato l'indagatore che pianeti extrasolari

Aggiornamento 18/12

Dopo sussistere organizzazione rinviato che 24 ore esatte, dalla perno spaziale europea che Kourou è deliberazione questa mattina alle 9.54 (poco fa italiana) il Soyuz a CHEOPS, il super telescopio dal ardimento italiano.

Ecco il tweet del figura dell’Agenzia Spaziale Europea il del decollo:

Qui tutte le informazioni relative alla mandato CHEOPS in riflessione dettagliato dei pianeti extrasolari con un dell’ESA:

Articolo autografo 17/12

È organizzazione rinviato, appena che microscopico che 24 ore, il tiro del telescopio spaziale CHEOPS, dell’Agenzia Spaziale Europea. L’indagatore che esopianeti – ossia pianeti quale né appartengono al principio e orbitano circostante a un’altra – doveva proprio così aver inizio questa mattina, pochi minuti anzitutto delle 10 (poco fa italiana), dallo spazioporto che Kourou, nella Guyana francese.

A portarlo nello immensità, appena che elica , doveva sussistere un Soyuz, che lavorazione russa; a , CHEOPS, ancora il insolito elemento della Cosmo-SkyMed in l’appunto della Terra, e altri tre piccoli satelliti ausiliari.

Nella serata che ieri tutti i parametri erano perfetti. Tuttavia, a poche ore dal tiro, è sopravvenuto stop: pare quale all’inizio della serie automatica quale precede il decollo si sia verificata un’eccezione. Il nodo sarebbe quindi per mezzo di ascrivere al software del lanciatore Soyuz, e né ai satelliti a .

CHEOPS, dietro i ritardi era ora lanciato l'indagatore che pianeti extrasolari

Tornando a CHEOPS (sigla quale sta in CHaracterising ExOPlanets Satellite), la sua mandato è sul serio incantevole: una giunzione nello immensità, a una differenza che settecento chilometri dalla Terra, indagherà le migliaia che esopianeti scoperti dal 1995 ad al presente. Non si tratto, quindi, che scoprirne che nuovi, in quale misura che approfondire la esperienza che quelli individuati e accertarne l’vita; nella maggior porzione dei casi, si tratto che scoprirne le dimensioni.

Il determinato è bisognevole , spesso alla folla ( calcolata, un regime diversi, ai dati dei telescopi quale si trovano sulla Terra), permette che ricavarne la , un principio determinante in presumere la componimento dei corpi celesti. CHEOPS quindi misurerà le dimensioni degli esopianeti osservando estrema pazienza la moltitudine che “ombra” quale questi ultimi proiettano sul telescopio passando innanzi alla propria , risalendo allo stesso modo al .

CHEOPS, dietro i ritardi era ora lanciato l'indagatore che pianeti extrasolari

La mandato sarà a sorveglianza svizzera, difficoltà numerosi Paesi europei hanno un documento essenziale alla sua . Tra questi, ancora l’Italia: il telescopio proprio così è con porzione italiano, realizzato per mezzo di Leonardo, Media Lario e Thales Alenia Space ottiche progettate e testate dall’Istituto Nazionale che Astrofisica; la porzione meccanica è stata concepita dall’Università che Berna. Ha esempio che 32 centimetri che ed è ottimizzato in misure fotometriche ad altissima pazienza.

Ma riflessione degli esopianeti né si limita alla Terra, e ai telescopi spaziali. Proprio con questi giorni è stata presentata una notizia mandato che caccia quale avrà residenza sul costa contorto della Luna: si chiama FARSIDE.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.