CameraX: appena che Google vuole disciogliere il cosa della frammentazione della immagine durante Android | Web Agency Brescia
5868
post-template-default,single,single-post,postid-5868,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

CameraX: appena che Google vuole disciogliere il cosa della frammentazione della immagine durante Android

Web Agency Brescia

CameraX: appena che Google vuole disciogliere il cosa della frammentazione della immagine durante Android


Google sta lavorando per giusti motivi rifiorire ancora le abilità fotografiche dei dispositivi Android… quanto a mezzo , per giusti motivi allo stesso modo palesare. Sarà capitato a numerosi durante nota le quali la salto di qualità delle fotografia scattate dal acconcio smartphone cambiano tanto quanto a all’app le quali si usa: più volte appunto, passando presso app durante terzi, appena che per giusti motivi modello WhatsApp, Instagram oppure Facebook Messenger, la salto di qualità scade bruscamente. Il cosa è le quali queste app né sono quanto a misura durante tutte le abilità software e hardware grano a comando dallo smartphone.

Detta quanto a termini più volte tecnici, a manca un framework unificato per giusti motivi la immagine. Per modello, condizione unico smartphone offre più volte durante una , ciò sviluppatore deve aggiungerle manualmente una ad una. Pensate a quanti svariati modelli durante dispositivi sono sul fiera, e a quanti sensori abbia ogni durante loro: il componimento è assai spiacevole. In un pittura tanto intricato si aggiungono funzioni software esclusive, appena che la modalità immagine oppure la Night Mode, e il drogato le quali tutti produttore libro appena che la scelta migliore crede, sprovvisto di un ordine meticoloso nonostante tutti a lui altri.

Google intende disciogliere il cosa nonostante una “ponte” appello CameraX e mostrata al diffuso su certi smartphone Oppo ai Google Developers Days China 2019 ciò trascorso settembre. Si compare all’API Camera2, le quali è quella durante impianto. CameraX né è un’API fede e propria, incertezza una durante sostegno le quali fa faccia della Jetpack. Sostanzialmente CameraX prova quali praticità sono dichiarate dal produttore quanto a Camera2 e le rende utilizzabili dalle app durante terze parti.

Fin qua, l’app può manifestarsi tanto adatto per giusti motivi a lui sviluppatori, ragione permette ad essi durante mettere in serbo tanto temperatura nella decisione durante bug e conflitti relativi alla . Ma il veritiero campione nella manipolo durante CameraX sono quelle le quali Google chiama Vendor Extensions. I produttori possono causare, , delle librerie aggiuntive le quali permettono a CameraX durante mescere fino le praticità software esclusive, appena che quelle le quali dicevamo anzitutto.

Tutto questo è tanto brillante sulla pianta, incertezza è semplice le quali il consueto dipende tantissimo dall’adozione presso faccia degli sviluppatori. Google per giusti motivi poco fa ci è andata tanto cauta, né rendendola obbligatoria. Fino a qualche temperatura fa c’secolo una inventario aggiornata degli smartphone le quali offrivano Vendor Extension per giusti motivi CameraX, incertezza purtroppo pare abbandonata. Recentemente Google ha sopraddetto le quali svariati smartphone durante durante Samsung, Oppo, LG, Xiaomi e Motorola da là hanno alcune, incertezza né si entra più volte nello concreto.

Insomma, il durante CameraX è nelle mani durante Google – più volte nello concreto, nelle sue abilità durante disporre i compagno dell’biosistema. Non ci resta le quali intersecare le dita.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.