TAR del Lazio sanzioni Antitrust per dovere obsolescenza programmata tra Apple | Web Agency Brescia
7308
post-template-default,single,single-post,postid-7308,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

TAR del Lazio sanzioni Antitrust per dovere obsolescenza programmata tra Apple

TAR del Lazio  sanzioni Antitrust per dovere obsolescenza programmata tra Apple

TAR del Lazio sanzioni Antitrust per dovere obsolescenza programmata tra Apple


Il TAR Lazio si è dichiarato per benemerenza al supplica presentato quanto a Apple ostilmente la punizione dell’Antitrust per dovere obsolescenza prematuro, negando al gigante statunitense la ricerca tra render nullo la saldezza dell’Autorità.

Dopo le segnalazioni dei consumatori condivise quanto a Altroconsumo precisamente nel 2014, si tempo sbarramento nel 2018 l’istruttoria dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato insieme la punizione tra 10 milioni tra euro nei confronti tra Apple per dovere pratiche commerciali scorrette e aggressive consistenti nell’adeguamento dei device senza contraddizioni una opportuna annuncio ai clienti delle conseguenze causate dall’allestimento, in che modo ciò smorzamento istantaneo.

Apple ha di conseguenza caso supplica ostilmente la punizione balzello dall’Antitrust, il TAR Lazio ha rigettato la ricerca riconoscendo per dovere la addietro arco per Italia l’obsolescenza programmata in che modo addestramento scorretta e aggressiva nei confronti dei consumatori.

La saldezza del TAR del Lazio cosa Apple ha adulto e suggerito aggiornamenti del firmware iOS 10 e 10.1.2 per dovere iPhone 6/6Plus/6s/6sPlus, precisamente acquistati dai consumatori, cosa di lì modificavano le caratteristiche funzionali e di lì riducevano per piglio impressionabile le prestazioni, inducendoli per scambio suppergiù la saldezza tra comportarsi all’allestimento tra tali aggiornamenti. “Non prestando un’adeguata sovvenzione ai consumatori per dovere ricostituire la praticità di prima dei telefoni danneggiati dagli aggiornamenti, tra caso Apple di lì ha accelerato il decorso tra rimpiazzo insieme nuovi modelli tra iPhone traendone un profitto vantaggioso” si provvedimento nella saldezza del TAR.

Ivo Tarantino, Head of Public Affairs & Media Relations tra Altroconsumo ha :

“Questa sentenza costituisce un precedente di grande importanza nella storia della lotta contro l’obsolescenza prematura dei prodotti tecnologici. Apple deve finalmente prendersi le sue responsabilità nei confronti di tutti quei clienti che sono stati ingannati per fin troppo tempo e che meritano di essere risarciti. Noi di Altroconsumo siamo lieti di aver contribuito in parte a combattere questa pratica scorretta che non solo danneggia i consumatori ma ha un impatto fortemente nocivo anche sull’ambiente. Riteniamo che ora i consumatori vadano adeguatamente risarciti.”

No Comments

Post A Comment