Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM | Web Agency Brescia
7731
post-template-default,single,single-post,postid-7731,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM


Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

E’ un giorno storico per Apple: come era stato ampiamente previsto dai rumor, la transizione di macOS in ambiente ARM è ormai realtà e la separazione da Intel può avere inizio.

Sebbene la casa di Cupertino non abbia annunciato un nuovo SoC in particolare – ma si sia limitata ad un generico Apple silicon – , ha evidenziato i vantaggi che derivano dalla scelta di progettare internamente l’hardware che troveremo sulle prossime generazioni di Mac. Il primo punto a favore riguarda la possibilità di sfruttare un’architettura condivisa tra tutti i suoi dispositivi – iPhone e iPad in particolare – che permetta quindi il porting rapido di applicazioni da una piattaforma all’altra, il tutto utilizzando lo stesso codice.

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

Ma i vantaggi arrivano anche per quanto riguarda la possibilità di personalizzare il SoC introducendo tutti gli elementi di cui Apple ha bisogno per i suoi prossimi Mac. Tra questi troviamo il Neural Engine, una migliore gestione energetica, GPU ad alte prestazioni (almeno se paragonate alle integrate di Intel), memoria unificata e molto altro ancora.

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

Tutto ciò permetterà ad Apple di offrire nuovi Mac in grado di raggiungere un livello di prestazioni superiore rispetto a quanto offerto dalle attuali soluzioni basate su architettura x86, il tutto senza dimenticare la compatibilità software. Assieme ai nuovi processori, infatti, arriva Rosetta 2, una nuova tecnologia che – come face Rosetta 1 durante la transizione PowerPC-Intel – permetterà l’esecuzione delle applicazioni x86 anche in ambiente ARM.

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

Apple lancia quindi il suo guanto di sfida all’industria dei PC e sceglie una strada più radicale di quella intrapresa da Microsoft. La casa di Cupertino ha infatti annunciato che l’abbandono dei processori Intel coinvolgerà la maggior parte della sua offerta di Mac e avverrà entro 2 anni; da quel momento possiamo aspettarci che tutti i prodotti di punta adotteranno un SoC ARM.

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

Al momento questo passaggio avverrà solo per gli sviluppatori, i quali potranno mettere le mani su una piattaforma di sviluppo basata su Apple A12Z – lo stesso SoC di iPad Pro -, 16GB di memoria RAM e 512GB di memoria interna, in modo da poter cominciare a lavorare sul porting delle applicazioni verso la nuova architettura. Per maggiori dettagli su macOS Big Sur, il primo sistema operativo a portare Mac su ARM, vi invitiamo a consultare l’articolo dedicato.

No Comments

Post A Comment