Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy | Web Agency Brescia
7759
post-template-default,single,single-post,postid-7759,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy

Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy

Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy


Improvvisamente l’offerta di notebook aumentata vertiginosamente, dai modelli pi economici a quelli pi costosi, la scelta certamente pi ampia, anche alla luce di una verit che negli anni ci stata confermata: fanno parte di una categoria intramontabile. Sar che l’interesse per i tablet calato o che l’evoluzione tecnologica ci sta portando delle soluzioni sempre pi leggere, potenti e abbordabili anche sotto il profilo economico, come il Matebook 13 2020 edizione Ryzen 5 che sto provando da alcune settimane.

Huawei ha il vizio di mischiare gli ingredienti e fornire la stessa torta con diverse guarnizioni, ma la cosa non deve esser necessariamente letta sotto una chiave negativa, anche perch il “sapore” finale spesso diverso. Volendo semplificare potremmo quindi asserire che questo non altro che un Matebook D 14 (2020) con display pi piccolino e veste un po’ diversa, ed effettivamente non si andrebbe poi cos lontano.

La verit che ci sarebbe piaciuto tanto vedere su questo Matebook 13 2020 le nuove CPU Ryzen 4000, capaci di offrire un significativo boost di performance sotto tutti i profili, ma siamo rimasti ancorati alla vecchia generazione con un evidente vantaggio: il prezzo competitivo. Anche perch, bisogna ammettere, la nuova piattaforma AMD sta tardando e risulta ancora quasi introvabile.

INDICE

COSTRUZIONE CHE TENTA


Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy

Ci sar anche la stessa CPU ma fuori le differenze con il Matebook D 14 ci sono tutte, dalle finiture alle linee, pi morbide e tondeggianti, questo Matebook 13 mi ricorda ancora il vecchio (ma bello) Macbook da 12 pollici che tanti di voi ricorderanno, solo un po’ pi panciuto. Lo chassis in lega di alluminio lo stesso dello scorso anno, quindi poco pi di 1,3 kg ed un tredici pollici piccolissimo, addirittura pi contenuto di un foglio A4 con altezza di 211 mm, larghezza di 286 mm e spessore di 14,9 mm.

Cornici sottili su pannello laminato, senza interruzioni,e costruzione valida; di certo non un peso piuma come altri modelli pi ricercati visto il chilogrammo e tre, ma ha dalla sua una certa solidit propria di tanti dei notebook Huawei. Diciamo pure che la ricetta non cambiata rispetto allo scorso anno, almeno all’esterno, con il medesimo pannello IPS da 13 pollici con risoluzione 2K e formato 3:2 che fatico a farmi piacere per quest’ultimo dettaglio.

Intendiamoci, un ottimo display, luminoso quanto basta e ben calibrato come gi visto lo scorso anno, ma personalmente prediligo i 16:9 perch tendo a sfruttare spesso due pagine affiancate e mi fa quindi comodo pi spazio orizzontale rispetto a quello verticale. Si tratta di una posizione soggettiva, tanto che all’interno della nostra stessa redazione c’ chi come Davide la pensa in modo completamente diverso.

Ci che colpisce il design di questa macchina, ideata per una fascia medio-alta e adesso “riadattata” e riposizionata pi in basso con questa configurazione hardware. Praticamente impossibile trovare qualcosa di cos curato sotto i 600 euro. Tra i fattori che convincono ci metto anchetastiera e touchpad, entrambe invariate e sempre al top della categoria; la prima retroilluminata, con un’ottimacorsa dei tasti che restano molto ampi e stabili, il secondo preciso, ampio per un 13″, scorrevole pi che mai e con i due tasti ben riconoscibili.

PRESTAZIONI


Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy

L’ascesa di AMD evidente nell’ultimo periodo, tutti passi per i nuovi Ryzen e anche quelli “vecchi” della passata generazione – come in questo caso – di certo non sfigurano. Ci sono naturalmente vantaggi e svantaggi se paragoniamo la Ryzen 3500U all’Intel Core i7-8565U montata sul precedente modello, partiamo cos dai primi citando subito iconsumi: leggermente inferiori in tutti gli scenari, ma spiegher tutto pi avanti nel dettaglio.

Le temperature registrate sia internamente sia esternamente sono sensibilmente pi basse; sulla CPU non si mai andati sopra i 60C anche in condizioni di massimo stress, ci significa che la ventolina deve lavorare meno e in effetti la si sente di rado. In generale una macchina molto silenziosa, il sistema di raffreddamento chiamato a fare quei pochi “straordinari” solo quando si sta lavorando al PC e contemporaneamente la si sta ricaricando (e il passaggio di energia inevitabilmente alza le temperature). Esternamente ho registrato un picco massimo di quasi 39C in corrispondenza della CPU, nulla di drammatico e gran parte della tastiera che rimane invece fresca quanto basta.

Le capacit di elaborazione grafica garantite dalla Radeon Vega 8 sono poi in linea con la controparte GPU Intel UHD620, lo si vede dai benchmark dedicati e pi in generale nelle fasi di gioco o di elaborazione dei contenuti. Questa NON una macchina da gaming e tantomeno la scelta migliore per chi pensa di lavorare su immagini, modellazione 3D e o contenuti video 4K, ma pu essere una buona alternativa per chi alle prime armi e non ha particolari necessit o fretta nella lavorazione.

Possiamo ad esempio giocare a titoli come F1 2018 ma per farlo con la giusta fluidit, ovvero circa 40fps, bisogna optare per la risoluzione HD e dettagli grafici bassi. Per darvi un’idea dei limiti, giocando al massimo dettaglio con risoluzione 2K si difficilmente andati sopra i 16fps. Come ultimo fattore positivo, che esula tuttavia dalla CPU, la scelta delle memorie RAM DDR4 invece delle precedenti LPDDR3, seppur all’orizzonte si vedo solo e soltanto le varianti con 8GB. Rapida l’SSD da 512GB montato, ma se guardate in tabella vi renderete conto che non tiene il passo del modello integrato sulla vecchia versione Intel.

Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy

Passiamo adesso agli svantaggi, ovvero i limiti dimostrati rispetto alla vecchia piattaforma Intel: di sicuro la Ryzen 3500U arranca un po’ sia nei benchmark sia nella rapidit di esecuzione di alcune task pi impegnative, si vede una qualche differenza ma nessuna che sia poi determinante. Sto usando questa macchina come mia principale da ormai tre settimane e sono riuscito a portare a termine praticamente tutte le mie operazioni comuni, dalla scrittura su browser all’utilizzo estensivo di quest’ultimo (sia Edge sia Chrome) con almeno una ventina di schede sempre aperte.

Di sicuro mi servirebbe pi memoria RAM, per il tipo di utilizzo che ne faccio mi trovo infatti spesso al limite con il 75-80% degli 8GB di DDR4 impiegate, cos quando aggiungo una sessione di Photoshop o un breve passaggio su Premiere raggiungo in breve il limite. La versione Intel godeva di uno spunto in pi, vero, ma ad un prezzo fondamentalmente diverso (almeno a listino).

Mi spiace poi che al refresh hardware non sia seguita una revisione delle porte; va bene che due USB Type-C sono utili ma un upgrade sarebbe stato apprezzato: per ricaricare si pu utilizzare solo quella di sinistra, per il passaggio video (quindi il collegamento ad un monitor esterno) solo quella destra. Nessuna delle due Thunderbolt. Insomma le stesse specifiche dello scorso anno con protocollo 3.1 Gen1 con trasferimento dati fino a 5 Gbps.

SCHEDA TECNICA HUAWEI MATEBOOK 13

  • Display: 13.pollici 2160×1440 pixel 3:2 / 200PPI / IPSChi Mei CMN8201
  • CPU: AMD Ryzen 3500U/ GPU Radeon Vega 8
  • Memorie: 8 GB DDR3-2400 MHz/ 256 o 512 GB SSD
  • Connettivit: Wi-Fi ac Intel AC9560 / Bluetooth 5.0 / NFC per Huawei Share
  • Porte: 2x USB-C 3.1 / Jack 3.5 mm / Webcam 720p
  • Batteria: 42 Wh / Alimentatore 65 watt USB-C
  • Dimensioni: 286 x 211 x 14,9 mm / 1,3 Kg
  • Altro: vetro Gorilla Glass/ Lettore impronte digitale

AUTONOMIA


Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy

Temperature pi miti, nonostante siamo appena entrati in estate, ventolina che si sente solo qualche volta e stessa batteria da 41,8 Wh, in pratica una configurazione invariata che gode tuttavia della piattaforma Ryzen 5 e guadagna qualcosa in pi. Nulla di trascendentale, intendiamoci, ma per una macchina cos piccola comunque un buon risultato garantire 5 ore e 25 minuti circa di utilizzo continuativo con una singola carica. Sto parlando dello scenario pi comune, ricapitoliamolo qui insieme agli altri:

  • Produttivit (batteria migliorata) – web browsing (Edge) con circa 16-20 tab aperti, telegram Desktop, qualche video YouTube e connessione in WiFi pesa del 19,6% l’ora
  • Gaming (massime prestazioni) – 30 minuti di gioco a F1 2018, in HD a dettaglio basso ha inciso per il 31%
  • Streaming Netflix HD(risparmio batteria) – scenario pi conservativo che comporta uno scarico del 16,5% circa l’ora, display al 50%

CONCLUSIONI


Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy

Potremmo definirlo come un “X Pro” in formato mini, manca qui tuttavia la potenza di calcolo del fratello maggiore e la scheda grafica dedicata, insomma una destinazione certamente diversa data soprattutto dalla fascia di appartenenza. La versione base del Matebook 13 2020 pu infatti far gola a tantissimi studenti elavoratori che desiderano una soluzione esteticamente accattivante ad un costo accessibile.

Restano tutti i vantaggi delle nuove macchine Huawei come ad esempio il sistema One Hop, che sfrutta NFC e WiFi per trasferire istantaneamente file e contenuti dagli smartphone della casa cinese. Il lettore d’impronte ancora integrato nel pulsante On/Off e fa molto bene il suo lavoro, rapidissimo e capace di offrire quel grado di sicurezza in pi anche per lo sblocco del dispositivo. Insomma tutto il pacchetto classico che si aggiunge a quanto gi detto fino ad ora.

Ammetto che il mio primo approccio stato un po’ contrastato, mi aspettavo infatti qualcosa di pi da questo refresh ma il prezzo “barrato” sin dal primo giorno mi ha fatto cambiare idea, al netto delle buone prestazioni che lo rendono uno dei portatili pi interessanti per questa fascia di prezzo. La variante base parte infatti da 599 con 8GB di RAM e 256GB di storage interno (in omaggio sul sito ufficialeanche un mouse bluetooth e uno zainetto), si passa poi a 699-749 per avere il doppio dello storage, 512GB,come il modello che ho in prova; manca al momento l’opzione per la variante con 16GB di RAM, peccato. A questo prezzo, tuttavia, difficile far di meglio.

Si vocifera il lancio di una versione ulteriore con chip Intel di 10ma generazione, forse anche questa estate, ma chiaro che i prezzi in quel caso saranno necessariamente pi alti, probabilmente sulla soglia dei mille euro come gi visto in passato.

PRO E CONTRO

Recensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy PARTIZIONAMENTORecensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy USB-C LIMITATERecensione Huawei Matebook 13 con Ryzen 5: a 599 euro un best buy SOLO VARIANTE CON 8GB DI RAM

VIDEO

No Comments

Post A Comment