YouTube record: video K-pop visto 82,4 milioni di volte in 24 ore | Web Agency Brescia
7822
post-template-default,single,single-post,postid-7822,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

YouTube record: video K-pop visto 82,4 milioni di volte in 24 ore

YouTube record: video K-pop visto 82,4 milioni di volte in 24 ore

YouTube record: video K-pop visto 82,4 milioni di volte in 24 ore


C’è un nuovo record su YouTube, e viene dalla Corea del Sud. Il video How You Like That del gruppo K-pop Blackpink è stato guardato da 82,4 milioni di persone. In 24 ore. Il successo registrato ha dell’incredibile, considerando che il record precedente spettava ad un’altra band del Paese, i BTS, che nel 2019 erano arrivati a 74,6 milioni di visualizzazioni in un giorno solo.

Record nel record, tra l’altro, visto che How You Like That è il video che su YouTube ha raggiunto 100 milioni di view in meno tempo (dopo 30 ore era già a 94 milioni, ora è addirittura a 121 milioni). Il gruppo femminile delle Blackpink – popolarissimo in Patria, decisamente meno alle nostre latitudini – non è nuovo a questo tipo di performance, visto che già lo scorso anno (prima della performance dei BTS) recriminavano il record di visualizzazioni in 24 ore con il brano Kill This Love. In quel caso le visualizzazioni erano state solo 56,7 milioni.

Il numero di view di un video su YouTube nel primo giorno di pubblicazione è un parametro importante per valutare il successo di un contenuto, e ancor di più per stimarne la sua profittabilità. Il modo in cui si conteggiano le visualizzazioni nelle prime 24 ore è stato perfezionato nel tempo da Google, che per i brani musicali non considera più le view pubblicitarie a pagamento al fine di rendere il risultato finale più veritiero.

In questo periodo di emergenza sanitaria YouTube non è stato utilizzato dagli utenti solamente per video musicali o di intrattenimento: basti pensare all’incremento del 75% delle visualizzazioni delle notizie che hanno permesso alla popolazione mondiale di restare informata durante il lockdown. Come per tutte le piattaforme social, però, incombe il rischio fake news, e anche YouTube non ne è affatto immune.

No Comments

Post A Comment