Apple pensa a una tastiera più resistente con LED RGB modificabili | Brevetto | Web Agency Brescia
7876
post-template-default,single,single-post,postid-7876,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Apple pensa a una tastiera più resistente con LED RGB modificabili | Brevetto

Apple pensa a una tastiera più resistente con LED RGB modificabili | Brevetto

Apple pensa a una tastiera più resistente con LED RGB modificabili | Brevetto


Apple ha provato di recente a stravolgere le tastiere dei suoi portatili, ma alla fine ha fatto marcia indietro: i nuovi MacBook, a partire dal Pro 16″, montano la nuova “Magic Keyboard” con meccanismo a forbice, e hanno quindi abbandonato quello a farfalla introdotto anni fa e che – oltre ad offrire una corsa dei tasti per molti utenti troppo breve – si è rivelato presto fragile e inaffidabile, costringendo Cupertino a garantirne la riparazione gratuita.

Il brevetto di cui vi parliamo oggi, depositato da Apple presso l’USPTO nel maggio 2019 e registrato proprio oggi, 2 luglio 2020, descrive un cambiamento che interessa sempre la tastiera, sì, ma non il suo funzionamento meccanico. In questo caso, il problema da risolvere è di natura funzionale ma anche estetica: il documento parla infatti di come i tasti siano sottoposti nell’arco di anni a centinaia di migliaia o addirittura milioni di interazioni e sollecitazioni. Questo significa che, gradualmente, la finitura va a deteriorarsi, specie in quelle soluzioni che sarebbero più gradevoli alla vista. Al contempo, l’esigenza di progettare dispositivi sempre più sottili e compatti può essere un altro fattore di indebolimento, laddove porti a tasti di dimensioni ridotte, e quindi capaci di garantire una minore stabilità strutturale.

Per tutte queste ragioni, Apple nel brevetto propone una soluzione che prevede l’impiego di materiali trasparenti come il vetro – ma anche la plastica – per la parte superiore dei tasti: al di sotto di questa calotta protettiva verrebbero poi incisi i caratteri, che così non sarebbero sottoposti ad usura. Si tratta di una soluzione che, inoltre, permetterebbe di illuminare una zona più ampia del tasto, o anche l’interezza della sua superficie, non limitandosi al solo carattere e permettendo di cambiare a piacimento il colore del LED RGB e l’intensità dell’illuminazione. Anche se dubitiamo che Apple possa mai rilasciare un MacBook con tastiera arcobaleno e tutte quelle opzioni “tamarre” tipiche dei PC da gaming, vi piacerebbe vedere sui prossimi modelli una tastiera così?

No Comments

Post A Comment