Recensione Fire HD 8 2020: un tablet, o meglio un portale sul mondo Amazon | Web Agency Brescia
7878
post-template-default,single,single-post,postid-7878,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Recensione Fire HD 8 2020: un tablet, o meglio un portale sul mondo Amazon

Recensione Fire HD 8 2020: un tablet, o meglio un portale sul mondo Amazon

Recensione Fire HD 8 2020: un tablet, o meglio un portale sul mondo Amazon


Amazon ha rinnovato la sua generazione di tablet, presentando il nuovo Fire HD 8 2020. Si tratta, più che altro, di un aggiornamento della versione 2018 con alcune piccole migliorie, come l’aumento della RAM, lo storage raddoppiato e una batteria più performante, che promettono prestazioni aumentate del 30%.

Come sempre, per questa linea, il pezzo forte è il prezzo: con 99,99 euro ci si porta a casa la versione base da 32 GB, mentre con 129,99 euro quella da 64 GB, a cui bisogna aggiungere 15 euro se si preferisce la versione senza la pubblicità delle offerte speciali che appare quando il dispositivo è in stand-by.

Insomma un buon affare per un tablet entry level da 8 pollici, dall’aria abbastanza resistente anche se non particolarmente ricercata dal punto di vista del design. Vale la pena acquistarlo? Risposta breve: se avete l’abbonamento ad Amazon Prime, e siete alla ricerca di una soluzione ibrida a buon mercato, forse sì. Per la risposta lunga, vi lascio alla mia esperienza d’uso.

INDICE

DISPLAY ATTIRA IMPRONTE


Recensione Fire HD 8 2020: un tablet, o meglio un portale sul mondo Amazon

Per capire se il prodotto fa al caso vostro, è utile partire dalle specifiche. Lo schermo IPS da 8 pollici ha una risoluzione da 1280×800 pixel e 189 ppi; i colori non sono particolarmente vividi né i neri particolarmente profondi, ma all’aperto si riesce a leggere bene grazie alla presenza di un filtro polarizzante. Va bene anche per gli Ebook, anche se alla lunga risulta più stancante rispetto alla tecnologia e-paper propria dei Kindle, studiata appositamente per somigliare quanto più possibile a un libro stampato vero e proprio.

Lo schermo è protetto da un vetro, mentre il resto della scocca è in materiale plastico; manca il trattamento oleofobico, per cui risulta particolarmente prono a ricoprirsi di impronte. Di dimensioni abbastanza maneggevoli – si parla di 20x13cm e 9,7mm di spessore – pesa 335 grammi e risulta abbastanza leggero: la sensazione è di avere a che fare con un prodotto basic, non particolarmente accattivante dal punto di vista del design ma abbastanza robusto.

Anche i pulsanti sono quelli essenziali: sul lato destro si trovano il bilanciere del volume, il tasto di accensione, la porta USB-C e il jack stereo da 3,5 mm; in basso c’è lo slot per espandere la memoria con una microSD fino a 1 TB, mentre in alto, dove generalmente non si rischia di coprirle con le mani, ci sono le due griglie per gli altoparlanti stereo, che restituiscono un audio di media qualità.

HARDWARE E SOFTWARE


Recensione Fire HD 8 2020: un tablet, o meglio un portale sul mondo Amazon

All’interno, la dotazione non brilla per prestazioni: il processore Mediatek quadcore da 2 GHZ consente un utilizzo base del dispositivo, dalla navigazione al controllo della posta, dalla gestione degli account social alla visione di un film in streaming, entrando tuttavia in difficoltà con le applicazioni più pesanti.

La RAM da 2 GB, migliorata rispetto a quella da 1,5 GB presente sulla versione precedente, è accompagnata da uno spazio di storage raddoppiato, disponibile, come anticipato, nella versione da 32 GB o da 64 GB. Presenti due fotocamere, una posteriore e una anteriore, entrambe da 2 MP. Dal punto di vista della connettività, Fire HD 8 supporta WiFi dual band e Bluetooth 5.0 LE, mentre in quanto a sensori ha quello di luce ambientale e un accelerometro, mentre mancano GPS, giroscopio e bussola.

Il sistema operativo proprietario è Fire OS nella versione 7.3.1.4. Pur essendo basato su Android, manca però il Play Store, sostituito da un App Store targato Amazon che offre molte delle app più usate, da Netflix a Spotify, da Facebook a Twitter; assente però l’app di YouTube, servizio a cui è necessario accedere tramite il browser Amazon Silk, sviluppato a partire da Chromium.

CONCLUSIONI


Recensione Fire HD 8 2020: un tablet, o meglio un portale sul mondo Amazon

L’ultimo arrivato tra le file dei tablet Amazon è un prodotto un po’ particolare. Se ci si aspetta di confrontarlo con qualsiasi altro tablet in commercio, lo scontro diventa impari: la dotazione hardware non sta al passo con quelle della concorrenza, il touch screen non è particolarmente reattivo e per caricare i contenuti ci vogliono alcuni secondi più del solito.

Per inquadrarlo, è necessario cambiare prospettiva: non va considerato alla stregua degli altri tablet, ma come un prolungamento dei servizi Amazon. Praticamente, è un portale sull’ecosistema di Jeff Bezos, strettamente legato all’account Amazon.

Lo si può vedere anche navigando tra le pagine della Home che presenta 7 schermate, ognuna dedicata a un servizio specifico, da Amazon Prime Video, a Prime Music, al cloud di Amazon Photos (su cui è possibile caricare le foto scattate col tablet), per finire con Prime Reading, che fornisce una biblioteca di libri disponibili gratuitamente, anche se meno vasta dell’offerta di Kindle Unlimited.

Il Fire HD 8 dunque acquisisce un senso solo se associato a un account Amazon Prime, che permette di sfruttarne appieno tutti i vantaggi. Detto ciò, è una soluzione ibrida che può essere l’ideale per chi legge molti e-book ma che vorrebbe qualcosa in più di un Kindle, in grado, all’occorrenza, di riprodurre anche film e serie tv dal catalogo Amazon su un dispositivo di dimensioni adeguate.

A maggior ragione, il best buy per eccellenza da questo punto di vista sarebbe, a dire il vero, la versione Fire HD 8 Plus. Disponibile al momento negli Stati Uniti ma non sul mercato italiano, ha la possibilità della ricarica wireless e, soprattutto, di acquistare una docking station che la trasforma in un Amazon Echo Show. In pratica, con 140 dollari ci si porta a casa un tablet che diventa anche smart speaker, con display collegato ad Alexa: un’opzione, questa sì, davvero interessante.

VIDEO

No Comments

Post A Comment