Intervallo | Red Mirror: il futuro della tecnologia si scrive in Cina | Web Agency Brescia
7925
post-template-default,single,single-post,postid-7925,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Intervallo | Red Mirror: il futuro della tecnologia si scrive in Cina

Intervallo | Red Mirror: il futuro della tecnologia si scrive in Cina

Intervallo | Red Mirror: il futuro della tecnologia si scrive in Cina


Intervallo | Red Mirror: il futuro della tecnologia si scrive in Cina

La Cina del 2020 non è più, soltanto, la fabbrica del mondo, e “Made in China” non è più sinonimo di prodotti di qualità scadente, ma anche di produzione tecnologica avanzatissima. E la tecnologia, in Cina, pervade la vita di tutti i giorni in modi che noi, in Occidente, non abbiamo ancora mai vissuto e di cui non ci rendiamo neppure conto.

La Cina è anche un paese autoritario, con un potere centrale che governa e controlla, spesso grazie proprio a quelle tecnologie così diffuse e alla raccolta di immense quantità di dati. Il tutto nel nome di un patto sociale che in cambio di un’invasione costante della privacy offre sicurezza, stabilità e crescita economica. Ma per quanto può prosperare questo sistema, con tutte le sue contraddizioni? Dobbiamo aspettarci che il presente della tecnologia in Cina sia anche il nostro futuro?

Di questo e di molto altro parliamo in questa puntata dell’Intervallo in compagnia di Simone Pieranni, Caporedattore de Il Manifesto, fondatore dell’agenzia di stampa China Files e soprattutto autore per Laterza di “Red Mirror, il nostro futuro si scrive in Cina”.

Nel suo saggio Pieranni racconta la pervasività di WeChat, l’app “sistema operativo” con cui in Cina si fa tutto, la crescita delle tante “Silicon Valley” cinesi, l’afflato con cui investitori, scienziati, ricercatori e imprenditori cinesi seguono la via indicata dal potere centrale, gli ingenti investimenti negli ambiti della ricerca e dello sviluppo.

COME SEGUIRE INTERVALLO

Intervallo è su Spreaker, nostro partner tecnico per la distribuzione e su tutte le piattaforme di podcasting.

Potete seguire la pecora iscrivendovi su:

Siamo anche su YouTube, con un canale di cui ancora non conosciamo bene la forma e la natura, ma da cui intanto ci potrete già audiovedere ogni settimana (se preferite questa forma di ascolto). Iscrivetevi subito per non perdere nemmeno una puntata.

Ci trovate infine anche su Instagram come #Intervallopod: da bravi aspiranti influencer condivideremo spezzoni, dietro le quinte, idee e spunti attraverso i nostri post e le nostre stories.

L’autore

Intervallo è ideato e prodotto da Andrea Nepori, giornalista freelance esperto di tecnologia, innovazione e culture digitali. Oltre ad HDBlog, collabora con La Stampa, Domus, Vanity Fair, Il Foglio Innovazione. Vive a Berlino. Con Lorenzo Paletti conduce anche Ultima Fila, un “folle podcast” sul dietro le quinte della scena italiana del giornalismo tech.

Puoi seguire Andrea su:

No Comments

Post A Comment