Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze | Web Agency Brescia
7952
post-template-default,single,single-post,postid-7952,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze

Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze

Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze


Oggi vi propongo la recensione di un gimbal elettronico per smartphone, si chiama Moza Mini S ma proveremo ad avere un approccio diverso, frutto anche degli scenari che ci siamo trovati a vivere negli ultimi mesi.

Smartphone con 5 fotocamere, stabilizzazione ottica, elettronica, zoom periscopici e la promessa di riuscire a farci diventare tutti registi, report o vlogger se condividere ogni momento della vostra giornata in video è la mission che vi siete dati. La realtà dei fatti è che per quanto il vostro dispositivo sia tecnologicamente avanzato, la fantasia e la mano che sta dietro all’obbiettivo è sempre la cosa più importante e quello che fa assolutamente la differenza tra una foto Instagrammata e una bella foto.


Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze




Apple
27 Giu


Le fotocamere di uno smartphone però non sono solo uno strumento che ci permette di immortalare dei momenti, ma sono spesso e volentieri il mezzo migliore per comunicare. Che sia per lavoro, con amici, per vedere la propria compagna o compagno o ancora per condividere con familiari o parenti la crescita dei bimbi, gli smartphone sono oggi lo strumento più facile, immediato e flessibile per vederci.

Il Lockdown (spettro di un recente passato) ha costretto moltissimi di noi a rifugiarsi all’interno dei dispositivi mobili per vedere persone che fino a poche settimane prima semplicemente frequentavamo quotidianamente. Dunque Zoom, Skype, Meet, Team e tutti i migliori programmi per videochiamare sono stati installati all’interno dei nostri dispositivi ma c’è sempre stato, soprattutto in ambito lavorativo, un problema: dove appoggio il telefono per non avere un’inquadratura assurda?

UN GIMBAL REINTERPRETATO


Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze

Come avrete capito dall’introduzione, nonostante in questa recensione si parli del Moza Mini S, uno dei migliori Gimbal che abbia provato fino ad oggi, ho deciso di avere un approccio iniziale molto diverso e forse meno banale.

Considerando il costo di 63€ in offerta lampo (quindi abbastanza frequente anche se non in questo periodo), il Moza Mini S diventa quasi sensato anche solo come supporto per le chiamate da smartphone. Si tratta chiaramente di una forzatura, ma nei tre mesi passati a videochiamare chiunque per circa 3 ore al giorno di media, mi sono reso conto di come il 70% circa delle persone preferisca usare lo smartphone se non ci sono contenuti da condividere su schermo, ma non sanno dove appoggiarlo.

Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze
Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze

Moza Mini S riprende il concetto introdotto dal DJI Osmo Mobile 3 e lo porta ad un livello ancora migliore grazie al rapporto qualità/prezzo veramente eccellente. Non solo si richiude e diventa molto piccolo, ma è studiato in modo tale per cui è possibile tenere lo smartphone orizzontale o verticale, non c’è alcun impatto sulle connessioni USB o Jack audio che possono essere utilizzate senza problemi e non ci sono pressioni involontarie dei tasti laterali grazie alle scanalature presenti nel supporto stesso.

Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze

Caratteristiche che possono sembrare scontate, banali ma che vi assicuro sono molto ma molto difficili da trovare tutte insieme e ad un prezzo cosi contenuto. A chiudere il cerchio troviamo poi un treppiede, venduto in confezione con attacco a vite classico che, tornando al discorso iniziale, permette di rendere il Moza Mini S il perfetto supporto da scrivania per smartphone per videochiamate professionali.

STABILIZZAZIONE e USO IN ESTERNA


Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze

Se non vi avessi ancora convinto e non aveste ancora visto il video, un altro aspetto interessante del Moza è l’ottima qualità costruttiva che si unisce alla leggerezza ed estrema efficacia del prodotto. Non fa miracoli, o meglio, è comunque un Gimbal come molti altri nell’utilizzo generale e permette quindi di avere una maggiore stabilizzazione, movimenti fluidi e controllo superiore del nostro smartphone durante la realizzazione di video. Ha però un grado di movimento enorme e se non avete device troppo grandi, potreste fare praticamente il giro del campo visivo sia sull’asse orizzontale, sia su quella verticale.

A differenza di altri prodotti però, è ben studiato e ha un pad centrale multidirezionale che rende i movimenti del gimbal estremamente fluidi e naturali. Si avrà da subito una familiarità ottima con il prodotto e tutto sarà molto naturale. Il grilletto posteriore permette poi un “reset” della posizione facendo tornare allo stato di allineamento perfetto il sistema.

Inoltre il Moza Mini S supporta smartphone molto pensanti, fino a 260 grammi e ho provato con Rog Phone 2 senza avere alcun problema in praticamente tutte le posizioni.

APPLICAZIONE


Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze

Moza Mini S ha anche una sua applicazione proprietaria che però non mi ha convinto molto. Si tratta di un software che, collegandosi via bluetooth al Gimbal, vi consente di usare i tasti presenti sul manico per avviare registrazione video, scattare foto, cambiare impostazioni o ancora gestire le varie opzioni presenti nei menu con anche il cambio di risoluzione e framerate.

Su Android però si hanno settaggi molto generici e non tutti funzioneranno con il vostro device vista l’enorme varietà di smartphone Android in commercio. In generale io ho sempre preferito usare l’applicazione fotocamera classica del telefono unita al Gimbal avviando la registrazione tramite il touch screen.

CONCLUSIONI


Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze

Moza Mini S è stato il mio compagno di “viaggio” degli ultimi 3 mesi. Ormai lo porto sempre con me grazie alla sua dimensione veramente contenuta una volta piegato. L’utilizzo in ufficio come supporto può sembrare assurdo, eppure lo trovo talmente azzeccato e comodo che ormai è fisso sulla mia scrivania (e magari lo avrete visto in qualche video).

In esterna diventa molto comodo sopratutto grazie all’enorme versatilità e al grado di rotazione verticale e orizzontale davvero ampio. Con Galaxy S10e si riesce a riprendere praticamente a girare completamente permettendo di realizzare video Selfie con la fotocamera posteriore senza alcun problema. Con prodotti più grandi potreste avere qualche grado di liberà in meno ma è comunque studiato benissimo. Insomma, se lo trovate in offerta lampo a circa 60€, difficile non acquistarlo anche per usi non propriamente classici da stabilizzatore meccanico.

Moza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze APPLICAZIONE NON PERFETTA SU ANDROIDMoza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze PAD CENTRALE UN PO’ TROPPO SENSIBILEMoza Mini S: un Gimbal tutto fare perfetto anche per videoconferenze COMPATIBILE SOLO CON SMARTPHONE

VIDEO

No Comments

Post A Comment