SpaceX Crew Dragon, inizia il rientro sulla Terra: arrivo previsto alle 20:48 | Web Agency Brescia
8347
post-template-default,single,single-post,postid-8347,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

SpaceX Crew Dragon, inizia il rientro sulla Terra: arrivo previsto alle 20:48

SpaceX Crew Dragon, inizia il rientro sulla Terra: arrivo previsto alle 20:48

SpaceX Crew Dragon, inizia il rientro sulla Terra: arrivo previsto alle 20:48


E’ iniziato il viaggio di ritorno sulla Terra della Crew Dragon di SpaceX con a bordo Bob Behnken e Douglas Hurley, i due astronauti che hanno trascorso due mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale. Lo “splashdown”, il vero e proprio impatto in mare, è previsto per le 20.48 ora italiana. Tutta la fase di rientro, come al solito, potrà essere seguita in diretta streaming.

Durante la permanenza sulla ISS, i due astronauti della NASA hanno eseguito 4 passeggiate spaziali ed installato nuove batterie all’esterno della stazione. L’area di splashdown è stata decisa 6 ore prima della partenza. Attualmente le condizioni meteo al largo delle coste della Florida sono buone.

Lo sgancio dalla ISS è avvenuto con con due brevi accensioni dei motori a cui sono seguite altre 4 spinte che hanno avviato il ritorno verso casa. Durante il processo di rientro la capsula sarà sottoposta a temperature fino a 1.950 gradi Celsius, condizioni estreme che saranno attutite dallo scudo termico utilizzato da SpaceX.

Quando la Crew Dragon arriverà a circa 5,5 km dalla superficie terrestre, si dispiegherà il primo paracadute, seguito da altri due che si apriranno a circa 2 km di altezza. Una volta che l’ammaraggio sarà avvenuto, i due astronauti dovranno attendere tra 30 e 60 minuti per essere recuperati, le tempistiche risentiranno in questo caso delle condizioni dell’oceano.

A recuperare capsula e astronauti ci penseranno le due navi Go searcher e Go Navigator, così dopo una fase di controllo in loco, un elicottero trasporterà a Cape Canaveral i due membri dell’equipaggio, per un successivo ritorno a casa.

No Comments

Post A Comment