We Charge: sono 10.000 i punti di ricarica in Italia del nuovo servizio di Volkswagen | Web Agency Brescia
8335
post-template-default,single,single-post,postid-8335,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

We Charge: sono 10.000 i punti di ricarica in Italia del nuovo servizio di Volkswagen

We Charge: sono 10.000 i punti di ricarica in Italia del nuovo servizio di Volkswagen

We Charge: sono 10.000 i punti di ricarica in Italia del nuovo servizio di Volkswagen


Volkswagen lancia ufficialmente anche in Italia il servizio di ricarica We Charge. Grazie alla tessera che sarà disponibile da settembre, i clienti italiani potranno accedere a oltre 10.000 punti di ricarica nel Paese, pari a circa il 75% di quelli presenti grazie ad una serie di accordi con gli operatori. Il tutto attraverso tariffe dedicate che valgono pure per la rete Ionity. In Europa, invece, i clienti elettrici di Volkswagen potranno avere accesso ad oltre 150.000 punti di alimentazione.

We Charge offre anche numerose funzioni digitali legate all’ecosistema di ricarica utilizzabili tramite We Connect ID., l’applicazione per smartphone dedicata alla mobilità elettrica. Gli utenti possono facilmente localizzare tutti i punti di ricarica We Charge disponibili e conoscerne lo stato di funzionamento e le tariffe.

Il servizio di ricarica per auto elettriche debutterà ufficialmente con la compatta elettrica ID.3 che arriverà nelle mani dei primi clienti nel corso del mese di settembre. Poter disporre di un unico strumento per poter accedere alla maggior parte delle infrastrutture di ricarica è fondamentale per rendere più semplice l’utilizzo delle auto elettriche e convincere sempre più persone a scegliere questa forma di mobilità. Molti, infatti, sono “spaventati” dalla necessità di doversi dotare di svariate tessere ed app per poter fare il pieno di energia.

Ovviamente, per favorire la crescita della mobilità elettrica è necessario anche che l’infrastruttura cresca rapidamente, soprattutto con l’installazione di molti più punti di ricarica rapida che possano agevolare gli spostamenti su lunghe distanze.

No Comments

Post A Comment