Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere! | Web Agency Brescia
8465
post-template-default,single,single-post,postid-8465,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!

Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!

Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!


Nella recensione dello scorso anno avevamo apprezzato tantissimo LG Gram 17 perché ci aveva colpito la sua incredibile leggerezza in un corpo così ampio e con un grande display per lavorare. A gennaio abbiamo visto in anteprima al CES 2020 il nuovo modello con processori intel di decima generazione ma si è dovuto aspettare il mese di maggio prima dell’arrivo ufficiale anche sul mercato italiano. In questa recensione vi parlo della versione più grande, da 17 pollici, e vediamo cosa è cambiato e sopratutto se conviene passare al nuovo modello.

INDICE

COSTRUZIONE E DISPLAY


Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!

La struttura è identica alla precedente versione con un corpo interamente realizzato in lega di magnesio per renderlo leggero ma allo stesso tempo resistente ai graffi e ammaccature. LG ha realizzato questo portatile pensando ad un prodotto in grado di offrire un grande display su cui lavorare comodamente abbinato ad un peso estremamente contenuto, ottimo per trasportarlo con serenità.

Gram 17 2020 ha un peso di solo 1 kilo e 300 grammi che essendo distribuito su una così grande superficie fa quasi impressione quando lo si prende in mano per la prima volta. Siamo sempre stati abituati a vedere schermi così grandi su pc da gaming, spesso caratterizzati da un peso superiore ai 3 / 4 kg. Il computer di LG è invece un ultrabook “vitaminizzato” con un peso paragonabile a un portatile da 13 pollici.

Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!

Lo schermo è lo stesso dello scorso anno con una diagonale di 17 pollici e risoluzione 2560 x 1600 pixel. Le proporzioni 16:10 lo rendono funzionale per gestire documenti e più finestre contemporaneamente. Il pannello utilizzato è un classico LCD IPS con una discreta accuratezza nella riproduzione dei colori: non è adatto a fare lavori di correzione colore professionali ma si può usare tranquillamente a livello amatoriale.

Sebbene la visione di contenuti multimediali sia molto gradevole, l’unico difetto che ho riscontrato risiede nel trattamento della superficie perché, essendo totalmente lucido, spesso si vanno a creare riflessi fastidiosi se si lavora in ambienti con molte sorgenti di luce. Avrei gradito maggiormente un display opaco anche perché non abbiamo nessuna funzionalità touch che ci obbliga ad avere un display lucido.

Rispetto all’alluminio il magnesio è molto più flessibile, ma ho notato che quest’anno il coperchio risulta leggermente più robusto rispetto al Gram 17 del 2019. Sebbene la deformazione dello schermo sia ancora vistosa non è un dettaglio che va a inficiare sulla qualità generale del prodotto. È semplicemente frutto del materiale utilizzato e soprattutto della ampia diagonale dello schermo.

Se doveste avere occasione di provare questo portatile non lasciatevi ingannare dal tatto, la prima sensazione potrebbe ingannarvi e farvi pensare che si tratti di un materiale scandente in plastica. La lega di magnesio è invece molto più resistente di quanto ci si possa aspettare. Gram 17 ha infatti superato con successo il rigoroso test militare per lo standard MIL-STD-810G che ne accerta la resistenza a 7 fattori di rischio quali:

  • Urti
  • Temperature elevate
  • Polvere
  • Nebbia salina
  • Bassa pressione
  • Basse temperature
  • Vibrazioni

HARDWARE


Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!

La cosa che maggiormente è cambiata rispetto alla vecchia edizione è la piattaforma hardware. Si è passati alla decima generazione dei processori Intel. Noi abbiamo testato la configurazione più equilibrata, dotata di processore Core i5 1035G7 accompagnato da 8 GB memoria RAM e 512 GB di spazio di archiviazione, ma è disponibile anche un modello più potente con i7 1065G7 e 16 GB di RAM.

Gli scorsi mesi abbiamo avuto modo di testare altri notebook con questi chip, magari anche con prestazioni migliori, ma il Gram 17 è stato progettato per portare a termine operazioni leggere, senza rinunciare alla velocità nei task quotidiani ma puntando sempre ad una durata della batteria molto elevata. Per questo motivo l’implementazione dei processori risulta molto conservativa: non si va mai consumare più di 15 watt, solo per pochi istanti, e questo ovviamente incide negativamente sulle prestazioni ma positivamente sulla autonomia.

Questo non vuol dire che stiamo parlando di un prodotto scadente, anzi, lavorare con questo notebook LG è sempre piacevole e il sistema risulta reattivo in tutte le occasioni. Se però necessitate di un prodotto che vi permetta di montare video in 4K o di gestire render e modellazione 3D allora non è questa la soluzione per voi.

Abbiamo anche una nuova scheda video Intel Iris Plus che sulla carta è più potente delle Intel UHD ma non essendo questo un portatile pensato per giocare si può usare solo con qualche titolo datato o molto leggero come Overwatch, Fortnite o Rocket League. Ovviamente non si può tenere la risoluzione massima o i dettagli elevati ma si può comunque godere una esperienza discreta per qualche minuto di svago occasionale.

Nonostante le evidenti limitazioni energetiche si riesce ad apprezzare un miglioramento della rapidità di sistema nelle operazioni quotidiane, quelle più adatte al Gram 17 2020 dove riesce a dare il meglio di se. La maggior potenza della decima generazione Intel trova riscontro anche nei benchmark sintetici come Cinebench o 3D Mark. Ho gradito la presenza di una nuova SSD che non è più una Sata3 ma NVMe quindi capace di raggiungere velocità ben più elevate.

TASTIERA E TRACKPAD


Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!

È stata rinnovata anche la tastiera che ora sul modello da 17 pollici risulta leggermente più larga e con tasti maggiormente spaziati tra di loro. La scrittura e il layout sono molto comodi ma ci sono due aspetti che sono ancora un po’ difficili da digerire:

  • la corsa dei tasti è abbastanza lunga ma affondano troppo facilmente , offrendo un feedback alla pressione poco deciso, ben lontano dai notebook Lenovo che ad oggi risultano avere le migliori tastiere per la scrittura su portatile;
  • il tasto invio ha un forma insolita ed è più piccolo rispetto alla norma. Non occupa come di consueto due righe ma è leggermente allungato in orizzontale e sopra di lui troviamo il tasto della ù accentata. Nei primi giorni d’uso sbagliavo spesso durante la digitazione ma già dopo una settimana stavo iniziando ad adattarmi alla forma differente.

In fin dei conti è una tastiera promossa e comoda con la quale non avrete problemi ma dovete tenere in considerazione una periodo di adattamento di qualche giorno prima di poterla sfruttare al meglio. Mi è piaciuto il lettore per il riconoscimento delle impronte sul pulsante d’accensione: funziona tramite Windows Hello ed è sempre molto preciso e rapido.

Non ho nessuna critica da muovere nei confronti del trackpad che mi è piaciuto fin dal primo secondo in cui l’ho utilizzato. Sfrutta i driver di Microsoft Precision quindi c’è il pieno supporto alla gestures con più dita, il puntamento è molto preciso e il dito scorre bene. Se proprio dovessi trovare un difetto, o comunque un qualcosa su cui si potrebbe ancora migliorare, allora avrei gradito che fosse leggermente più ampio. Il poggia-polsi è decisamente spazioso e si sarebbe potuto integrare un touchpad più grande, specialmente nel modello da 17 pollici.

AUDIO, BATTERIA E PORTE


Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!

Purtroppo rimangono uguali anche gli speaker che risultano molto piccoli e sottodimensionati rispetto allo chassis del notebook. Il volume è abbastanza basso e soprattuto c’è una quasi totale assenza di frequenze basse. In una prossima edizione questo è sicuramente un aspetto che vorremmo vedere migliorato.

Cambia anche la batteria, che passa di 72 Wh del Gram 2019 agli 80 Wh del 2020. Si ha un leggero miglioramento dell’autonomia ma anche lo scorso anno i risultati erano ottimi e si poteva arrivare ad ottenere fino a 10 ore di uso continuativo con schermo al 50% di luminosità. La nuova edizione replica questi risultati e impiega circa 2 ore e mezza a ricaricarsi completamente.

Le porte rimangono invariate con 3 USB 3.1 Type A, una Type C con supporto Thunderbolt 3, un Jack Audio 3.5 mm per collegare cuffie o microfono, un lettore di carte Micro-SD, una HDMI a grandezza standard e purtroppo ancora il connettore proprietario per la ricarica. Si può comunque usare la type c per caricare il notebook ma mi dispiace che a metà 2020 non sia ancora incluso un alimentatore con tipo C di fabbrica.

CONCLUSIONI E PREZZI


Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere!

Siamo giunti alle conclusioni e avrete ormai capito che non si tratta di un dispositivo economico, anche se, rispetto allo scorso anno, partiamo dia un prezzo che mi ha stupito positivamente. Siamo ben oltre i mille euro ma, considerato anche i circa 1700 euro del modello precedente, pensavo peggio. La variante che abbiamo testato noi con processore i5, 8 GB di RAM e 512 di storage attualmente si trova su Amazon a 1399 euro mentre si sale a 1599 per il modello con i7, 16 GB di RAM ma sempre 512 GB di spazio di archiviazione. Avrei sicuramente apprezzato l’utilizzo di una memoria da 1 TB nel modello top di gamma, ma potrei anche accontentarmi di soli 512 perché comunque è presente un secondo slot per l’espansione.

In definitiva il Gram 2020 ci è piaciuto perché non viene stravolto nel concetto e riesce a mantenere intatta la sua filosofia di ultrabook per lavorare. Capisco che possa spaventare vedere il coperchio flettere così vistosamente o non avere tanta potenza a disposizione, ma dobbiamo pensare che si tratta di un dispositivo unico nel suo genere e pensato per un preciso pubblico che sicuramente valuta come caratteristica primaria il fatto che sia così leggero e con un ampio display, anche a discapito delle prestazioni.

Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere! Connettore proprietarioRecensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere! Speaker scadentiRecensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere! Eccessiva flessione display

Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere! LG Gram 15Z90N, Display 15,6 FullHD IPS, 1920×1080, Intel Core i5-1035G7, RAM 8GB DDR4, SSD 256GB, Batteria 80Wh (Fino a 18.5 Ore), Windows 10 Home (64 bit), Tastiera Italiana, Peso 1120 g, Argento

Recensione LG Gram 17 2020, rinnovato ma sempre unico nel suo genere! LG Gram 17Z90N, Display 17 QHD 16:10 IPS, 2560×1600, Intel Core i5-1035G7, RAM 8GB DDR4, SSD 512GB, Batteria 80Wh (Fino a 17 Ore), Windows 10 Home (64 bit), Tastiera Italiana, Peso 1350 g, Argento

VIDEO

No Comments

Post A Comment