Intel Tiger Lake-U: nuovi dettagli sull'architettura CPU a 10nm+ | Web Agency Brescia
8493
post-template-default,single,single-post,postid-8493,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Intel Tiger Lake-U: nuovi dettagli sull’architettura CPU a 10nm+

Intel Tiger Lake-U: nuovi dettagli sull'architettura CPU a 10nm+

Intel Tiger Lake-U: nuovi dettagli sull’architettura CPU a 10nm+


I processori per notebook Intel Tiger Lake-U sembrano finalmente essere in dirittura d’arrivo e, a distanza di circa 8 mesi dalle prime apparizioni al CES di Las Vegas, debutteranno ufficialmente il 2 di settembre in un evento virtuale.

In attesa della presentazione, in rete si possono reperire diverse informazioni su caratteristiche e prestazioni dei nuovi Core di 11a generazione, a queste si aggiungono oggi ulteriori dettagli che riguardano l’architettura e le migliorie che il produttore sarebbe riuscito ad ottenere dal suo processo produttivo a 10 nanometri ottimizzato (10nm+).

Secondo il report di Videocardz, uno dei miglioramenti sostanziali riguarda proprio il nodo di fabbricazione (definito SuperFin 10nm), rivisto nelle sue componenti principali per quanto riguarda il design di transistor (SuperFin) e condensatori (SuperMIM).

Intel Tiger Lake-U: nuovi dettagli sull'architettura CPU a 10nm+

In sostanza, questo nuovo approccio permetterebbe di gestire in modo più efficace la corrente, garantendo allo stesso tempo di migliorare l’efficienza grazie ai nuovi condensatori Super MIM. Questi ultimi offrono una capacità 5 volte superiore rispetto alle precedenti soluzioni a fronte di una resistenza inferiore del 30%. Secondo la fonte, questa ottimizzazione sarebbe tale da garantire un balzo pari a quello che garantisce un nuovo nodo produttivo.

Intel Tiger Lake-U: nuovi dettagli sull'architettura CPU a 10nm+

Oltre al rinnovato processo produttivo, le CPU Tiger Lake-U potranno contare anche sulla neonata architettura Core Willow Cove e su una componente grafica integrata Intel Xe.

Tra le novità di rilievo di Willow Cove – erede della Sunny Cove degli Ice Lake – troviamo un aumento della cache di secondo livello (1,25MB) e l’implementazione della tecnologia Control-Flow Enforcement per migliorare la sicurezza. A quanto pare la nuova architettura così ottimizzata permette di incrementare considerevolmente la frequenza di clock rispetto ai primi processori Intel a 10nm (appunto gli Ice Lake).

Quanto alla grafica, il chip integrato basato su Intel Xe-LP utilizzerà 96 EU (Execute Unit) con la possibilità di sfruttare un bus di memoria fino a 86GB/s, supportando memorie DDR4 3200, LP-DDR4x 4267 e LP-DDR5-5400. Il motore grafico supporterà configurazioni multi-monitor e la riproduzione di video 4K a 30 FPS con miglioramenti che in seguito dovrebbero permettere di arrivare a 4K a 90 FPS. Segnaliamo inoltre che questi chip integrano un GNA 2.0 (Gaussian and Neural Accelerator 2.0) che gestisce le operazioni AI (ad esempio l’HDR), senza dimenticare infine che i Tiger-Lake U saranno i primi processori Intel ad offrire supporto nativo per USB 4.0, Thunderbolt 4 e PCI-E 4.0.

No Comments

Post A Comment