Intel parla di Tiger Lake e di Xe. Scheda gaming di fascia alta l'anno prossimo | Web Agency Brescia
8509
post-template-default,single,single-post,postid-8509,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Intel parla di Tiger Lake e di Xe. Scheda gaming di fascia alta l’anno prossimo

Intel parla di Tiger Lake e di Xe. Scheda gaming di fascia alta l'anno prossimo

Intel parla di Tiger Lake e di Xe. Scheda gaming di fascia alta l’anno prossimo


Intel ha parlato di tante cose interessanti nel corso dell’Architecture Day, tra cui le GPU discrete basate sul chip Xe e i processori di nuova generazione Tiger Lake. Alcune informazioni, specialmente sui processori, erano state anticipate appena ieri grazie a un leak decisamente corposo (col senno di poi, è molto probabile che la fonte fossero proprio slide e materiale promozionale dell’evento di oggi), ma riassumiamo in modo sintetico tutto ciò che l’azienda ha annunciato.

PROCESSORI TIGER LAKE


Intel parla di Tiger Lake e di Xe. Scheda gaming di fascia alta l'anno prossimo

Migliore architettura, miglior processo produttivo. Come spiegavamo in modo più dettagliato ieri, il nuovo processo produttivo a 10 nm+ SuperFin in tandem con l’architettura Willow Cove garantirà un balzo avanti prestazionale notevole. I guadagni prestazionali nelle operazioni AI saranno enormi e lo stesso varrà per le GPU integrate, grazie appunto alla nuova famiglia Xe, che ora vanta 96 Execution Unit. I primi portatili con questi processori, che tra l’altro supporteranno Thunderbolt 4 e USB 4, potrebbero arrivare sul mercato già entro fine anno.

GPU DISCRETE


Intel parla di Tiger Lake e di Xe. Scheda gaming di fascia alta l'anno prossimo

GPU discrete: la scheda DG1 è entrata nella fase della produzione in massa. Si baserà sulla stessa architettura delle GPU integrate nei processori Tiger Lake, ovvero la Xe-LP (LP sta per Low Power, chiaramente): non sarà insomma la scheda gaming di fascia alta che molti attendono.

Per quella bisognerà aspettare l’anno prossimo. Intel ha infatti presentato l’architettura Xe-HPG (e qui l’acronimo è decisamente più interessante: High Performance Gaming). La società dice che combina le ottime prestazioni per watt della Xe-LP, la scalabilità della Xe-HP (High Power) e l’ottimizzazione delle frequenze della Xe-HPC (High Performance Computing). Le memorie saranno di generazione GDDR6, e sarà supportato il ray tracing.

Il nome della scheda non è ancora stato ufficializzato; per completare il quadro, segnaliamo che anche la GPU per server SG1 arriverà entro fine 2020.

No Comments

Post A Comment