Smart speaker: un mercato che non conosce crisi | Web Agency Brescia
8503
post-template-default,single,single-post,postid-8503,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Smart speaker: un mercato che non conosce crisi

Smart speaker: un mercato che non conosce crisi

Smart speaker: un mercato che non conosce crisi


In un mercato in crisi per la pandemia, c’è un settore che questa crisi proprio non la vuole conoscere: stiamo parlando degli smart speaker, oggetto del desiderio di un sempre maggior numero di persone che si affidano a questa tipologia di dispositivi per informarsi, ascoltare musica, guardare video e restare in contatto con amici e familiari con le videochiamate.

Strategy Analytics ci offre il quadro della situazione in merito al secondo trimestre dell’anno, da considerarsi a livello complessivo in linea con quanto rilevato nel periodo precedente: se tra gennaio e marzo 2020 le vendite erano cresciute di poco più di 8 punti percentuali, nel Q2 si è registrato un incremento del 6% su base trimestrale.

I dati possono essere così riassunti:

  • Q1 2020: +8,2% rispetto al Q1 2019
  • Q2 2020: +6% rispetto al Q1 2020
  • numero di smart speaker venduti nel Q2 2020: 30 milioni

CLASSIFICA TOP 3:

  1. Amazon con 21,6% di quote di mercato
  2. Google (17,1%)
  3. Baidu (16,7%)

Nel Q2 2020 si è registrata una ripresa dei produttori asiatici dopo il lockdown del primo trimestre. Viceversa, sono ora i player americani a riscontrare maggiori difficoltà, vista la drammatica situazione sanitaria tuttora in corso nel Paese che non solo mette in difficoltà le aziende, ma genera anche una contrazione della domanda visto il minore potere d’acquisto della popolazione. Una situazione simile la si riscontra anche in Europa, che ancora deve dimostrare di essersi ripresa dall’emergenza.

Da qui la crescita dei produttori asiatici, Baidu su tutti: sono loro, infatti, a registrare i dati migliori, forti di “un trimestre di vantaggio” rispetto a USA ed Europa. Per questo motivo Strategy Analytics prevede che il periodo giugno-luglio-agosto possa essere ancora migliore a livello globale, con una ripresa del mercato occidentale che andrà a rafforzare ulteriormente il buon andamento del settore in Cina. L’obiettivo – tuttora valido – è quello di raggiungere 161 milioni di smart speaker venduti entro la fine dell’anno a livello globale.

Credits immagini: The Atlantic

No Comments

Post A Comment