DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova | Web Agency Brescia
8710
post-template-default,single,single-post,postid-8710,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova

DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova

DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova


Da qualche giorno è atterrato qui in redazione il nuovo Osmo Mobile 4 di DJI che, come avrete intuito, nient’altro è che la quarta versione di una delle gimbal per smartphone di maggior successo. Uno stabilizzatore che apporta alcune modifiche interessanti rispetto al passato e che offre un’esperienza d’utilizzo davvero completa e soddisfacente, anche nel 2020 e anche di fronte a molti prodotti che apparentemente non trarrebbero grande beneficio da un gimbal perchè già dotati di una stabilizzazione ottima. E allora in che modo questo Osmo Mobile 4 riesce ad offrire un valore aggiunto? La chiave si trova nel sistema di aggancio e nell’app DJI con funzioni extra, ma ve ne parto tra poco.

BEN COSTRUITO E CON UN NUOVO ATTACCO MAGNETICO


DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova

Osmo Mobile 4 riprende il design del modello precedente e ovviamente anche la sua caratteristica peculiare, ovvero la possibilità di essere ripiegato su se stesso per ridurre al minimo le dimensioni nel momento del trasporto. Il peso poi non è eccessivo e questo lo rende ancora più maneggevole pur senza rinunciare ad un’ottima costruzione e a materiali di qualità sia per l’impugnatura che per i braccetti che reggono lo smartphone. Nel dettaglio parliamo di policarbonato e gomma antiscivolo per la parte che afferriamo durante l’utilizzo e alluminio, verniciato con una piacevole finitura soft touch, per i braccetti.

DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova
DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova

La vera novità risiede però nel sistema di aggancio rapido dello smartphone caratterizzato da una nuova clip magnetica davvero molto comoda e pratica. In confezione troviamo un classico supporto a pinza che può essere agganciato allo smartphone e rimosso ogni volta che vogliamo. Questo supporto termina nella parte posteriore con un magnete decisamente potente con cui si aggancia saldamente alla gimbal. In alternativa abbiamo in bundle un pad magnetico (molto simile a quelli che si utilizzano per alcuni supporti da auto) da attaccare e lasciare fisso sulla cover posteriore dello smartphone.

Bastano pochi istanti di utilizzo per chiedersi come mai nessuno abbia pensato prima ad una soluzione simile.

DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova

La compatibilità è inoltre garantita per la quali totalità degli smartphone in commercio e nei nostri test abbiamo utilizzato un Rog Phone 3, lo smartphone più grande e pesante che abbiamo a disposizione e un S10e che è invece il più piccolo e leggero. In entrambi i casi non abbiamo avuto alcun problema nell’agganciare il telefono al gimbal anche grazie ai piccoli supporti extra presenti in confezione che permettono una maggiore stabilità in caso di smartphone troppo sottili (su S10e abbiamo una cover spessa e non ci sono stati problemi comunque).

DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova
DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova

Dopo un paio di agganci e una certa paura nel pensare che il nostro dispositivo da 800€ è appoggiato su uno stabilizzatore con un magnete, ci siamo resi conto che l’idea è geniale, semplice e di estrema robustezza. Togliere lo smartphone non è infatti “banale” e dovrete applicare una notevole forza per sganciarlo dalla calamita.

L’APPLICAZIONE FA LA DIFFERENZA


DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova

Come detto in apertura, l’applicazione DJI è il secondo motivo per cui ha senso ancora oggi uno stabilizzatore esterno. Gratuito, il programma non solo vi permetterà di utilizzare tutti i tasti fisici e le scorciatoie presenti su Osmo Mobile 4 evitando di toccare il display del vostro device per la stragrande maggioranza delle funzionalità, ma vi consentirà di gestire in modo fine tantissime impostazioni e avere una serie di modalità di ripresa uniche e veramente interessanti.

DJI OM 4 e l’app DJI Mimo funzionano infatti insieme per aiutare a generare facilmente contenuti di alta qualità, grazie a modalità di ripresa pre-programmate e funzioni professionali tra cui:

  • ActiveTrack 3.0: selezionare un soggetto affinché DJI OM 4 lo rintracci automaticamente e lo stabilizzatore lavori per l’utente. Le funzionalità sulle modalità aggiornate di recente migliorano la distinzione tra soggetti, come adulti, bambini e animali domestici. È ora possibile regolare l’inquadratura durante ActiveTrack utilizzando il joystick dedicato per un maggiore controllo.
  • Controllo con gesti: possibilità di iniziare e interrompere facilmente la registrazione di video o l’esecuzione di foto utilizzando i gesti delle mani per controllare DJI OM 4; questa modalità è perfetta per scattare selfie o riprese di gruppo eccellenti senza un meticoloso autoscatto.
  • Movimento e modalità pre-programmate: possibilità di approfittare dei movimenti specifici dello stabilizzatore e delle modalità immagini di alto livello che faranno sembrare le riprese come se fossero state eseguite da un professionista:
    • DynamicZoom: grazie a un look da cinema visivamente accattivante, DJI OM 4 regola automaticamente lo zoom, per creare il drammatico cambio di sfondo reso popolare da Alfred Hitchcock.
    • Timelapse, Motionlapse, HyperLapse: possibilità di mostrare il trascorrere del tempo in modalità accelerata grazie a Timelapse; Motionlapse, che aggiunge punti di movimento impostati per lo stabilizzatore; o HyperLapse per spostare fisicamente lo stabilizzatore. Tutte e tre le modalità utilizzano la tecnologia di stabilizzazione elettronica dell’immagine (Electronic Image Stabilization, EIS), oltre allo stabilizzatore a tre assi, per un’uniformità ancora maggiore: è possibile condividere facilmente i video creativi sui social media, così che tutto il mondo possa vederli.
    • Rallentato: è possibile rallentare il mondo che ci circonda con dettagli fenomenali, grazie alla funzione Rallentato.
    • Modalità Sport: DJI OM 4 risponderà e seguirà i soggetti e i movimenti in modo più rapido, onde aggiungere azione alla scena.
    • Panorami: è possibile sceglire tra tre opzioni di panorama creative, per acquisire una prospettiva più ampia, tra cui 3X3 panorama, panorama 240° e un nuovo panorama “CloneMe”, che consente di aggiungere diverse versioni di una persona o soggetto in uno scatto, per un effetto unico e creativo.
    • Movimento dello stabilizzatore Spin Shot: attivato nell’app DJI Mimo ed eseguito tramite il joystick, lo stabilizzatore ruoterà il telefono per generare un effetto di rotazione.
    • Modelli Modalità Storia: è possibile scegliere tra uno dei modelli preimpostati per aggiungere una rotazione creativa ai contenuti. DJI OM 4 utilizza movimenti preimpostati, musica e palette di colori per eseguire rapidamente video perfetti per la condivisione sui social media.

Nelle nostre prove abbiamo realmente trovato tutta la gestione fisica dell’interfaccia un valore aggiunto non indifferente e siamo rimasti colpiti molto positivamente dal sistema di tracciamento del soggetto. Se da un lato è molto efficace e riesce anche a riprendere la persona se dovesse “perderla”, dall’altra parte è facilissimo da impostare tramite il grilletto posteriore: un click avrete il tracciamento, un altro click per toglierlo.

Il tutto poi funziona perfettamente anche con la fotocamera anteriore e in questo caso il tracciamento del soggetto e la modalità inseguimento diventano davvero comodissimi in quanto potrete tenere Osmo Mobile 4 come volete stando sicuri che comunque verrete seguiti qualunque cosa facciate.

PREZZO E DISPONIBILITA’


DJI Osmo Mobile 4 ufficiale: la genialata che rende un gimbal ancora utile | Prova

DJI OM 4 è disponibile da oggi stesso sul sito ufficiale e da rivenditori autorizzati ed in confezione troverete un supporto per anello magnetico, una custodia per il trasporto, un morsetto magnetico, un treppiede e una custodia per il trasporto al prezzo di 149 euro.

Inoltre non manca la possibilità di sottoscrivere la DJI Care Refresh, il piano di protezione completo per i prodotti DJI per DJI OM 4. Per un piccolo costo aggiuntivo, DJI Care Refresh fornisce 2 unità sostitutive in 1 anno, coprendo incidenti come danni causati da acqua e impatto. Il piano biennale prevede 3 unità sostitutive in 2 anni. Altri servizi esclusivi di DJI Care Refresh includono il servizio di garanzia internazionale, il servizio telefonico VIP e la spedizione gratuita.

VIDEO

No Comments

Post A Comment