Huawei, non solo Mate 40: in arrivo anche una nuova versione del 30 Pro | Web Agency Brescia
8751
post-template-default,single,single-post,postid-8751,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Huawei, non solo Mate 40: in arrivo anche una nuova versione del 30 Pro

Huawei, non solo Mate 40: in arrivo anche una nuova versione del 30 Pro

Huawei, non solo Mate 40: in arrivo anche una nuova versione del 30 Pro


Mate 30 Pro è stato probabilmente la prima, vera vittima del ban USA, il primo rimpianto targato Huawei: e cioè quello smartphone con caratteristiche top – nella nostra prova ci aveva convinto – penalizzato però dall’assenza dei Servizi Google.

Nel tempo il colosso cinese ci ha abituato a riedizioni di smartphone di successo, e ultimamente abbiamo recensito il P30 Pro New Edition, il cui ruolo però era quello di rinnovare un dispositivo che può essere equipaggiato con i Servizi Google. E a quanto pare, oltre al Mate 40, è in arrivo una New (o Lite) Edition anche del Mate 30 Pro , che però naturalmente non potrà assolvere allo stesso ruolo. E infatti sembra che ne avrà un altro: quello di una versione più economica.

L’esistenza del dispositivo la ricaviamo dalla certificazione TENAA: il modello corrisponde al codice LIO-AN00m, e presenta moltissimi punti in comune con il Mate 30 Pro originale. Non solo il design resta invariato anche nella colorazione mostrata e nel contrasto del tasto di accensione arancione, ma pure le dimensioni dello schermo e del prodotto in generale rimangono le stesse.

E quindi troviamo un display OLED da 6,53 pollici con risoluzione FHD+ montato su una scocca di 158,1×73,1×8,8mm: la fotocopia del Mate 30 Pro. Le somiglianze continuano anche sotto la scocca, dove torna il SoC Kirin 990 affiancato da 6, 8 o 12 GB di RAM e 128, 256 o 512 GB di storage interno. La batteria ha una capienza di 4.400 mAh.

Ma dove sono, allora, le differenze? Nel modulo fotografico, che rispetto a Mate 30 Pro subisce un downgrade. Dalle immagini non è chiaro se frontalmente troveremo lo stesso notch del modello originale: sta di fatto che la selfie-cam passa da 32 a 16 MP. Dietro le fotocamere restano quattro, ma il sensore principale scende da 40 a 32 MP.

Facile ipotizzare che a calare sarà anche il prezzo: quale cifra, secondo voi, potrebbe rendere il dispositivo interessante?

No Comments

Post A Comment