GeForce RTX 3060: potrebbe avere 4864 Cuda Core e 8GB di VRAM | Web Agency Brescia
8899
post-template-default,single,single-post,postid-8899,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

GeForce RTX 3060: potrebbe avere 4864 Cuda Core e 8GB di VRAM

GeForce RTX 3060: potrebbe avere 4864 Cuda Core e 8GB di VRAM

GeForce RTX 3060: potrebbe avere 4864 Cuda Core e 8GB di VRAM


Dopo le recenti conferme riguardo le memorie GDDR6 a 14 Gbps della GeForce RTX 3070, dal web arrivano oggi nuove indiscrezioni su quella che probabilmente sarà la proposta più economica dell’intera gamma GeForce RTX 30, ossia la GeForce RTX 3060.

Come per la serie GeForce RTX 20, anche in questo caso NVIDIA dovrebbe proporre almeno due varianti della scheda, rispettivamente GeForce RTX 3060 e GeForce RTX 3060 SUPER (Ti, o entrambe); la GeForce RTX 3060 standard – attesa al debutto per novembre – dovrebbe utilizzare la GPU Ampere GA106-300, mentre le varianti SUPER/Ti la più potente Ampere GA104-200.

Secondo quanto riporta il leaker Kopite7kimi via twitter, la versione più potente della GeForce RTX 3060 potrà contare su una GPU da ben 4864 Cuda Core, solo 1024 in meno rispetto alla tanto “desiderata” GeForce RTX 3070. Se invece paragoniamo la prossima GeForce RTX 3060 SUPER/Ti alla sua antenata – la RTX 2060 SUPER da 2176 Cuda Core – le unità di elaborazione sono più che raddoppiate, suggerendo un aumento prestazionale senz’altro notevole.

Al momento mancano altri dettagli, tuttavia è probabile che GeForce RTX 3060 SUPER/Ti utilizzi 8GB di memoria GDDR6 su bus a 256 bit. Non escludiamo che NVIDIA possa dotare i modelli GeForce RTX 30 SUPER di memorie GDDR6X; molto potrebbe dipendere dalle mosse di AMD e dalle Radeon di nuova generazione, ma l’attuale posizione dominante di NVIDIA sembra al momento incontrastata, soprattutto nella fascia alta e medio/alta del mercato.

No Comments

Post A Comment