Google rilascia ufficialmente Android 11 | Web Agency Brescia
8907
post-template-default,single,single-post,postid-8907,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Google rilascia ufficialmente Android 11

Google rilascia ufficialmente Android 11

Google rilascia ufficialmente Android 11


Come preannunciato nelle scorse settimane, Google ha rilasciato ufficialmente Android 11 in versione stabile per Pixel 2, 3, 3a, 4, 4 XL e Pixel 4a. Il rilascio avviene dopo un consueto periodo di beta testing che ha visto arrivare tre versioni beta.

Diverse le novità presenti in questa “major release” focalizzata su tre macro-argomenti: Persone, Controlli e Privacy.

PERSONE


Google rilascia ufficialmente Android 11

Google vuole rendere il suo sistema operativo mobile più incentrato sulle persone. Nella parte alta della tendina delle notifiche c’è ora una sezione dedicata alle “conversazioni”, in modo da permettere all’utente di avere sempre sott’occhio chat e discussioni in corso con i propri contatti più importanti. Presenti anche controlli aggiuntivi per impostare promemoria, creare collegamenti direttamente nella homescreen e altro.

Debuttano ufficialmente le “bolle”. I messaggi ricevuti dai contatti possono essere inseriti in questo tipo di notifiche flottanti sempre in primo piano che si possono spostare in qualsiasi punto della home; premendole si richiama l’intera conversazione, subito in primo piano, senza necessariamente uscire dall’app che si stava usando prima. È un paradigma di interazione che esiste già da tempo; Facebook Messenger è stata la prima a introdurlo, con il nome di “chat heads”.

Anche l’intelligenza artificiale del sistema ricopre un ruolo importante in questa operazione di valorizzazione delle persone: la tastiera sarà in grado di fornire suggerimenti personalizzati in base alla conversazione, per esempio. In generale, Google dice che Android 11 punta a essere un sistema che “riconosce e mette in primo piano le persone più importanti” per l’utente

CONTROLLI


Google rilascia ufficialmente Android 11

Ampliati anche i menu di spegnimento con quelli che Google chiama Controlli Dispositivo. La maggior parte riguarda l’universo Smart Home, ma non solo. Per esempio: ci sono pulsanti per accendere/spegnere le proprie lampadine smart, per far partire l’aspirapolvere o per guardare le proprie videocamere di sorveglianza; ma anche cambiare l’output audio dall’altoparlante alle cuffie, o dalle casse del TV a uno speaker smart. Infine, il widget Now Playing (con controlli multimediali e anteprima del contenuto in riproduzione) si può integrare nei Quick Settings.

PRIVACY


Google rilascia ufficialmente Android 11

Con Andoid 11 sarà possibile concedere alle app l’autorizzazione ad accedere una risorsa, come microfono o posizione precisa GPS, una singola volta; inoltre, tutte le autorizzazioni verranno revocate dopo un certo periodo di inattività (che Google indica solo come “esteso”). Il Play Store, a questo proposito, riesaminerà tutte le app che richiedono accesso in background ad alcune risorse e valuterà se revocarlo.

ALTRO

  • App suggerite nella dock del launcher. La dock del launcher – ovvero la riga di icone più in basso dove solitamente si mettono i link alle app più usate – cambia dinamicamente in base alle abitudini dell’utente. Dopo aver installato Android 11, viene visualizzata una notifica che invita ad aggiungere le scorciatoie per le app più utilizzate. Terminato il processo di selezione, la nuova riga delle app suggerite viene posizionata in basso e gli elementi già presenti spostati in alto. Le app suggerite sono facilmente identificabili perché le relative icone hanno un contorno colorato. La pressione prolungata su una delle app suggerite e il successivo trascinamento determina la trasformazione del suggerimento in una scorciatoia dedicata all’app. Si può anche modificare la composizione del gruppo delle app suggerite inserendo manualmente quelle che si vuol far apparire. I suggerimenti cambiano in maniera dinamica in base all’app utilizzata e possono essere disattivati tramite un’apposita impostazione.
Google rilascia ufficialmente Android 11
  • 62 nuove emoji, con 55 varianti di carnagione e generi
  • Nuova interfaccia screenshot con scorciatoie veloci per condividere e modificare
  • Menu multitasking con “Screenshot”, “Seleziona” e schede app più grandi
  • Registratore dello schermo integrato con acquisizione audio
  • Le finestre Picture-in-Picture possono essere ridimensionate
  • Feed della cronologia delle notifiche ridisegnato
  • Android 11 consente l’esecuzione delle app di notifica dell’esposizione senza che sia necessario abilitare l’impostazione della posizione del dispositivo

FUNZIONI ESCLUSIVE

Con il lancio di Android 11 arriva anche la consueta “Pixel Feature Drop” trimestrale che arricchisce gli smartphone di Google di funzionalità esclusive tra cui, la più interessante, è la condivisione della posizione in modalità Live View su Google Maps.

Google rilascia ufficialmente Android 11

La visualizzazione dal vivo basata su AR in Google Maps si integra con la condivisione della posizione:

Se i tuoi amici hanno scelto di condividere la loro posizione con te, tocca semplicemente la loro icona e poi la parte destra del display su Live View. In questo modo vedrai dove si trovano rispetto alla tua posizione e la distanza. Toccando Start ti verranno mostrate frecce e direzione in modo da poter vedere esattamente dove andare.

Altra funzionalità riguarda le risposte intelligenti integrate nei suggerimenti di Gboard.

FACTORY IMAGES

VIDEO

No Comments

Post A Comment