Bonus su PC e Internet sino a 500 euro a settembre: chi lo pu chiedere e come | Web Agency Brescia
9062
post-template-default,single,single-post,postid-9062,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Bonus su PC e Internet sino a 500 euro a settembre: chi lo pu chiedere e come

Bonus su PC e Internet sino a 500 euro a settembre: chi lo pu chiedere e come

Bonus su PC e Internet sino a 500 euro a settembre: chi lo pu chiedere e come


Bonus su PC e Internet sino a 500 euro a settembre: chi lo pu chiedere e come

L’Italia è al lavoro su una serie di misure per rilanciare l’economia del paese messa a dura prova dall’emergenza sanitaria. Rientrano in questi provvedimenti anche bonus e rimborsi su determinate categorie di prodotti – ved. i rimborsi del bonus mobilità in arrivo a novembre

Mercoledì scorso la Ministra dell’Innovazione Paola Pisano è intervenuta presso la commissione Trasporti della Camera per un’audizione durante la quale ha confermato l’arrivo di bonus su PC, tablet e connessioni a banda larga. Tutti strumenti che proprio durante il lockdown si sono dimostrati indispensabili per lo smart working e la didattica a distanza.

QUANDO ARRIVANO E A CHI SPETTANO

La Ministra ha specificato che i primi voucher arriveranno entro la fine di settembre. Potranno richiederli privati e aziende che soddisfano determinati requisiti e solo per prodotti e servizi ben definiti. Si stima un investimento di 200 milioni di euro destinati a circa 2,2 milioni di famiglie a basso reddito.

L’ammontare dei bonus per le famiglie varia in base all’Isee sino a un massimo di 500 euro:

  • Bonus da 500 euro con Isee fino a 20.000 euro:

    • 200 euro per l’acquisto di servizi di connettività con velocità non inferiori a 30 Mbit/s
    • 300 euro per tablet e PC in comodato d’uso (non si parla di acquisto)
  • Bonus da 200 euro con Isee fino a 50.000 euro:
    • 200 euro per l’acquisto di servizi di connettività con velocità non inferiori a 30 Mbit/s

I bonus potranno essere richiesti anche della aziende: in questo caso l’ammontare del bonus varia da 500 a 2.000 euro da destinare esclusivamente all’acquisto di servizi di connettività da almeno 30 Mbit/s o 1 Gigabit al secondo in base a determinati parametri tra cui la copertura disponibile in sede e numero di dipendenti.

COME RICHIEDERLI

I privati e le imprese dovranno rivolgersi direttamente agli operatori che si occuperanno di sbrigare tutte le pratiche (ad esempio la verifica che la famiglia rientra effettivamente nella fascia di reddito Isee). In altre parole l’utente finale non riceverà direttamente il voucher ma dovrà interfacciarsi con l’operatore tramite i consueti canali di vendita fornendo un’autocertificazione. L’operatore erogherà poi uno sconto sul canone o sul costo di attivazione consegnando router, il computer o il tablet.

Dettagli operativi più precisi saranno forniti tra poche settimane da tutti i soggetti coinvolti (Ministero e operatori).

No Comments

Post A Comment