L'Europa pronta a bacchettare Apple: il pagamento tramite NFC deve essere aperto | Web Agency Brescia
9068
post-template-default,single,single-post,postid-9068,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

L’Europa pronta a bacchettare Apple: il pagamento tramite NFC deve essere aperto

L'Europa pronta a bacchettare Apple: il pagamento tramite NFC deve essere aperto

L’Europa pronta a bacchettare Apple: il pagamento tramite NFC deve essere aperto


Apple in questo momento storico è impegnata negli USA in una battaglia legale per difendere la propria gestione dell’App Store: ormai da più di un mese si è aperto lo scontro con Epic Games (gli sviluppatori di Fortnite), un conflitto che sta avendo una risonanza mediatica enorme. E ora sembra che si stia per aprire un fronte anche in Europa.

Come vi avevamo raccontato a giugno, le pratiche adottate da Apple relativamente all’App Store e ad Apple Pay sono finite sotto la lente dell’Antitrust europeo, che aveva espresso in un giudizio preliminare preoccupazione e perplessità circa la condotta del colosso di Cupertino.

E secondo quanto riporta Bloomberg, ora l’Unione Europea starebbe per tradurre tutto questo in una serie di nuove norme che, di fatto, costringerebbero Apple ad estendere la possibilità di accedere alla tecnologia NFC inclusa nei suoi dispositivi, e impiegata per i pagamenti contactless, anche ai concorrenti. Insomma, per usare l’NFC da un iPhone o un Apple Watch non deve essere Apple Pay l’unica soluzione praticabile se si possiede un prodotto della Mela.

Il rapporto formulato sul tema, a quanto pare, sarà presentato la prossima settimana dalla Commissione Europea come parte di un pacchetto di proposte politiche. Nel documento, sempre secondo quanto riferito da Bloomberg, si leggerebbe:

La Commissione valuterà se sia opportuno proporre una legislazione mirata a garantire un diritto di accesso a condizioni eque, ragionevoli e non discriminatorie, alle infrastrutture tecniche ritenute necessarie per supportare la fornitura di servizi di pagamento

Apple deve vedersela con gli istituti bancari che hanno lamentato l’impossibilità di integrare nelle proprie app sistemi di pagamento digitali proprietari a causa delle restrizioni imposte da Apple circa l’accesso alla tecnologia NFC. E non saranno, probabilmente, clienti facili. Al momento da Cupertino non sono ancora arrivati commenti in merito alla situazione.

No Comments

Post A Comment