Robot Gundam di 18 metri completato a Yokohama, l'umanit salva | Web Agency Brescia
9155
post-template-default,single,single-post,postid-9155,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Robot Gundam di 18 metri completato a Yokohama, l’umanit salva

Robot Gundam di 18 metri completato a Yokohama, l'umanit salva

Robot Gundam di 18 metri completato a Yokohama, l’umanit salva


Sappiamo bene come in Giappone le serie anime abbiano da sempre un forte impatto anche in ambito socio-culturale, ci sono produzioni del passato che sono entrate a buon diritto nella vita quotidiana e nella cultura di massa giapponese e tra queste, un posto d’onore lo ha sicuramente Gundam.

La serie del 1979 è celebre a livello globale e ancor di più lo sono i robot antropomorfi protagonisti. Per i nipponici i Mobile Suit di Gundam sono osannati quasi religiosamente e l’influenza di questo anime si fa sentire da oltre 40 anni.

Potevano i giapponesi non provare a costruire una statua/robot in dimensioni reali? La risposta è scontata e ve ne parlammo già diverso tempo fa, ma ora ci sono sviluppi interessanti. In lavorazione dal 2014, il robot a grandezza naturale non è solamente uno sfizio ma una vera e propria meraviglia dell’ingegneria moderna. Pensate, sono stati necessari ben 2 anni di progettazione per creare degli arti in grado di resistere alla deformazione dovuta al proprio peso, il tutto è stato poi ottimizzato per le 24 parti mobili principali che compongono il mecha. Per farvi capire l’importanza dell’evento, dovete pensare che ad agosto 2020 la testa del Gundam è stata oggetto di un cerimoniale di posa prima di essere applicata, la foto a seguire lo testimonia.

Ora il Mobile Suit Gundam è stato completato e svetta sopra il porto giapponese di Yokohama. Sono apparsi in rete i primi video del robot che esegue alcuni movimenti di prova, e vi assicuriamo che risulta piuttosto impressionante vederlo inginocchiarsi se consideriamo che pesa circa 25 tonnellate.

Il mecha è attualmente in grado di muovere le braccia e persino le dita, per quanto riguarda le gambe è in grado di sollevarle e piegare le ginocchia, infine può muovere la testa in tutte le direzioni. In rete sono disponibili diversi video e foto realizzate sul posto, vi lasciamo ad una clip pubblicata dall’utente Kenny Do che mostra il robot in azione.

No Comments

Post A Comment