Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Live con Hyundai Nexo | Web Agency Brescia
9327
post-template-default,single,single-post,postid-9327,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Live con Hyundai Nexo

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Live con Hyundai Nexo

Vado a fare il pieno di idrogeno in Svizzera e (forse) torno | Live con Hyundai Nexo


Viaggiare con un’auto elettrica sulle lunghe distanze è già possibile, con un po’ di organizzazione. L’abbiamo dimostrato nel corso del progetto #hdelettrico e, in questi ultimi anni, la rete non ha fatto altro che migliorare, pur mantenendo limitazioni evidenti che dovranno essere risolte.

Viaggiare con un’auto a idrogeno, oggi, è difficile. In Germania non se la passano male, in Italia è impossibile. Nello stivale, l’unica stazione aperta al pubblico è quella di Bolzano (visitata nel corso di questo live batteria) e, anche considerando i distributori in costruzioni e quei due dedicati alle aziende, i punti disponibili si contano comunque sulle dita di una mano.

La scommessa – e anche l’unica possibilità che abbiamo se escludiamo il carro attrezzi – è quella di arrivare in Svizzera con una Nexo, fare tappa all’evento di consegna delle motrici Hyundai XCIENT con tecnologia Fuel Cell e proseguire verso il distributore. Il percorso previsto è questo:

Hyundai Nexo promette a pieno 666 chilometri di autonomia ma, per complicarci la vita, non partiremo con il pieno e a bordo saremo in tre; il computer di bordo segna al momento 539 km residui. Ritireremo un’auto del parco stampa già usata e dalla quale dovremo decurtare i chilometri per raccogliere parte della redazione prima della partenza.

No Comments

Post A Comment