Xbox Series X vs One X: ecco come cambia la latenza dell'input su Gears 5 | Web Agency Brescia
9573
post-template-default,single,single-post,postid-9573,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Xbox Series X vs One X: ecco come cambia la latenza dell’input su Gears 5

Xbox Series X vs One X: ecco come cambia la latenza dell'input su Gears 5

Xbox Series X vs One X: ecco come cambia la latenza dell’input su Gears 5


Mancano ormai meno di 20 giorni al lancio di Xbox Series X e Series S e tanti team di sviluppo interni a Microsoft stanno lavorando per ottimizzare i loro titoli in modo da riuscire a sfruttare le potenzialità delle due console next gen, specialmente della più performante del duo.

Uno di questi team è The Coalition, che ha recentemente pubblicato una serie di tweet che permettono di apprezzare uno dei vantaggi che i giocatori potranno riscontrare quando giocheranno Gears 5 su Serie X rispetto alla versione per One X. In questo caso il tema è quello della latenza tra l’input e la risposta a schermo: The Coalition ha condiviso due grafici che mostrano la differenza sia nella campagna single player (il riferimento sono i 4K a 60 fps per entrambe le versioni) che nella modalità versus (sia a 60 che a 120 fps).

Premettiamo che il confronto è stato fatto utilizzando lo stesso setup per Xbox Series X e One X, quindi per entrambe è stato utilizzato l’ultimo televisore OLED LG CX da 65″ (cha un tempo di risposta di 13ms in modalità gaming: potete scoprirlo meglio nella nostra recensione) e il controller Xbox di attuale generazione, quindi non quello di Series X.

La conferma di ciò emerge dando uno sguardo ad alcuni tweet di risposta, in cui è intervenuto JP Flouret (Principal Engineer di Microsoft e The Coalition) per spiegare che lo scopo era quello di valutare i due scenari nel modo più equo possibile, quindi il DLI (Dynamic Latency Input) del nuovo pad migliorerà ulteriormente la situazione rispetto a quanto mostrato. Ora diamo uno sguardo ai dati:

Xbox Series X vs One X: ecco come cambia la latenza dell'input su Gears 5

I numeri della campagna ci presentano da subito uno scenario molto interessante: il valore di latenza più alto registrato su Series X è leggermente superiore a quello minimo che è possibile riscontrare su Xbox One X. Nello specifico parliamo di 76ms di picco sulla piattaforma next gen, contro i 74ms di base riscontrati su quella attualmente in commercio.

Il valore medio ci dimostra che One X ha una latenza dell’input dell’oltre il 60% superiore rispetto a quella percepita su Series X (60ms di media contro i 97ms), mentre gli estremi del confronto ci parlano di un picco massimo di 122ms per One X (il suo minimo era 76ms) e un minimo di 42ms per Series X (massimo 76). Si tratta senza dubbio di un miglioramento significativo per quanto riguarda la qualità dell’esperienza di gioco per il giocatore singolo, ma le cose migliorano ulteriormente nella modalità versus, specialmente nel caso in cui si riesca ad accedere ai 120 fps.

Xbox Series X vs One X: ecco come cambia la latenza dell'input su Gears 5

Nel caso della modalità versus possiamo subito notare che entrambe le console hanno tempi di risposta generalmente inferiori rispetto alla campagna, questo per via delle migliori ottimizzazioni rese necessarie nel multiplayer, dove il tempismo assume un ruolo molto più rilevante. Il test in modalità versus non include riferimenti alla risoluzione ma solo al frame rate (non dovrebbe essere 4K nativo in nessuno dei casi).

In questo frangente Xbox One X ottiene un valore massimo di 108ms, uno medio di 86ms e uno minimo di 64ms, mentre Series X riesce a fare molto meglio: 64ms di punta, 55ms di media e 44ms di minimo. I risultati migliorano ulteriormente se si accede alla modalità a 120 fps (assente su One X) che porta questi valori a 44ms, 37ms e 30ms (massimo, medio, minimo). In tutto ciò, ricordiamo, non viene conteggiata la possibile riduzione dell’input che si avrebbe utilizzando il controller dedicato di Series X, il quale agisce direttamente sul ritardo che sussiste tra la pressione del tasto e l’elaborazione dell’input da parte della console (mentre non cambia l’input in uscita dalla GPU verso lo schermo).

I dati pubblicati da The Coalition hanno sollevato qualche perplessità da parte degli utenti che hanno commentato i post (link in FONTE), dal momento che evidenziano che l’utilizzo dell’hardware di nuova generazione potrebbe portare vantaggi a coloro che affronteranno le sessioni multi player dotati della miglior configurazione possibile (piattaforma next gen e schermo HDMI 2.1 a 120hz). Nulla a cui il mondo PC non sia abituato da sempre, ma che effettivamente comincia a rappresentare una novità in ambito console, specialmente in questa generazione in arrivo.

No Comments

Post A Comment