Poco M3 ufficiale: nuovo standard ambizioso per la fascia bassa | Web Agency Brescia
10094
post-template-default,single,single-post,postid-10094,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Poco M3 ufficiale: nuovo standard ambizioso per la fascia bassa

Poco M3 ufficiale: nuovo standard ambizioso per la fascia bassa

Poco M3 ufficiale: nuovo standard ambizioso per la fascia bassa


La battaglia tra i produttori si fa sempre più dura, non soltanto nella fascia più alta dove si punta a stupire grazie alle nuove tecnologie ma anche in quella più bassa, dove a fare la differenza è il punto prezzo. Ecco, su questo sembra che Poco abbia certamente le idee chiare visto il debutto del nuovo M3, primo della serie che porta ben al di sotto dei 200 euro un terminale di tutto rispetto, almeno sulla carta.

L’idea è di un nuovo standard che costringerà anche la concorrenza a rivedere qualche piano e spingere così prodotti sempre più convincenti ad un costo molto concorrenziale. Penso ad esempio al display, con la risoluzione FHD+ assicurata, ed anche uno degli ultimi SoC Qualcomm ideato per i midrange: Snapdragon 662.

Interessante poi la mossa commerciale che vede, proprio a partire da questo Poco M3, il distacco della costola Poco Global da casa madre (Xiaomi). Nel comunicato ufficiale si parla quindi di brand che diviene “indipendente”, forte dei numeri raggiunti in questi due anni e della spinta commerciale goduta grazie alla comunicazione di Xiaomi. Cosa cambierà? Non è dato ancora saperlo, magari si tratta di un semplice cambiamento burocratico che non varierà di molto il destino di questo spinoff, magari più libero di spaziare sulle proprie gambe nel prossimo futuro.

DIFFICILE FAR DI MEGLIO A QUESTO PREZZO


Poco M3 ufficiale: nuovo standard ambizioso per la fascia bassa

Guardando il Poco M3 si ha la sensazione di avere davanti uno smartphone “spacca-mercato”, ovvero ideato per fare grandi volumi – come d’altronde successo anche con Poco X3 – e generare introiti risicati. Fino adesso l’obiettivo di Xiaomi, compresa la controllata Poco, è stato infatti quello di raggiungere una posizione privilegiata fuori dai confini cinesi, superando il nemico Huawei che in casa invece continua a spadroneggiare. E ci sono anche riusciti visto i recenti risultati, con Xiaomi che ormai si è imposta in Europa come secondo player alle spalle di Samsung.

Un contesto importante che ci riporta al Poco M3, dispositivo alquanto iconico grazie al vistoso modulo scuro delle fotocamere posteriori che prende parte della back cover e termina con una grossa scritta “Poco”. Come da tradizione quindi la firma non manca, come non manca una batteria estremamente capiente da ben 6.000mAh che promette faville.

Display mediamente ampio da 6,5 pollici, naturalmente un IPS LCD che, invece del forellino, abbraccia la vecchia idea di notch centrale per far spazio alla fotocamera anteriore da 8MP. Si è certamente risparmiato sulle fotocamere, diciamo che tutto è sorretto sulle spalle del sensore principale da 48MP e il resto è di contorno (2MP+2MP macro e profondità); bisognerà provarla per poterla valutare.

Nonostante il posizionamento ci si attendono prestazioni di tutto rispetto nonostante il posizionamento, Snapdragon 662 è infatti un bel biglietto da visita e il solito sistema MIUI 12 dovrebbe completare l’esperienza attesa. Anche sotto questo profilo bisognerà attendere una prova diretta per poter confermare le previsioni.

SPECIFICHE TECNICHE


Poco M3 ufficiale: nuovo standard ambizioso per la fascia bassa

  • SoC: Qualcomm Snapdragon 662 a 11nm, CPU Kryo 260 octa-core a 64-bit, fino a 2GHz
  • GPU: Adreno 610
  • Display: 6,53″ con risoluzione FHD+ (2340 x 1080) in 19,5:9 (Gorilla Glass 3) e notch a goccia
  • Memoria:
    • 4GB di RAM
    • 64/128GB di memoria di archiviazione
  • Fotocamera:
    • Tripla Posteriore: sensore principale 48MP, macro 2MP e profondità da 2MP
    • Anteriore: 8MP
  • Sensori: impronte digitali laterale
  • Audio: doppio speaker con dust blaster (protezione polvere)
  • Batteria: 6.000 mAh con supporto alla ricarica rapida a 18W
  • Sistema operativo: Android 10
  • Colori: Cool Blue, Poco Yellow e Power Black
  • Prezzo: 159,9€ per variante 4/64GB e 179,9€ per variante 4/128GB

Due le versioni proposte: quella base vanta il taglio di memoria 4/64GB e sarà in vendita a 159,90 euro, per chi invece volesse il doppio dello spazio d’archiviazione il costo sale a 179,90 euro. Prezzi estremamente interessanti visto quanto offerto, ma Poco ha deciso di strafare e pensato così di abbassare ulteriormente la richiesta in vista del debutto sul mercato che coincide con il Black Friday. Ciò significa che fino ad esaurimento scorte (non sono chiari i volumi in gioco) le due versioni saranno in vendita solo il 27 novembre ad un costo rispettivo di 129,90€ e 149,90€.

VIDEO

Live terminato! Grazie per averci seguito.

No Comments

Post A Comment