Apple Silicon M1X gi in fase di test: possibile debutto sul MacBook Pro 16 | Web Agency Brescia
10165
post-template-default,single,single-post,postid-10165,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Apple Silicon M1X gi in fase di test: possibile debutto sul MacBook Pro 16

Apple Silicon M1X gi in fase di test: possibile debutto sul MacBook Pro 16

Apple Silicon M1X gi in fase di test: possibile debutto sul MacBook Pro 16


C’è fermento in casa Apple: quest’anno sembra che i nuovi MacBook con Silicon M1 abbiano quasi rubato la scena alla gamma 2020 di iPhone, tanta è la curiosità di vedere l’inedita generazione “post-Intel” all’opera nell’utilizzo quotidiano. Già lo abbiamo ribadito e riportato più volte: le premesse perché si possa parlare di salto prestazionale ci sono tutte, come confermano i benchmark, ma a Cupertino si sta già pensando al futuro.

Potrebbe chiamarsi Apple M1X il prossimo processore proprietario, e il candidato numero uno pronto a sfruttarlo a dovere sarà il MacBook Pro da 16″, atteso al debutto assieme ad altri dispositivi della linea 2021 (iMac da 24 pollici incluso). La fonte – un insider – dice che Apple è impegnata nella fase di test, e a quanto pare i primi risultati sarebbero “impressionanti“. Attenzione, come sempre: si tratta di rumor, indiscrezioni, voci – chiamiamole come vogliamo – ma non sono certezze e informazioni ufficiali, e per questo vanno sempre trattate con la dovuta cautela.

É anche vero che il fatto che Apple possa essere al lavoro sull’evoluzione del chip M1 non suonerebbe per niente strano, considerata la rapidità con cui il mercato si muove ed evolve nel tempo – e, con lui, la tecnologia messa a disposizione. Stando a quanto rivelato, dunque, Apple M1X dovrebbe avere una struttura a 12 core, con 8 core ad elevate prestazioni e 4 dedicati all’efficienza.

Se pensi che M1 sia veloce, non hai mai visto M1X“, riferisce la fonte. Ora resta da capire cosa ci riservi effettivamente questo nuovo chip, e attendere qualche dettaglio in più per dargli un’identità più definita. Altri dubbi: si chiamerà davvero M1X o si tratta di un nome provvisorio? E sarà davvero il MacBook Pro da 16” il primo portatile ad esserne dotato?

No Comments

Post A Comment