iPhone 12 meglio nei video che nelle foto: il test di DxOMark | Web Agency Brescia
10173
post-template-default,single,single-post,postid-10173,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

iPhone 12 meglio nei video che nelle foto: il test di DxOMark

iPhone 12 meglio nei video che nelle foto: il test di DxOMark

iPhone 12 meglio nei video che nelle foto: il test di DxOMark


Manca ormai solo iPhone 12 Mini all’appello: stiamo parlando dei test condotti da DxOMark, che dopo il Pro e il Pro Max mette alla prova le capacità fotografiche del modello “base” presentato da Apple assieme alle altre versioni a metà del mese scorso.

Così, dopo i 128 punti del Pro e i 130 del Pro Max, il dual-cam iPhone 12 si ferma a 122. A incidere è l’assenza della terza fotocamera (quella tele) e del LiDAR, entrambi presenti sulle varianti analizzate in precedenza.

  • 12MP principale, f/1,6, OIS, obiettivo a 7 elementi, 100% Focus Pixel, modalità notte, Deep Fusion
  • 12MP ultra-grandangolo, f/2,4, FOV 120°, obiettivo a 5 elementi, modalità notte, Deep Fusion, correzione dell’obiettivo
  • zoom ottico 2X
  • zoom digitale 5X (3X per i video)
  • registrazione video
  • HDR con Dolby Vision fino a 30fps
  • fino a 4K a 60fps

iPhone 12 si posiziona al 13° posto della classifica DxOMark, dietro anche a iPhone 11 Pro Max. Il risultato va però interpretato correttamente: a pagare è come detto l’assenza della terza fotocamera – quella tele. Sono 132 i punti ottenuti per la qualità degli scatti: buona esposizione, colori accurati e ottimo (e rapido) autofocus incidono positivamente sul dato generale, così come la buona quantità di dettagli presente in diverse condizioni di luce. Secondo DxOMark c’è però troppo rumore negli scatti, e l’effetto bokeh non è preciso a sufficienza. Questi aspetti, sommati alla mancanza del teleobiettivo, pesano sul responso finale complessivo.

Bene i video (112 punti, alla pari con il 12 Pro al terzo posto in classifica): in questo caso vengono premiati il range dinamico e l’esposizione, grazie soprattutto al Dolby Vision HDR, così come la riproduzione fedele dei colori e l’autofocus. I dettagli son ben riportati, ma solo quando la luce lo permette. Al buio si perdono, lasciando spazio al rumore che in alcuni casi risulta essere presente anche in scene con buona illuminazione.

(aggiornamento del 29 novembre 2020, ore 21:33)

No Comments

Post A Comment