Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere | Web Agency Brescia
10452
post-template-default,single,single-post,postid-10452,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere


Sembra ieri e invece sono già passati più di 4 anni da che Huawei ha fatto il proprio ingresso nel mercato dei notebook. MateBook (qui la recensione), senza altri numeri o lettere da attaccare al nome, è stato il primo ad arrivare in Italia. Un 2in1 con sistema operativo Windows che si è rivelato da subito convincente, facendo capire che il mercato dei notebook e dei convertibili doveva prepararsi all’ingresso di un nuovo contendente sicuramente agguerrito.

La strategia di Huawei è stata chiara sin da subito: prendere spunto da quanto fatto con gli smartphone, magari anche utilizzando alcune tecnologie provenienti da questi ultimi, per poter dire la propria anche in un mercato apparentemente consolidato dal punto di vista dei competitor. Una line-up che contempla modelli di punta dalle caratteristiche premium e dal prezzo che supera i 1500 euro ma anche soluzioni validissime e decisamente più abbordabili, in pieno stile Huawei.

Esattamente a metà strada tra i MateBook X Pro e i più economici MateBook D troviamo il nuovo MateBook 14 (recensione modello Intel), disponibile in due versioni che si differenziano tra loro principalmente per la piattaforma attorno a cui si sviluppano. Uno dei due modelli offre infatti una CPU Intel con grafica discreta NVIDIA MX350, mentre l’altro è basato su un SoC AMD Ryzen con grafica Radeon Vega RX. Questo contenuto nasce proprio per evidenziare un pochino quali sono le differenze tra queste due varianti e per cercare di capire insieme quale sia più adatto alle vostre esigenze.

PRESTAZIONI SIMILI, MA SE VOLETE GIOCARE…


Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

Voglio andare subito al sodo e quindi parto in quarta andando subito a parlarvi delle piattaforme e delle prestazioni che caratterizzano questi due MateBook 14. Le configurazioni a nostra disposizione sono quelle più spinte ma le considerazioni che andremo a fare valgono anche per le varianti più economiche, ovviamente in rapporto alla minore potenza delle piattaforme.

Da un lato abbiamo quindi la versione Intel, nel nostro caso dotata di processore Intel Core i7 10510u e scheda grafica NVIDA MX350, e dall’altro quella AMD, con un SoC Ryzen 7 4800H e grafica integrata Radeon RX Vega 7. In tutti e due i casi abbiamo poi 16 GB di RAM ma con specifiche abbastanza differenti, il modello Intel utilizza infatti delle LPDDR3 a 2166 Mhz mentre quello AMD offre delle DDR4 a 2666 Mhz, sulla carta dotate di prestazioni migliori. Non ci sono invece grosse differenze in merito allo storage, 512GB in tutti e due i casi su SSD PCIe con prestazioni ottime.

Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

Vi dico quindi subito che nell’utilizzo di tutti i giorni sono prodotti ottimi per il 90% e più degli utenti. Diciamo che qualsiasi sia la vostra scelta, se il vostro uso è quello tipico di un notebook casalingo o da ufficio, vi troverete alla grande con entrambi i modelli e non andrete incontro a rallentamenti o incertezze in qualsiasi situazione. Navigazione, mail, video in streaming, gestione della suite Office, fotoritocco base, videocall, didattica a distanza, sono tutte operazioni in cui questi prodotti eccellono.

Per trovare delle differenze concrete tra queste due piattaforme occorre infatti andare ad analizzare il comportamento dell’hardware quando questo viene messo sotto sforzo in maniera importante. I risultati dei benchmark che abbiamo svolto mostrano comunque una situazione che rispecchia quelle che sono le caratteristiche tecniche dei prodotti. Il modello Ryzen garantisce risultati migliori nelle operazioni multicore a fronte di un numero di core doppio rispetto alla controparte, mentre la versione Intel prevale nel caso di operazioni single core per via di una frequenza di clock leggermente superiore. Quando subentra la GPU è poi ancora il modello Intel ad avere la meglio per via della presenza della dedicata NVIDIA.

Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere
Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

Come consuetudine abbiamo svolto il nostro test che carica al 100% CPU e GPU. Quest’ultimo mostra come il modello Ryzen sia decisamente più efficiente in termini di gestione termica con un conseguente andamento più costante delle frequenze. La soluzione AMD riesce infatti a tenere frequenze più alte e più a lungo su tutti i core. Merito probabilmente del processo produttivo più ottimizzato.

Nelle operazioni di produttività più impegnative la presenza di una GPU discreta da un lato e questa migliore gestione termica dall’altro vanno a compensare le mancanze di una e dell’altra piattaforma portando poi nella realtà a prestazioni abbastanza simili. Operazioni come la conversione di un video, il render in 4K, l’apertura di fogli di calcolo particolarmente pesanti, l’ingrandimento di immagini ad alta risoluzione o funzioni come il riempimento contestuale e la selezione automatica dei soggetti nei programmi di fotoritocco, vengono portate a termine con la stessa velocità; o comunque con differenze non significative.

L’unico contesto in cui la presenza di una GPU come la MX350 fa davvero la differenza è quello del gaming. F1 2018, in fullHD con dettaglio basso, gira infatti ad un framerate medio di 75 fps contro i 41 del modello con Radeon RX Vega 7. E’ un divario che può variare in funzione del gioco ma diciamo che in generale la versione con grafica NVIDIA si comporta meglio in questo tipo di contesto. A meno che non siate interessati a questo tipo di utilizzo, quindi, possiamo dire che i due MateBook 14 sostanzialmente si equivalgono in termini di prestazioni reali.

BUONA AUTONOMIA PER TUTTI


Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

E veniamo a parlare di autonomia perché avendo piattaforme con caratteristiche abbastanza differenti in termini di consumi e di architettura è lecito aspettarsi un comportamento che varia abbastanza a seconda della situazione, ed effettivamente è così. In una situazione come la riproduzione di un video in streaming con l’app Netflix prevale il modello Intel con una autonomia che supera tranquillamente le 11 ore contro le 9 della versione AMD. Il merito è forse della GPU integrata Intel che basta per svolgere questo task e garantisce un consumo minore rispetto alla controparte Radeon.

I risultati sono invece opposti quando andiamo a impegnare in maniera un pochino maggiore le due macchine con navigazione, videoscrittura, social, fotoritocco e simili. In queste situazioni, probabilmente anche per via dell’attivazione a tratti della GPU NVIDIA, la versione Intel consuma qualcosa in più spegnendosi dopo circa 6 ore e mezza di utilizzo, mentre il modello con SoC Ryzen raggiunge le 8 ore di utilizzo.

Per entrambi abbiamo poi la ricarica rapida che permette di ottenere circa il 50% di carica in mezz’ora grazie al caricatore in confezione che eroga fino a 65W nonostante le dimensioni davvero contenute.

DISPLAY 2K TOUCH


Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

Abbiamo parlato della piattaforma hardware e dell’autonomia che sono gli elementi che realmente differenziano questi prodotti ma è giusto anche spendere due parole su quelle che sono le caratteristiche comuni, a partire dal display. Questi due MateBook 14 integrano un pannello da 14 pollici di diagonale dotati di una risoluzione pari a 2160×1440 pixel e di un rapporto d’aspetto di 3:2. Ormai lo sapete, sono un fan dei display con questo rapporto d’aspetto, specialmente se hanno una densità di pixel elevata come in questo caso. Un display un pochino più squadrato permette infatti di avere più spazio verticale e di limitare il numero di scroll nelle finestre del browser o nei documenti di testo.

Dimensione e risoluzione a parte parliamo comunque di un pannello di buona qualità, caratterizzato da una luminosità massima di circa 300 cd/mq, non elevatissima ma sufficiente per utilizzare agevolmente il MateBook 14 anche in ambienti ben illuminati. Buona anche la fedeltà nella riproduzione dei colori e la profondità dei neri che permette di ottenere un ottimo rapporto di contrasto migliorando la visibilità in diverse situazioni.

OTTIMI MATERIALI E DESIGN SOBRIO


Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

Parlando di estetica e materiali, infine, i due MateBook 14 sono esattamente identici in ogni più piccolo dettaglio. Il design è quello tipico delle soluzioni Huawei, ormai riconoscibilissimo nella sua colorazione grigia scura e in alcuni dettagli come il tasto di accensione circolare che integra il sensore per le impronte digitali e la webcam inserita sotto al tasto tra F6 e F7, indubbiamente scomoda ma allo stesso tempo iconica.

E’ certamente un notebook compatto. Le dimensioni sono di poco superiori a quelle di Matebook X Pro che ha però un display da 13 pollici, mentre il peso è di 1.5Kg, non una piuma ma comunque nella media delle soluzioni che rientrano in questa categoria di prodotto. Una soluzione sicuramente comoda da trasportare nello zaino o in borsa senza rinunciare ad un display che garantisce un buon comfort visivo.

Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

Come sempre ottima la tastiera, è una delle soluzioni con cui mi trovo meglio in assoluto nonostante le decine di notebook che provo ogni anno. I tasti sono di buone dimensioni, giustamente spaziati, il feedback è netto ma non fastidioso in termini di rumorosità e c’è la retroilluminazione su tre livelli, sempre utile se vi trovate a scrivere in un ambiente buio.

Molto bene anche il touchpad che sfrutta bene lo spazio a disposizione sul poggiapolsi ed è sufficientemente preciso e reattivo, tanto che permette di sfruttare alla perfezione le gesture di sistema. Non c’è il riconoscimento facciale ma come detto prima abbiamo il sensore di impronte e quindi è comunque garantito l’accesso al sistema tramite Windows Hello.

Chiudo con la disponibilità di porte, a mio modo di vedere completa, che comprende due USB standard, una 2.0 e una 3.0, una HDMI, una Type C 3.1 e il jack audio. Ecco, forse avrei sostituito una delle due USB standard con un’altra Type C ma considerando lo spessore e la tipologia di notebook è già una dotazione ottima anche così.

CONSIDERAZIONI FINALI


Huawei MateBook 14, Intel o AMD? Vi spieghiamo come scegliere

In fin dei conti siamo quindi di fronte a due prodotti assolutamente validi a prescindere dalla piattaforma alla quale ci affidiamo ed è proprio per questo che la scelta si riduce ad una analisi dei prezzi. Per una questione di disponibilità non confronterò il costo dei modelli che abbiamo provato in queste settimane ma quelli delle due versioni più economiche che avranno, ovviamente in rapporto, un comportamento comunque simile.

Il modello Intel con Core i5, 8 GB di RAM e NVIDIA MX350 costa 999 euro mentre quello AMD, con Ryzen 5 4600H e 16 GB di RAM ha un prezzo di 100 euro inferiore. A questo punto mi pare scontato dirvi che la scelta più saggia nel 90% delle situazioni è sicuramente la versione con SoC AMD Ryzen, in caso contrario la scheda NVIDA vi può garantire quel pizzico di prestazioni in più che non guastano.

Tutto ciò, ovviamente, al netto di eventuali promozioni. Huawei non è infatti nuova a forti sconti, spesso anche legati a particolari bundle, che rendono sicuramente questi notebook ancora più interessanti e che potrebbero portare l’una o l’altra versione ad essere preferibile in relazione al momento in cui si decide di effettuare il proprio acquisto.

VIDEO

No Comments

Post A Comment