Android Things al capolinea: Google staccher la spina nel 2022 | Web Agency Brescia
10460
post-template-default,single,single-post,postid-10460,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Android Things al capolinea: Google staccher la spina nel 2022

Android Things al capolinea: Google staccher la spina nel 2022

Android Things al capolinea: Google staccher la spina nel 2022


Android Things è giunto al capolinea: Google ha deciso di staccare la spina a un progetto di sistema operativo per dispositivi IoT il cui decollo di fatto non è mai avvenuto. Come al solito, il processo sarà graduale, e durerà per tutto l’anno venturo: la data ultima di stop delle operazioni è stata fissata al 5 gennaio 2022.

Android Things è nato nel 2015 con il nome di Brillo; il marchio del Robottino è arrivato solo l’anno successivo, insieme a un ambizioso refresh dell’intera iniziativa: Google pensava che siccome molti sviluppatori avevano già familiarità con Android, sarebbero arrivati in massa. Invece così non è stato. I prodotti basati su Android Things si contano sulle dita di una mano e non hanno avuto impatto significativo sul mercato. Verso metà febbraio 2019, Google annuncia il cambio di rotta: il sistema si concentrerà solo su speaker e display smart. Ma nemmeno questo è stato sufficiente a rimettere in carreggiata il progetto.

In concreto, Google ha comunicato che dal 5 gennaio 2021 la Android Things Console, software che permette agli sviluppatori di distribuire aggiornamenti del codice ai propri dispositivi, non accetterà più nuovi progetti non commerciali. Il 5 gennaio 2022 la console sarà completamente disattivata, e tutti i dati dei progetti aperti saranno cancellati per sempre.

No Comments

Post A Comment