iPhone 13 con WiFi 6E ipotesi probabile: spettro più ampio per prestazioni superiori | Web Agency Brescia
10498
post-template-default,single,single-post,postid-10498,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

iPhone 13 con WiFi 6E ipotesi probabile: spettro più ampio per prestazioni superiori

iPhone 13 con WiFi 6E ipotesi probabile: spettro più ampio per prestazioni superiori

iPhone 13 con WiFi 6E ipotesi probabile: spettro più ampio per prestazioni superiori


É già tempo di parlare di iPhone 13: in realtà le indiscrezioni sulla prossima generazione di smartphone Apple sono iniziate già da tempo, ma con il 2021 ormai alle porte si fanno via via sempre più insistenti. Oggi è Barclays a rivelare alcuni interessanti dettagli che riguardano la connettività: a quanto pare, a debuttare sui melafonini potrebbe essere il WiFi 6E.

Cosa comporterebbe questa novità? Semplice, l’ampiezza dello spettro radio riservato intorno ai 6GHz – reso ufficialmente disponibile dalla FCC lo scorso aprile – è tre volte maggiore rispetto a quello a disposizione della tecnologia attuale: 1.200MHz anziché 400MHz delle due bande 2,4 e 5GHz. Ciò significa minore latenza, maggiore banda a disposizione, prestazioni più elevate e fino a 7 access point capaci di trasmettere simultaneamente alla massima velocità senza interferenze.

Le potenzialità del WiFi 6E ci sono, e su queste intendono basarsi i produttori di chip che ritengono la nuova tecnologia uno dei punti fermi dei sistemi di connessione dei prossimi 20 anni. Su questo aspetto si era espressa in passato Cisco, affermando come

la crescita del WiFi 6 nello spettro dei 6GHz sia un punto di svolta per la disponibilità di canali aggiuntivi e per la possibilità di utilizzare finalmente i 160MHz per applicazioni a larghezza di banda elevata come la realtà aumentata e quella virtuale. Questo offre enormi opportunità per creare nuove applicazioni ed esperienze sia per i consumatori che per le aziende.

I nuovi iPhone 13 sono attesi per settembre 2021.

C’è spazio anche per parlare di iPhone SE: anche Barclays dice che il 2021 non sarà l’anno giusto per il successore dell’attuale modello, così come ammesso il mese scorso dall’analista Ming-Chi Kuo. Si è spesso discusso di uno smartphone “entry-level” più grande rispetto a quello attuale, magari da 5,5 o addirittura 6,1 pollici, ma sembra che per ora non ci siano piani definiti da parte di Apple. Insomma, probabilmente ci sarà ancora da aspettare un po’.

No Comments

Post A Comment