Zoom, nel futuro non solo videoconferenze: si lavora a client email e calendario | Rumor | Web Agency Brescia
10568
post-template-default,single,single-post,postid-10568,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Zoom, nel futuro non solo videoconferenze: si lavora a client email e calendario | Rumor

Zoom, nel futuro non solo videoconferenze: si lavora a client email e calendario | Rumor

Zoom, nel futuro non solo videoconferenze: si lavora a client email e calendario | Rumor


Nel futuro di Zoom potrebbero non esserci solo le videoconferenze, settore dove da ormai diversi mesi è uno dei principali leader grazie ad una crescita costante favorita da cause che conosciamo ormai bene.

Secondo quanto riportato da un nuovo report di The Information, infatti, la società sarebbe a lavoro per espandere i propri confini attraverso due nuovi servizi:

  • client di posta elettronica proprietario: Zoom si prepara a sfidare (ancora) Google e Microsoft, i due colossi tech già concorrenti sulle videochiamate con Teams e Google Meet e che da anni dominano proprio questo campo con i rispettivi Gmail e Outlook. Zoom avrebbe già avviato lo sviluppo del proprio client in versione Web, ma non si conoscono ancora le ipotetiche tempistiche di rilascio.
  • app calendario: al client di posta elettronica dovrebbe poi aggiungersi anche un’app calendario, anche se in questo caso non è chiaro se lo sviluppo sia già partito.

Le novità in serbo da Zoom, tuttavia, non finirebbero qui. Stando al medesimo rapporto, infatti, la società californiana sarebbe interessata a proporre ai propri utenti (300 milioni quelli attivi ogni giorno ad aprile) una suite completa di app aziendali che offriranno: annunci di lavoro con “emozionanti funzionalità di chat” e integrazioni con altre app esistenti quali Asana e Dropbox.

Contattata da The Verge, Zoom si è rifiutata di commentare le indiscrezioni trapelate in rete. Voi sareste favorevoli all’ingresso di Zoom in questo nuovo settore?

No Comments

Post A Comment