Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto | Web Agency Brescia
10856
post-template-default,single,single-post,postid-10856,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto

Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto

Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto


Con l’ufficializzazione del Samsung Exynos 2100 al CES 2021 si è chiuso per ora il cerchio dei chipset destinati agli smartphone Android di fascia alta. Il nuovo SoC di Samsung, che farà il suo esordio a bordo della gamma Galaxy S21, entra infatti in competizione con lo Snapdragon 888 di Qualcomm ufficializzato a dicembre e già utilizzato nel Mi 11 di Xiaomi.

Nota: si invita a consultare gli articoli sugli annunci ufficiali del Samsung Exynos 2100 e del Qualcomm Snapdragon 888 ad integrazione delle informazioni riportate nel presente articolo:


Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto




Android
12 Gen



Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto




Mobile
02 Dic


Si ripropone così una sfida che negli anni scorsi ha visto prevalere le soluzioni di Qualcomm e dalla quale, quest’anno, ci si aspetta un passo in avanti del produttore sudcoreano. Con il lancio di Galaxy S21, S21 Plus e S21 Ultra sarà possibile confrontare sul campo gli smartphone dotati delle nuove piattaforme, ma per il momento l’unico paragone si basa sulle rispettive schede tecniche.

LA RISCOSSA ALL’INSEGNA DEI 5NM

Appare subito evidente che Exynos 2100 e Snapdragon 888 hanno diversi punti di contatto. Quest’anno sia la proposta di fascia alta del produttore sudcoreano, sia quella di Qualcomm utilizzano il processo produttivo a 5nm LPE di Samsung, un passo in avanti non trascurabile rispetto all’Exynos 990 (7nm LPP Samsung) e al Qualcomm Snapdragon 865/865+ (7nm TSMC) che porta con sé un miglioramento dell’efficienza energetica e dei consumi.

Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto

Si pongono in tal modo le premesse per riequilibrare i rapporti con Qualcomm. Nell’annuncio uffciale Samsung sottolinea che il consumo energetico è stato ridotto del 20% e le prestazioni aumentate del 10% rispetto alla precedente generazione. È invece quantificato nel 25% sia l’aumento delle prestazioni, sia il risparmio energetico complessivo per il SoC Qualcomm di nuova generazione. Sono miglioramenti facili da prevedere, visto che intervengono puntualmente ad ogni passaggio da un nodo produttivo a quello più avanzato.

Altra affinità riguarda l’architettura: in tutti e due i casi la CPU ha otto core: il core principale, progettato per raggiungere le prestazioni massime, è l’Arm Corte X1 presentato nella primavera dello scorso anno, al quale vengono affiancati 3 core Arm Cortex-A78 (alte prestazioni) e 4 core Arm Cortex-A55 (alta efficienza).

Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto

Esaminando le schede tecniche emerge che l’Exynos sembra sia in grado di spingere un po’ di più sia sul core principale (qui la differenza è però minima: 2,9GHz per Exynos, 2,84GHz per lo Snapdragon), sia sui secondari (nell’Exynos 2100 i Cortex-A78 hanno una frequenza di clock massima di 2,8GHz, i Cortex-A55 una di 2,2 GHz, i rispettivi core dello Snapdragon 888 operano alla frequenza massima di 2,4GHz e 1,8GHz). A scanso di equivoci quelle menzionante sono le frequenze di funzionamento del reference design usato per i benchmark ufficiali, non è da escludere che alcuni produttori riusciranno a spremere ulteriormente lo Snapdragon 888 con sistemi di dissipazione maggiorati (si pensi a quelli utilizzati negli smartphone gaming).

Differenti invece le GPU: Arm Mali-G78 MP14 per Exynos 2100 e Andreno 660 per lo Snapdragon 888. Le aspettative sulle prestazioni della GPU del nuovo Exynos sono elevate, secondo precedenti indiscrezioni le performance potrebbero essere molto simili a quelle dello Snapdragon 888, ma per conferme bisognerà attendere i primi test sul campo. Alcuni dettagli nella scheda tecnica dell’Exynos suggeriscono comunque che la potenza di calcolo non mancherà di certo al comparto GPU: alla voce schermo si legge che il SoC di Samsung supporta display sino alla risoluzione massima 4K con frequenza di aggiornamento a 120Hz, Qualcomm Snapdragon 888 si ferma ai 4K a 60Hz o ai QHD+ @ 144Hz. Più fps si traducono in un maggiore carico sulla GPU, e l’obiettivo dei 4K in 120fps è certamente impegnativo. Secondo i dati dichiarati da Samsung, la nuova GPU sarebbe in grado di incrementare del 40% le prestazioni della GPU del SoC di precedente generazione.

FOTOCAMERE, CONNETTIVIT E MEMORIE AL PASSO CON I TEMPI

Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto

Exynos 2100 e Snapdragon 888 tornano ad essere appaiati sul fronte della connettività e della fotocamera: in linea con le aspettative che uno smartphone top gamma 2021 genera, sia Exynos 2100, sia Snapdragon 888 sono in grado di connettersi con le reti 5G tramite un modem integrato nel SoC (con tutti i vantaggi che ciò comporta anche dal punto di vista dell’efficienza energetica e della progettazione del chip): entrambi sono in grado di operare in modalità SA e NSA, e nello spettro di frequenze sub-6GHz e mmWave.

Lato fotocamera invece le due piattaforme pongono le basi per supportare moduli posteriori con un singolo sensore da 200MP, più svariate configurazioni multi modulo – nel caso dell’Exynos l’azienda sottolinea la capacità di gestire sino ad un massimo di sei sensori, di cui quattro contemporaneamente. Analoga è la capacità di gestire le funzioni dedicate all’intelligenza artificiale: al netto delle soluzioni tecniche adottate la potenza di calcolo è la stessa: 26 TOPS. Chiude il quadro il comparto memorie che supporta le tecnologie più recenti ed in grado di offrire le prestazioni migliori: RAM LPDDR5 e storage UFS 3.1.

Samsung Exynos 2100 vs Snapdragon 888: schede tecniche a confronto

LA RISPOSTA SUL CAMPO A PARTIRE DAI GALAXY S21

Sulla carta quindi le due piattaforme sono molto simili, quello che però i dati puri e semplici non possono ancora evidenziare riguarda l’effettiva capacità della nuova piattaforma di Samsung di tenere testa a quella di Qualcomm, sia dal punto di vista delle prestazioni, sia per quanto riguarda i consumi energetici. C’è da dire che in fase di presentazione dell’Exynos 2100 Samsung ha posto l’accento sulla tecnologia Amigo dedicata alla gestione dei consumi di CPU, GPU e degli altri processi che incidono sull’autonomia. Sarà realmente così efficace? I dubbi si potranno iniziare a dissolvere con le prove effettuate utilizzando gli smartphone Galaxy S21. La presentazione è fissata per domani (14 gennaio) e non bisognerà attendere molto prima di esaminare benchmark e di dare il via alle prime prove in uno scenario di utilizzo reale.

No Comments

Post A Comment