iQOO 7 sorprende ancora: campionamento tocco ora a 1000Hz | Web Agency Brescia
10913
post-template-default,single,single-post,postid-10913,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

iQOO 7 sorprende ancora: campionamento tocco ora a 1000Hz

iQOO 7 sorprende ancora: campionamento tocco ora a 1000Hz

iQOO 7 sorprende ancora: campionamento tocco ora a 1000Hz


L’ultimo aggiornamento disponibile per questo smartphone, di fatto uno dei primissimi dopo l’annuncio ufficiale, ha sbloccato una funzionalità che porta ancora più in alto le potenziali aspettative da chi cerca le massime caratteristiche hardware su un dispositivo mobile.

Con l’ultimo aggiornamento della Origin OS, l’interfaccia proprietaria del produttore basata ovviamente su Android, (firmware PD2049B_A_1.9.3, iQOO) il campionamento del tocco è stato portato a ben 1000 Hz, il valore più alto mai visto su uno smartphone e doppio rispetto al precedente record che vedeva Xiaomi Mi 11 toccare i 480 Hz.

Sebbene questo valore di 1000Hz sia incredibile, ricordiamo che non si tratta del refresh rate del Display, che infatti rimane a 120Hz, ma della capacità del display di riconoscere il tocco fino a 1000 volte al secondo.

Più rapido è questo riconoscimento, maggiore sarà non solo la precisione del touch, ma il riconoscimento del tap sullo schermo che, in utilizzo gaming, fa molto spesso la differenza, soprattutto in titoli di guerra e azione.

iQOO 7 dunque fa segnare un altro record in questa continua ricerca delle caratteristiche migliore in un mercato dove ormai differenziarsi è quasi impossibile e dove gli smartphone da 2/3 anni a questa parte hanno prestazioni che per la maggior parte degli utilizzi sono più che abbondanti.

No Comments

Post A Comment