Stati Uniti, team di super esperti prender le decisioni su scienza e tecnologia | Web Agency Brescia
10953
post-template-default,single,single-post,postid-10953,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Stati Uniti, team di super esperti prender le decisioni su scienza e tecnologia

Stati Uniti, team di super esperti prender le decisioni su scienza e tecnologia

Stati Uniti, team di super esperti prender le decisioni su scienza e tecnologia


Gli Stati Uniti cercano di voltare pagina, nonostante le ferite lasciate dall’assalto al Congresso di due settimane fa. E con un ex Presidente ormai bannato da tutte le parti (in ordine cronologico: Facebook e Instagram, Twitter, YouTube e Snapchat. Rimarrebbe solo TikTok, ma…) è tempo di guardare avanti.

Joe Biden e Kamala Harris hanno annunciato i membri del nuovo Science Team, ovvero del gruppo di esperti che affiancherà la Presidenza nel prendere decisioni ed affrontare “alcune delle più grandi crisi e sfide del nostro tempo, dal cambiamento climatico e l’impatto della tecnologia sulla società fino alla pandemia, alla diseguaglianza razziale e all’attuale storica crisi economica”.

Scienza e tecnologia a servizio del Paese per “guidare il progresso“, tant’è che per la prima volta il ruolo di Presidential Science Advisor viene elevato a livello di Cabinet: di fatto, il gruppo di scienziati ed esperti di tecnologia avranno un peso decisamente superiore rispetto al passato e lavorerà a stretto contatto con Biden. Alla guida della task force ci sarà Eric Lander, Direttore dell’Office of Science and Technology Policy e Presidential Science Advisor, tramite cui il “ruolo della scienza verrà elevato all’interno della Casa Bianca“.

A lui il compito di mantenere i rapporti con la comunità scientifica americana, rendendo conto direttamente al Presidente Biden.

La scienza sarà sempre in prima linea nella mia amministrazione, e questi scienziati di fama mondiale garantiranno che tutto ciò che facciamo sia basato sulla scienza, sui fatti e sulla verità. – Joe Biden



Riportiamo per completezza i nomi dei membri dello Science Team designati da Joe Biden e Kamala Harris, il cui insediamento – ricordiamo – avverrà oggi e potrà essere seguito sulle principali emittenti TV italiane e sul web a partire dal tardo pomeriggio.

  • Eric Lander: Direttore OSTP e Presidential Science Advisor. Esperto in medicina genomica
  • Alondra Nelson: Deputy Director for Science and Society. Esperta in scienze sociali e organizzazioni non profit
  • Frances H. Arnold e Maria Zuber: co-presidenti del Council of Advisors on Science and Technology. Rispettivamente esperti in ingegneria delle proteine (Premio Nobel nella Chimica) e in geofisica e scienze planetarie (prima donna a guidare una missione spaziale NASA)
  • Francis Collins: direttore del National Institutes of Health
  • Kei Koizumi: OSTP Chief of Staff. Esperto di bilancio federale per la scienza
  • Narda Jones: OSTP Legislative Affairs Director. Esperta in scienze sociali, ha un passato presso la Federal Communications Commission

Sono tante le sfide che attendono l’Amministrazione Biden e il gruppo di scienziati nominato dal neo-Presidente: dalle questioni etiche a quelle sociali, dalla salute della popolazione alla necessità di rimettere in piedi un’economia ferita, sino ai rapporti con la Cina ed al ruolo che gli Stati Uniti intendono avere all’interno del settore della tecnologia. Emblematico e multi-disciplinare è il caso del ban a Huawei: tocca diversi temi, economia, leadership nel mondo tech e, soprattutto, politica, e anche su questo la task force sarà chiamata ad esprimere il suo parere al Presidente.

Viste le motivazioni che hanno portato alla situazione attuale, tuttavia, è alquanto difficile che gli Stati Uniti possano fare marcia indietro. Questo sarà uno degli argomenti più caldi di questi mesi, noi ve ne abbiamo parlato nel nostro approfondimento in cui analizziamo le “nuove prospettive” per Huawei con un’America senza Trump. Stesso discorso vale anche per i rapporti con i big della rete – cambierà qualcosa o la lotta ai monopoli proseguirà? – e per l’ambiente (Biden ha già promesso il rientro negli Accordi di Parigi).

No Comments

Post A Comment