Cyberpunk 2077, finalmente buone notizie: c' la patch 1.1, e arrivano i rimborsi | Web Agency Brescia
11028
post-template-default,single,single-post,postid-11028,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Cyberpunk 2077, finalmente buone notizie: c’ la patch 1.1, e arrivano i rimborsi

Cyberpunk 2077, finalmente buone notizie: c' la patch 1.1, e arrivano i rimborsi

Cyberpunk 2077, finalmente buone notizie: c’ la patch 1.1, e arrivano i rimborsi


Forse su Night City si sta affacciando una prima, timida alba, dopo la lunga notte che ha seguito il lancio. La scorsa settimana CD Projekt ha cominciato una difficile operazione per restaurare il rapporto con la community dei videogiocatori, seriamente compromesso in seguito al lancio di Cyberpunk 2077 e a tutte le polemiche che lo hanno seguito. Uno dei punti chiave di questa strategia è la roadmap degli aggiornamenti: la software house polacca ha fatto il punto sugli interventi già effettuati per migliorare l’esperienza di gioco, ma soprattutto ha anticipato le tempistiche di quelli successivi.

In realtà il grafico mostrato contiene informazioni molto vaghe, ma tra quelle ben definire ci sono due patch: e questa notte è cominciata la distribuzione della prima, la 1.1, per PlayStation 4, Xbox e PC.

Cyberpunk 2077, finalmente buone notizie: c' la patch 1.1, e arrivano i rimborsi

Il changelog completo dell’aggiornamento (il peso su PlayStation 4/5 è di 16,96 GB) potete trovarlo al link in fonte: tra le novità più importanti ci sono miglioramenti alla stabilità del software (che non è esattamente avaro di crash), in particolare nell’utilizzo della memoria, la risoluzione di alcuni problemi che affliggevano certe missioni e l’interfaccia, la soluzione di bug e glitch noti, oltre che un incremento delle performance sulle console della scorsa generazione, ovvero quelle che più hanno messo in evidenza i limiti strutturali del titolo.

ARRIVANO I RIMBORSI

In queste ore, inoltre, gli utenti statunitensi – stando a quanto riportato da Vice – che hanno richiesto il rimborso per il titolo entro il 21 dicembre hanno cominciato a ricevere indietro i soldi, e peraltro al momento possono ancora continuare a giocare. Sebbene la richiesta di rimborso fosse vincolata alla restituzione della copia fisica e alla rimozione dalla propria libreria di quella digitale, attualmente sembra che non ci siano stati provvedimenti in questo senso, neanche per chi ha incassato i 250 dollari della Collector’s Edition, e ora se la gode gratis.

Non sappiamo se si tratti di una precisa politica di CD Projekt per riconquistare la parte più scottata dell’utenza, oppure se a breve i giocatori dovranno rinunciare alla propria porta su Night City: nei prossimi giorni dovremmo capirne qualcosa di più.

No Comments

Post A Comment