ZTE parla di Axon 30 Pro, e promette un comparto fotografico al top | Web Agency Brescia
11080
post-template-default,single,single-post,postid-11080,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

ZTE parla di Axon 30 Pro, e promette un comparto fotografico al top

ZTE parla di Axon 30 Pro, e promette un comparto fotografico al top

ZTE parla di Axon 30 Pro, e promette un comparto fotografico al top


ZTE con Axon 20 ha portato sul mercato il primo smartphone con la selfie cam nascosta sotto allo schermo: una soluzione che nel 2021 probabilmente vedremo adottata anche da altri produttori, e che per ora resta tuttavia unica. C’è la possibilità concreta, insomma, che anche il secondo smartphone con questa caratteristica sia targato ZTE, e a ben vedere pure il terzo: stiamo parlando infatti dei prossimi flagship ZTE Axon 30 e Axon 30 Pro.

La curiosità ovviamente è tutta per la fotocamera che c’è ma non si vede, ovvero quella frontale, su cui poneva l’accento la prima immagine teaser: ZTE sarà riuscita a migliorare la tecnologia, e sarà capace di portare sul mercato una seconda generazione che sia al contempo più discreta all’occhio (soprattutto sugli sfondi chiari la parte di schermo con una grana di pixel meno fitta per far passare la luce si distingue dal resto) e più dettagliata negli scatti?

Oggi però l’azienda ha deciso di allargare l’attenzione sul comparto fotografico in generale: con un post su Weibo il presidente di ZTE Ni Fei non solo ha confermato il nome del dispositivo – Axon 30 Pro, appunto -, ma ha anche promesso che implementerà le tecnologie più evolute del settore.

Insomma, la volontà è quella di portare sul mercato un camera phone capace di affermarsi come riferimento per questo 2021. L’immagine che ha preso a circolare sempre su Weibo in queste ore, poi, sembra suggerire il design dell’elemento che raccoglierà i sensori posteriori: un rettangolo smussato con uno “scalino” laterale che ricorda un po’ la sagoma di una scheda microSD.

Quanto al lancio del dispositivo (che sarà accompagnato dalla versione base, ovvero Axon 30), non ci sono ancora indicazioni precise: ma i rumor parlano di una produzione di massa già avviata, e il fatto che la macchina del marketing si sia attivata ufficialmente lascia intendere che possano essere fondati, e che quindi la presentazione potrebbe essere vicina.

No Comments

Post A Comment