Facebook sta lavorando al "vero" competitor di Apple Watch | Rumor | Web Agency Brescia
11332
post-template-default,single,single-post,postid-11332,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Facebook sta lavorando al “vero” competitor di Apple Watch | Rumor

Facebook sta lavorando al "vero" competitor di Apple Watch | Rumor

Facebook sta lavorando al “vero” competitor di Apple Watch | Rumor


A quanto pare la incursioni nei prodotti hardware da parte di Facebook potrebbero espandersi al segmento degli indossabili e andare a scontrarsi proprio con la regina incontrastata tra i produttori di smartwatch, parliamo ovviamente dell’azienda di Cupertino e del suo imbattibile Apple Watch, re incontrastato di questo mercato, che proprio di recente ha raggiunto l’importante quota dei 100 milioni di utilizzatori a livello globale.

Ci hanno provato diverse aziende con risultati deludenti in alcuni casi, tuttavia, è un dato di fatto che i numeri del mercato degli indossabili continuano a indicare lo smartwatch di Apple come prodotto preferenziale in questa categoria. Sembra quindi che anche Facebook voglia provare a ritagliarsi uno spazio, almeno secondo quanto riportato recentemente dalla testata giornalistica The Information, le cui fonti riferiscono addirittura l’intenzione di voler immettere sui mercati uno smartwatch entro il 2022.

A quanto pare l’idea è di realizzare un dispositivo focalizzato sulle funzioni di messaggistica e monitoraggio salute/fitness arricchito dalla capacità di connettersi alla rete dati tramite hardware integrato, dunque fino a qui niente di nuovo, ma quale sarà il valore aggiunto? Difficile a dirsi per ora ma possiamo immaginare che, salvo stravolgimenti di cui non siamo a conoscenza, ci sarà una stretta integrazione con Messenger per la messaggistica, mentre per le funzioni fitness e di monitoraggio dello stato di salute ci si affiderà a soluzioni terze, tra queste si vociferano ad esempio piattaforme come Peloton e Strava. il report afferma, inoltre, che Facebook potrebbe affidarsi ad una versione open source di Android ottimizzata a tal scopo come sistema operativo, ma dovrebbe trattarsi di una fase transitoria, infatti il gigante dei social starebbe già lavorando ad un sistema operativo proprietario, come sostenuto dalla fonte.

L’orologio potrebbe funzionare su una versione open source del software Android di Google, simile ai prodotti hardware esistenti di Facebook, sebbene l’azienda stia anche lavorando per costruire il proprio sistema operativo per l’hardware futuro. Supponendo che Facebook rilasci la prima versione entro il prossimo anno, prevede di dare seguito a una versione di seconda generazione dell’orologio non prima del 2023, secondo quanto riferito da una persona informata sulla cronologia.

Potremmo quindi ipotizzare che i lavori di progettazione e sviluppo siano già in stadio avanzato visto che il prossimo anno non è poi così lontano, eppure c’è ancora la possibilità che questo dispositivo venga accantonato prima di vedere la luce. Certo, è molto probabile che un orologio intelligente non sia la scelta del secolo per quella fascia di utenti preoccupata dal modo in cui Facebook raccoglie i dati terzi, ma è davvero troppo presto per lanciarsi in analisi di qualcosa che, di fatto, ancora non esiste.

Ricordiamo in chiusura che Facebook non ha in serbo progetti ambiziosi solo in campo hardware, infatti, la febbre da Cluhouse avrebbe colpito anche l’azienda di Mark che, secondo diversi rumor, starebbe lavorando ad una sua versione del popolare social audio.

No Comments

Post A Comment