Panasonic porter sul mercato OLED pi luminosi con la serie TV JZ2000 | Web Agency Brescia
11446
post-template-default,single,single-post,postid-11446,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Panasonic porter sul mercato OLED pi luminosi con la serie TV JZ2000

Panasonic porter sul mercato OLED pi luminosi con la serie TV JZ2000

Panasonic porter sul mercato OLED pi luminosi con la serie TV JZ2000


Panasonic porter sul mercato OLED pi luminosi con la serie TV JZ2000

Panasonic ha confermato che i nuovi TV OLED JZ2000, in arrivo nel corso del 2021, utilizzeranno i pannelli OLED con luminosità incrementata. La notizia è stata riportata nel corso di un’intervista realizzata dalla testata Stereo Sound Online (link in FONTE); a parlare è Akira Toyoshima, Vice Presidente della divisione Appliances Company, Panasonic Corporation e Direttore della Smart Life Network Business Division.

Toyoshima ha affermato che i lavori sulla serie JZ2000 sono stati portati avanti con l’intento di migliorare ulteriormente il livello di prestazioni raggiunto con le serie HZ2000 e GZ2000. Nello specifico si parla di un picco di luminanza più elevato sul bianco e di una gradazione più ricca e precisa nei primissimi livelli della scala dei grigi, le porzioni più scure delle immagini che storicamente sono anche quelle che possono mettere più in difficoltà gli OLED.

Panasonic porter sul mercato OLED pi luminosi con la serie TV JZ2000

HZ2000 e GZ2000 utilizzavano la stessa struttura dei pannelli mentre per JZ2000 si è fatto ricorso a pannelli di nuova concezione. In realtà con il termine “pannelli” Toyoshima indica l’insieme composto dalla parte contenente gli emettitori organici (quindi il pannello vero e proprio) e dal sistema utilizzato per dissipare il calore. Su tutti gli OLED top di gamma (i già citati HZ2000 e GZ2000) Panasonic usa già una lastra in metallo per disperdere il calore generato. Sui JZ2000 è stato montato un pannello più efficiente che garantisce un picco di luminanza superiore a parità di corrente applicata.

Questa caratteristica, abbinata ad apposite ottimizzazioni apportate nel sistema di dissipazione (la lastra in metallo), è ciò che assicura l’incremento nelle prestazioni. La descrizione riportata da Toyoshima è sostanzialmente sovrapponibile con le informazioni disponibili sul funzionamento dei pannelli OLED evo di LG Display (qui li descriviamo in dettaglio). A meno di sorprese è pertanto evidente che Panasonic li integrerà all’interno della serie JZ2000 con alcune personalizzazioni effettuate internamente, ambito in cui rientrano proprio il ricorso alla lastra in metallo per la dissipazione e la gestione affidata al nuovo processore HCX Pro AI.

Panasonic porter sul mercato OLED pi luminosi con la serie TV JZ2000

A quanto affermato nell’intervista si possono aggiungere alcune considerazioni. La prima riguarda l’incremento della luminanza. Spesso si parla del valore associato al picco massimo ma in realtà Panasonic menziona altresí la capacità di mantenere uno spunto in più anche quando il livello medio della luminosità nell’immagine (in gergo APL, Average Picture Level) si alza. La seconda riflessione riguarda invece Sony: il marchio giapponese dovrebbe fare ricorso ai medesimi pannelli sulla serie A90J, come confermato indirettamente dalle informazioni provenienti dalla presentazione svoltasi in Cina. Ricordiamo che, come per i Panasonic di fascia più alta, sui suddetti modelli è previsto l’uso di una lastra in metallo per dissipare meglio il calore.

Sony ha inoltre parlato di un sistema differente per il pilotaggio dei sub-pixel WRGB che compongono i pannelli. Durante i picchi di luminanza, l’emissione di luce giunge simultaneamente da tutti i quattro sub-pixel (bianco, rosso, verde e blu). Questa novità dovrebbe implicare una maggiore capacità di mantenere la saturazione dei colori anche quando la luminosità dello schermo si innalza.

I nuovi pannelli dovrebbero assicurare perciò un volume colore più ampio (qui spieghiamo cos’è). In questo modo si andrebbe a colmare (almeno in parte) la distanza con gli LCD di fascia alta, più a loro agio su questo terreno poiché quello che si guadagna nell’estensione del volume colore verso l’alto (i picchi di luminanza) è maggiore rispetto a ciò che si perde nell’altro estremo (i livelli che comprendono le basse luci fino al nero assoluto).

Ulteriori dettagli sui JZ2000 e sui nuovi pannelli OLED potrebbero arrivare a breve: a marzo Panasonic presenterà la gamma TV 2021.

No Comments

Post A Comment