Terraria arriver su Google Stadia, nonostante tutto | Web Agency Brescia
11554
post-template-default,single,single-post,postid-11554,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Terraria arriver su Google Stadia, nonostante tutto

Terraria arriver su Google Stadia, nonostante tutto

Terraria arriver su Google Stadia, nonostante tutto


Febbraio si era aperto con le parole di Andrew Spinks, fondatore di Re-Logic, che dichiarava di aver visto bloccato il proprio account Google senza motivo apparente: un provvedimento che chiaramente impediva di portare a termine il lavoro di conversione del celebre sandbox action-aventure Terraria su Stadia.

Spinks, dopo aver raggiunto polemicamente Google con una serie di Tweet infuocati, aveva praticamente cancellato il progetto: ma a quanto pare a 20 giorni di distanza qualcosa è cambiato. Il coloss di Mountain View sembra essersi scosso dal suo torpore, e alla fine ha deciso di riabilitare l’account di Spinks, il quale ha poi confermato che “dopo un mese di richieste (e grazie all’enorme supporto dei nostri fan), Google ci ha contattati e ha fatto chiarezza sulla vicenda, e alla fine ha ripristinato l’accesso a tutti i nostri account“.

Perciò, il gioco arriverà alla fine sulla piattaforma cloud di Google, secondo Spinks anche in considerazione del “duro lavoro che il team di Stadia e i nostri partner di 505 Games hanno svolto finora“.

In generale, si tratta di un caso emblematico di una di quelle difficoltà che ha ostacolato la crescita di Stadia a partire dal suo lancio, nel novembre 2019, e cioè il rapporto con gli sviluppatori, grandi o piccoli che siano: stiamo anche parlando di un nuovo mercato, quindi è naturale che emergano problematiche inedite e che occorra del tempo per un primo assestamento di queste ed altre dinamiche. Ad ogni modo Google, pur avendo chiuso i battenti del team di sviluppo interno (e quindi affidandosi totalmente al supporto esterno), ha ribadito che Stadia è un progetto ancora vivo e ambizioso, e che nel 2021 arriveranno più di 100 giochi nel catalogo.

No Comments

Post A Comment