GameStop e quotazione alle stelle: possibile ruolo dei bot sui social | Web Agency Brescia
11573
post-template-default,single,single-post,postid-11573,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

GameStop e quotazione alle stelle: possibile ruolo dei bot sui social

GameStop e quotazione alle stelle: possibile ruolo dei bot sui social

GameStop e quotazione alle stelle: possibile ruolo dei bot sui social


A quanto pare, i bot avevano iniziato a promuovere le azioni di GameStop sui social media sia prima sia dopo l’avventurosa scalata del titolo in Borsa (l’ultimo rimbalzo è avvenuto pochi giorni fa, in seguito alle dimissioni del CFO): o almeno è quello che riporta Reuters, rifacendosi ai report di una società di cybersicurezza, la PiiQ Media, con sede in Massachusetts.

L’ipotesi non è innocua, perché potrebbe suggerire che attori economici organizzati e/o stranieri potrebbero aver giocato un ruolo nella vicenda che pareva essere nata su Reddit. Secondo l’analisi di PiiQ Media, i bot avrebbero agito su Twitter, Facebook, Instagram e YouTube, anche se non è chiaro quale influenza abbiano poi effettivamente avuto sul corso delle cose.

Nella sua testimonianza al Congresso, tenutasi durante il mese di febbraio, il Chief Executive di Reddit Steve Huffman aveva assicurato che bot e account artificiali o falsi, dotati di contenuti automatico, non avevano giocato un ruolo significativo nel traffico su Reddit: ciò non esclude però che ci sia stato un effetto diverso sulle altre piattaforme menzionate.

Per giungere a queste conclusioni, PiiQ Media ha esaminato i pattern di alcune keyword, come “Hold the line” e “GME” (la sigla delle azioni GameStop), studiandone le occorrenze in conversazioni e profili antecedenti e posteriori la fatidica data del 28 gennaio, contemplando anche un confronto con i post su una serie di titoli azionari non correlati alla vicenda.

GameStop e quotazione alle stelle: possibile ruolo dei bot sui social

In questo insieme di dati, la società di analisi sostiene di aver identificato degli schemi molto simili nei post che riguardavano GameStop, la cui attività iniziava in concomitanza con l’apertura del mercato azionario e si concludeva con un picco alla fine delle negoziazioni. Modelli che sono identificativi del comportamento dei bot, come ha spiegato il cofondatore di PiiQ Aaron Barr:

“Abbiamo notato chiari modelli di comportamento artificiale su queste quattro piattaforme di social media. Il contenuto organico varia di giorno in giorno, anche nel corso della giornata stessa, non ha lo stesso identico schema ogni giorno per un mese”.

Basandosi sul suo sistema di punteggio volto a valutare l’autenticità dei post sui social, PiiQ stima che ci siano decine di migliaia di account bot che stanno sostenendo GameStop e anche Dogecoin, la criptovaluta che ha ricevuto l’endorsement di Elon Musk. Il prezzo di migliaia di account di questo tipo, sostiene Barr, sarebbe poco più di 200 dollari.

GameStop e quotazione alle stelle: possibile ruolo dei bot sui social

PiiQ non ha analizzato i dati di Reddit ma, secondo il cofondatore, è probabile che anche lì si potrebbero ritrovare gli stessi pattern. La posizione di Reddit rimane per ora legata alle affermazioni del Chief Executive al Congresso, mentre i portavoce di YouTube, Facebook e Instagram non hanno risposto alle richieste di commento. Un rappresentante di Twitter invece ha argomentato che la definizione “bot” può portare fuori strada, connotando negativamente anche quelli utilizzati per scopi creativi o innovativi.

Nel frattempo, la Security and Exchange Commission (SEC) sta indagando sulla vicenda di GameStop e lo scorso venerdì ha sospeso le negoziazioni di 15 società a causa di un’attività di trading insolita e di apparenti tentativi di gonfiare il valore delle azioni sui social media.

Non solo: oltre ai trader, si fa strada la possibilità che anche la criminalità organizzata potrebbe utilizzare i social per minare l’integrità dei mercati statunitensi. Tuttavia, resta poco chiaro quanto questo tipo di azioni possano davvero influenzare il mercato azionario.

No Comments

Post A Comment