Gigantesco iceberg si stacca dall'Antartide: immagini dell'incredibile blocco di ghiaccio | Web Agency Brescia
11630
post-template-default,single,single-post,postid-11630,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Gigantesco iceberg si stacca dall’Antartide: immagini dell’incredibile blocco di ghiaccio

Gigantesco iceberg si stacca dall'Antartide: immagini dell'incredibile blocco di ghiaccio

Gigantesco iceberg si stacca dall’Antartide: immagini dell’incredibile blocco di ghiaccio


Dall’Antartide si è staccato un iceberg dalle dimensioni imponenti: 1.270 km2 per 150 metri di spessore, grande quanto Roma. É stato denominato A-74, seguendo la nomenclatura basata sul quadrante antartico in cui è posizionato l’enorme blocco di ghiaccio.

É stato avvistato tramite GPS per la prima volta a fine febbraio dal British Antarctic Survey, e successivamente confermato dal National Ice Center statunitense attraverso le immagini fornite da Sentinel-1A, satellite facente parte di una piccola costellazione adibita al monitoraggio dei cambiamenti climatici sulla Terra di cui fa parte anche Sentinel-6, ultimo ad essere stato messo in orbita dalla NASA a ottobre dello scorso anno.


Gigantesco iceberg si stacca dall'Antartide: immagini dell'incredibile blocco di ghiaccio





11 Set



Gigantesco iceberg si stacca dall'Antartide: immagini dell'incredibile blocco di ghiaccio




Alta definizione
13 Mag


Il gigantesco iceberg (ma non è il più grande, come vedremo a brevissimo) si è staccato dalla piattaforma di ghiaccio Brunt posizionata nella zona antartica chiamata Terra di Coats. É caratterizzato dalla presenza di una enorme fenditura – Halloween Crack – creatasi nel 2016 e non troppo lontana dalla sede della Halley Research Station in cui opera la BAS. Rispetto all’iceberg A-68 formatosi nel 2017, A-74 appare quasi piccolo: la sua superficie è infatti di 1.270 chilometri quadrati, un quinto rispetto ai 5.800km2 del precedente (a sua volta la metà del B-15 del 2000, 11.000km2).

Se il blocco di ghiaccio appena avvistato non è grande in termini relativi, lo è di sicuro in senso assoluto: i disastri che potrebbe causare sarebbero di enormi proporzioni, mettendo a rischio la navigazione e la salute del continente antartico. Del resto, che prima o poi potesse staccarsi era ormai cosa nota e risaputa: troppe le crepe riscontrate negli ultimi anni, segno premonitore di ciò che effettivamente è avvenuto. E la colpa non sarebbe da imputare tutta all’uomo, almeno questa volta: il distaccamento degli iceberg può anche far parte di un processo naturale che l’attività antropica non è in grado di condizionare.

Gigantesco iceberg si stacca dall'Antartide: immagini dell'incredibile blocco di ghiaccio

Per il momento l’iceberg resta ancora molto vicino alla costa, nonostante i suoi bordi stiano iniziando a sgretolarsi. Ma è proprio la sua staticità a preoccupare maggiormente gli scienziati, in quanto il suo comportamento impedisce loro per il momento di prevedere le sue prossime mosse.

Non è da escludere che possa andare a sbattere contro un’altra zona della piattaforma di ghiaccio di Brunt più a sud-ovest, o che invece punti verso nord, trascinato dalla Corrente circumpolare antartica (scoperta per la prima volta nel 1699 dall’astronomo Edmond Halley, che dà il nome alla stazione di ricerca in cui lavora la BAS). Qualora dovesse verificarsi questa seconda ipotesi, la navigazione locale potrebbe essere messa in pericolo visto che nel tempo la gigantesca piattaforma sarebbe destinata a distruggersi in migliaia di iceberg di dimensioni più ridotte.

A seguire un video girato dal British Antarctic Survey a fine febbraio:

No Comments

Post A Comment