Volkswagen accelera: 70% di auto elettriche in Europa entro il 2030 | Web Agency Brescia
11638
post-template-default,single,single-post,postid-11638,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Volkswagen accelera: 70% di auto elettriche in Europa entro il 2030

Volkswagen accelera: 70% di auto elettriche in Europa entro il 2030

Volkswagen accelera: 70% di auto elettriche in Europa entro il 2030


Volkswagen vuole dare un’ulteriore accelerazione al suo piano di elettrificazione mettendo in atto la strategia “ACCELERATE“. Il marchio tedesco entro il 2030 punta ad aumentare la propria quota di consegne di auto totalmente elettriche a oltre il 70% in Europa. Si tratta del doppio di quanto previsto in precedenza (35%). Per quanto riguarda i mercati dell’America e della Cina, la casa automobilistica punta a raggiungere quota 50% sempre entro il 2030.

Il marchio tedesco, per raggiungere questi ambiziosi obiettivi, intende lanciare ogni anno almeno un nuovo veicolo a batteria. Per quanto riguarda il 2021, la ID.4 GTX debutterà nella prima metà dell’anno, mentre nella seconda metà arriverà la ID.5. Modelli di cui abbiamo più volte parlato. Per il mercato cinese, in autunno arriverà la ID.6 X/Cross, un SUV elettrico a sette posti. Il costruttore conferma che lancerà un modello più piccolo della ID.3 che sarà proposto ad un prezzo di partenza di circa 20 mila euro. Debutterà, però, solo nel 2025.

Volkswagen aggiunge che continuerà a lavorare sullo sviluppo della piattaforma MEB per affinarla ulteriormente. Quanto appreso in questi anni sarà poi riversato su di una nuova piattaforma, la Scalable Systems Platform, che sarà utilizzata per la prima volta sul progetto dell’ammiraglia Volkswagen, Trinity, di cui abbiamo parlato ieri. Sebbene il marchio tedesco intenda accelerare i suoi piani di elettrificazione, non si dimenticherà dei modelli endotermici.

Tutti i modelli più importanti come la Golf, la Tiguan, la Passat, la Tayron e la T-Roc, avranno un successore. Ralf Brandstätter, CEO di Volkswagen, ha commentato:

Avremo ancora bisogno dei motori a combustione per un po’ di tempo, ma questi dovranno essere il più efficienti possibile, per questo la prossima generazione dei nostri modelli chiave, tutte auto globali, saranno anche disponibili con la tecnologia ibrida plug-in più avanzata, in grado di assicurare fino a 100 km di autonomia elettrica.

Non solo elettrificazione, ma anche sviluppo del software e della guida autonoma. L’integrazione del software nella vettura e l’esperienza digitale del cliente diventeranno dunque competenze chiave della Volkswagen. Il costruttore sottolinea che sta portando avanti lo sviluppo di un ecosistema digitale con la gamma ID a fare da apripista. In due anni ci saranno su strada 500 mila auto connesse. Veicoli che riceveranno aggiornamenti OTA che forniranno miglioramenti e nuove funzioni. Le auto diventeranno “come gli smartphone”.

Con il software che sarà sempre più importante per le auto, Volkswagen potrà offrire nuovi servizi e funzioni che i clienti potranno acquistare anche in un secondo momento. La casa automobilistica ha grandi ambizioni pure sul fronte della guida autonoma che deve essere messa a disposizione non solo ad un ristretto numero di persone.

La vendita di circa 6 milioni di unità l’anno dà alla Marca la massa critica necessaria per i volumi della guida autonoma, il cui sviluppo è sofisticato, e per diffonderla a livello mondiale.

Volkswagen intende creare una rete neurale tra la sua flotta di vetture totalmente connesse, in cui le auto scambieranno continuamente dati, per esempio, sulle condizioni del traffico e su ostacoli o incidenti. Sarà quindi possibile creare un sistema di autoapprendimento con milioni di vetture coinvolte. Si comincerà con Trinity dal 2026. Ralf Brandstätter, commenta:

Volkswagen vivrà un cambiamento profondo. Diventeremo sinonimo non solo di mobilità elettrica sostenibile, ma anche di esperienze digitali affascianti, nuovi modelli di business e guida autonoma per molti. Abbiamo realizzato una base forte per tutto questo negli scorsi anni. Ora, con ACCELERATE daremo alla digitalizzazione una spinta ulteriore.

No Comments

Post A Comment