Google Earth viaggia nel tempo su Android con Timelapse (ma attivarlo complesso) | Web Agency Brescia
11741
post-template-default,single,single-post,postid-11741,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Google Earth viaggia nel tempo su Android con Timelapse (ma attivarlo complesso)

Google Earth viaggia nel tempo su Android con Timelapse (ma attivarlo complesso)

Google Earth viaggia nel tempo su Android con Timelapse (ma attivarlo complesso)


Forse non tutti lo sanno, ma Google Earth offre una funzione che permette di viaggiare indietro nel tempo, affiancando una sequenza di immagini satellitari per tutto il globo che partono dal 1984 e arrivano fino ad oggi. Questa funzione si chiama Timelapse, e se siete curiosi di provarla subito e fare un tuffo nel passato, vi basterà seguire il link in VIA.

Al momento si tratta di una feature accessibile solo dalla versione browser di Google Earth, ma a quanto pare a Mountain View stanno lavorando per portarla anche sull’app Android. Anzi, in una forma embrionale è già stata integrata nel codice, e può anche essere attivata – sebbene la procedura non sia delle più semplici.

L’utente Twitter che ha condiviso la propria scoperta, infatti, afferma di aver attivato Timelapse intervenendo sulle “shared preferences” e modificandole. Qualora vi incuriosisse la procedura (vi sconsigliamo di replicarla, a meno che non siate pratici, e comunque a vostro rischio e pericolo), al link in FONTE trovate le istruzioni: per portarla a termine, comunque, occorre aver abilitato i permessi di root.

Rispetto all’interfaccia del sito, quella dell’app presenta numerose differenze – alcune delle quali, presumiamo, non intenzionali, come la presenza dei tasti per Street View e vista in 3D, che ovviamente non risultano fruibili con le immagini satellitari di repertorio. A cambiare è lo slider che consente la transizione tra gli anni, sia nella posizione (si trova in basso invece che in alto), sia graficamente (è ospitato da una barra nera e trasparente, e non semplicemente bianca). Ricordiamo che è già possibile, comunque, utilizzare Timelapse sul proprio smartphone: dal 2019 infatti è disponibile anche su dispositivi mobile, ma sempre tramite browser.

No Comments

Post A Comment