Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone | Web Agency Brescia
11919
post-template-default,single,single-post,postid-11919,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone


Arrivano uno dopo l’altro in questo periodo e spesso si tratta di smartphone che aggrediscono la fascia media, quella giustamente preferita dai consumatori per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Realme 8 Pro è un esempio perfetto della nuova generazione di medio-gamma con specifiche che guardano in alto e prezzi davvero allettanti.

Eccolo dopo l’ottimo successo della serie 7 e immaginiamo sia solo il primo della nuova famiglia, caratterizzato dalla dicitura “Pro” che qui viene declinata in una bel display AMOLED e in un comparto fotografico corazzato. Gli ingredienti ci sono tutti, vediamo come se l’è cavata durante lungo periodo di test.

INDICE

PRIME SENSAZIONI


Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone

Sto cercando di buttare giù questo paragrafo a breve distanza dallo “spacchettamento”, perché le prime impressioni alla fine sono quelle che contano e che vi fanno scegliere tra uno smartphone e l’altro quando li vedete affiancati sugli scaffali dei negozi.

Leggero, relativamente compatto, un po’ troppa plastica: queste sono le tre sensazioni dominanti nei primi minuti. Traducendo in numeri siamo su dimensioni di 160,6 mm x 73,85 mm x 8,12 mm in un peso di 176 grammi; policarbonato sul bordo e sulla back cover. Si tiene davvero molto bene in mano e mi dà l’impressione di poter resistere a più di qualche capitombolo, però la finitura posteriore non incontra proprio il mio gusto, è satinata e appare poco raffinata, con la scrittona “DARE TO LEAP” che completa l’opera.

Se proprio non vi piace la scritta c’è la versione Punk Black che è priva LINK PUNK BLACK

Non mi dispiace invece il gruppo ottico disposto su un quadrato con 4 obiettivi simmetrici tutti delle stesse dimensioni. Sporge appena dalla scocca, ma anche qui son gusti, inoltre inclusa in confezione troverete una cover in TPU che copre tutto e potrà proteggere lo smartphone fin da subito.

Sulla parte anteriore troviamo il display attorniato da una cornice lucida a protezione del vetro, su cui è preapplicata una buona pellicola in plastica. Il foro per la fotocamera anteriore si trova in alto a sinistra e le cornici sono mediamente sottili, un pochetto più spesso il “mento”.

La pellicola è applicata particolarmente bene, vi consiglio di non rimuoverla, io però l’ho fatto per valutare il trattamento oleofobico del vetro dato che nella scorsa generazione c’erano stati alcuni problemi. Bene, ho ottime notizie in tal senso: c’è ed è di ottima qualità.

DISPLAY E MULTIMEDIA

Il display AMOLED è di ottima qualità e molto luminoso, c’è stato un salto in avanti rispetto al predecessore. Soprattutto è interessante scoprire come Realme abbia deciso di gestire il software, lasciando libero l’utente di regolare diversi parametri. E’ infatti possibile impostare la temperatura del bianco e scegliere tra 3 profili colore: brillante (classico AMOLED molto acceso), vivace (spazio colore DCI-P3, equilibrato e naturale), delicato (sRGB).

Ottima quindi l’esperienza complessiva con questo schermo, che non sarà un 90/120 Hz, ma si riscatta abbondantemente lasciando giudicare i nostri occhi.

Completa il cerchio un unico altoparlante posizionato in basso, dotato di un buon volume anche se non molto profondo, c’è poi la sempre gradita porta jack audio.

SCHEDA TECNICA


Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone

Quando si parla di fascia media ogni singolo dato ha un peso, vediamo dunque cosa ci propone Realme 8 Pro:

  • Dimensioni: 160,59 x 73,85 x 8,12 mm
  • Peso: 176 grammi
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 720G
  • Memoria:
    • RAM: 6/8 GB LPDDR4X
    • ROM: 128 GB UFS 2.1 (espandibile)
  • Reti: 4G Dual SIM (due SIM + Micro SD)
    • GSM: 850/900/1800/1900 MHz
    • WCDMA: Banda 1/5/8
    • FDD-LTE: Banda 1/3/5/7/8/20/28
    • TD-LTE: Banda 38/40/41
  • Connettività:
    • NFC
    • Bluetooth 5.0
    • WiFi a/b/g/n/ac
    • GPS + GLONASS
  • Display: 6,4″ Super AMOLED FHD+, 20:9, 60 Hz
  • Sicurezza: lettore di impronte in display
  • Fotocamere:
    • Principale: 108 MP Isocell HM2 EIS
    • Ultrawide: 8 MP
    • Macro: 2 MP
    • Monochrome: 2 MP
    • Anteriore: 16 MP
  • Batteria:
    • 4500 mAh
    • Ricarica con cavo a 50 Watt

La prima considerazione è da fare sul processore: non cambia rispetto a Realme 7 Pro, c’è chi fa meglio (vedi Redmi Note 10 Pro) e chi fa molto meglio (Xiaomi Mi 10T Lite) su prezzi simili. Quando ho scritto questa recensione non erano ancora state svelate le specifiche di Poco X3 Pro e Poco F3, anche loro certamente saranno clienti scomodi.

Non mi sorprende il fatto che Realme abbia optato per una piattaforma 4G, sono sicuro che arriverà anche la versione 5G così come era successo lo scorso anno, però dal punto di vista freddo e analitico non mi entusiasma la scelta del processore e il fatto che la batteria sia leggermente sottodimensionata rispetto alla media dei competitor.

Dal punto di vista pratico le differenze tangibili tra un 720G e un 732G sono proprio poche, parliamo in ogni caso di piattaforme capaci di garantire ottime performance, però se si guarda ai numeri qualcuno potrebbe avere da ridire.

In realtà Realme 8 Pro si comporta benissimo, è sempre veloce e reattivo, senza particolari bug e malfunzionamenti. In questo bisogna fare i complimenti a Realme che ha fatto come si deve il suo lavoro, benché non si tratti di qualcosa di straordinario, negli ultimi tempi sta purtroppo diventando merce rara trovare smartphone ben ottimizzati al day one (Samsung, Redmi)

ESPERIENZA D’USO


Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone

Realme 8 Pro mi conferma il buon lavoro che sta svolgendo l’azienda cinese negli ultimi tempi. Dopo la famiglia Realme 7 anche con questo ultimo modello mi son trovato benissimo.

C’è una buona ricezione del segnale, in chiamata l’audio è pulito e il vivavoce ha un volume elevato, bene le regolazioni automatiche di luminosità e il sensore di prossimità, nessun problema con le varie connessioni e con Android Auto che non ha presentato alcun intoppo.

Prima di parlare del software chiamo in causa due aspetti non troppo convincenti che ho riscontrato, il primo è il feedback della vibrazione, peccato, non ci siamo in quanto a precisione e intensità; il secondo è il lettore di impronte digitali sotto il display che è veloce ma spesso mi ha richiesto il riposizionamento del dito per una seconda o terza scansione. Molti brand si ostinano a proporre questa soluzione sulla fascia medio-bassa ma i risultati non sono quasi mai all’altezza delle aspettative. Credo che concorderete con me che tra un sensore fisico e uno in display un po’ lento meglio di gran lunga il primo, anche perché non ci sono vantaggi reali nell’adottare un lettore in display in termini di praticità e sicurezza.

Bene la parte telefonica con due SIM + espansione di memoria, la ricezione del segnale telefonico è tra le migliori provate ultimamente e non ci sono incertezze sulla connettività WiFi, GPS e Bluetooth.

SOFTWARE

La Realme UI 2.0 ha un sapore di Android stock ma con tante nuove funzioni dedicate alla personalizzazione, alcune delle quali mutuate dalla Oxygen OS di OnePlus. Ad esempio la scheda “personalizzazioni” che racchiude diversi stili di icone, layout per la disposizione delle icone in home, animazione sul sensore di impronte per lo sblocco, schema colori, font e dimensioni UI, diverse forme per le icone dei quick toggle. Ho apprezzato molto anche le possibilità di regolazione della modalità scura, in cui è possibile attivare tre livelli di tono scuro, attivare la regolazione dello sfondo, delle icone, riduzione del contrasto e l’accento nero anche su app di terze parti.

Non manca la modalità AOD, in cui si può scegliere quali elementi visualizzare e programmare l’attivazione solo a determinati orari del giorno. Tante gesture particolarmente ben realizzate per la navigazione, gesti a scehrmo spento, riconoscimento dei movimenti per la riattivazione del telefono, risposta, passaggio ad auricolare, silenzioso. Tra le funzioni avanzate ci sono la registrazione dello schermo completamente personalizzabile e una barra laterale utile per contenere scorciatoie rapide ad app o funzioni.

All’interno di Realme Lab ci sono funzioni ancora in via di affinamento, troviamo il DC dimming, scorrimento fluido (immagino che aumenti virtualmente gli fps delle animazioni di scrolling) e Capsula per dormire (la traduzione è fuorviante) che rappresenta una sorta di modalità Zen di OnePlus in cui viene limitato l’uso dello smartphone nelle ore serali e notturne.

Infine si trovano voci interessanti in “altre funzioni della batteria”, per esempio il livello di performance dello smartphone, uno standby ottimizzato in cui vengono chiuse in modo più aggressivo le app in background a schermo spento, “congelamento rapido app” che limita i processi in background e “ricarica notturna ottimizzata” che regola la velocità di ricarica notturna in base alle nostre abitudini di sonno e sveglia in modo da allungare il più possibile la vita batteria.

A tutto ciò si aggiungono alcune app preinstallate, nessun bloatware e anzi, tutte utility ben realizzate come calcolatrice, orologio, musica, video, file manager e spazio gioco (questa con un bel po’ di opzioni per il miglioramento dell’esperienza in gaming).

AUTONOMIA

La batteria da 4500 mAh rende bene grazie alla grande ottimizzazione software, i due giorni pieni sono tranquillamente alla portata se si utilizza lo smartphone in modo normale.

In termini numerici siamo su circa 7 ore di display attivo, davvero niente male. E poi c’è la ricarica ultra rapida SuperDart a 65 Watt con caricabatterie fornito in confezione (lo smartphone accetta fino a 50 Watt) che in poco più di mezz’ora riesce a ricaricare completamente lo smartphone.

FOTOCAMERE


Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone

Realme 8 Pro è dotato di un buon pacchetto fotocamere, principale da 108 MP, ultrawide, macro e monochrome. In particolare mi sono soffermato sulla 108 MP, senza dubbio la più interessante delle 4, con sensore ISOCELL HM2, lo stesso di Redmi Note 10 Pro.

Le foto in condizioni di luce buone sono molto buone. C’è qualche incertezza nella gestione delle alte luci, con un’esposizione sempre orientata all’appiattimento delle ombre, con conseguente sovraesposizione delle zone molto illuminate. Si riscontra anche una tendenza alla sovrasaturazione dei colori, con un po’ di rumore sulle tinte già di per sé accese (vedi colore azzurro del cielo), ma complessivamente non ci si può affatto lamentare considerando il posizionamento del device.

Con la modalità a 108 MP il livello di dettaglio aumenta esponenzialmente e permette di ottenere foto da fascia superiore, purtroppo aumenta contestualmente anche qualche aberrazione cromatica, nuovamente in corrispondenza delle aree più illuminate. Sto cercando il pelo nell’uovo, sia chiaro ma anche su questa fascia di prezzo il livello è ormai abbastanza alto.

Di notte arrivano le sorprese, contrariamente alle mie aspettative non c’è un calo e anzi, Realme 8 Pro riesce proprio nelle condizioni difficili ad emergere rispetto alla concorrenza, merito di una modalità notturna particolarmente efficace anche con pochissima luce.

Visualizza a Schermo Pieno

I selfie non mi sono piaciuti un granché, nonostante la buona risoluzione la qualità dell’immagine lascia un po’ a desiderare, anche riprendendo in buone condizioni di luminosità. Si possono volendo realizzare ritratti con effetto bokeh simulato e ci sono a disposizione moltissimi effetti di miglioramento del viso.

Realme 8 Pro può realizzare video in FullHD a 30 e 60 fps o in 4K a 30 fps. Sfruttando la massima risoluzione o i 60 fps non è possibile usare la ultra grandangolare, è disponibile poi una modalità super steady che usa proprio la grandangolare per migliorare la stabilizzazione digitale.

La qualità delle immagini è scarsa in FullHD nonostante una buona stabilizzazione, in 4K invece si sale notevolmente ma bisogna rinunciare parzialmente alla stabilizzazione. Ho visto un miglioramento rispetto alla linea Realme 7 ma il lavoro da fare è ancora molto.

Una nota sulla Google Camera, sicuramente per alcuni rappresenta una possibilità in più per tutti gli smartphone per riuscire a migliorare le prestazioni.

Ho provato con alcune delle moltissime varianti ma non ne ho trovate di funzionanti, certamente però è solo questione di tempo.

IN CONCLUSIONE


Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone

Realme 8 Pro è il classico smartphone che mi sentirei di consigliare a tutti, staccandoci un attimo dalle specifiche (che comunque sono a fuoco) e dal design (che personalmente non mi fa impazzire) si tratta di un prodotto che non mi ha mai dato un solo problema, è affidabile, veloce, realizza buone foto, la batteria è eccellente, si ricarica in un attimo e costa poco.

Realme sta lavorando egregiamente a mio parere e su questo 8 Pro ci sono tutti i punti chiave che l’azienda sta mettendo in campo per conquistare la sua fetta di torta. Ben fatto!

Il prezzo di listino ufficiale è di 279 Euro nella variante 6/128GB e 299 Euro per la 8/128GB. In promo di lancio i prezzi saranno però di 259 Euro e 279 Euro rispettivamente, in esclusiva su Amazon.it da oggi fino al 30 marzo.

VIDEO

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone realme 8 Pro Smartphone, Ultra Quad Camera da 108 MP, Display Super AMOLED da 16,3 cm (6,4″), Ricarica SuperDart da 50W, Grande batteria da 4.500 mAh, Dual Sim, NFC, 6+128GB, Punk Black

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone realme 8 Pro Smartphone, Ultra Quad Camera da 108 MP, Display Super AMOLED da 16,3 cm (6,4″), Ricarica SuperDart da 50W, Grande batteria da 4.500 mAh, Dual Sim, NFC, 6+128GB, Infinite Blue

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone realme 8 Pro Smartphone, Ultra Quad Camera da 108 MP, Display Super AMOLED da 16,3 cm (6,4″), Ricarica SuperDart da 50W, Grande batteria da 4.500 mAh, Dual Sim, NFC, 6+128GB, Infinite Black

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone realme 8 Pro Smartphone, Ultra Quad Camera da 108 MP, Display Super AMOLED da 16,3 cm (6,4″), Ricarica SuperDart da 50W, Grande batteria da 4.500 mAh, Dual Sim, NFC, 8+128GB, Punk Black

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone realme 8 Pro Smartphone, Ultra Quad Camera da 108 MP, Display Super AMOLED da 16,3 cm (6,4″), Ricarica SuperDart da 50W, Grande batteria da 4.500 mAh, Dual Sim, NFC, 8+128GB, Infinite Blue

Recensione Realme 8 Pro: AMOLED e 108 MP ad un prezzone realme 8 Pro Smartphone, Ultra Quad Camera da 108 MP, Display Super AMOLED da 16,3 cm (6,4″), Ricarica SuperDart da 50W, Grande batteria da 4.500 mAh, Dual Sim, NFC, 8+128GB, Infinite Black

No Comments

Post A Comment