Mercato TV: vendite in aumento nel 2021, priorit a OLED e ampie diagonali | Web Agency Brescia
11960
post-template-default,single,single-post,postid-11960,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Mercato TV: vendite in aumento nel 2021, priorit a OLED e ampie diagonali

Mercato TV: vendite in aumento nel 2021, priorit a OLED e ampie diagonali

Mercato TV: vendite in aumento nel 2021, priorit a OLED e ampie diagonali


Le vendite di TV nel 2021 aumenteranno del 3,1% rispetto allo scorso anno, per un totale di 223 milioni di unità. I numeri sono stati forniti dagli analisti di TrendForce nell’ultimo rapporto redatto sulle previsioni per l’anno in corso. Tra i fattori trainanti vengono citati due importanti eventi sportivi: le Olimpiadi di Tokyo ed Euro 2020, entrambi rimandati al 2021 a causa della pandemia. Da sempre a questo tipo di manifestazioni corrisponde un incremento nelle vendite di televisori. Sussistono però anche alcune criticità: i prezzi sono in aumento a causa di due fattori concomitanti. Il primo è costituito dalla mancanza di circuiti integrati (che sta colpendo non solo il mercato TV ma l’elettronica in generale) mentre il secondo è rappresentato dall’incremento del costo dei pannelli LCD causato da una domanda in sensibile aumento, tanto che sia LG sia Samsung hanno rimandato la chiusura degli stabilimenti in Corea.

Per esemplificare la tendenza in corso viene portato l’esempio dei pannelli LCD da 32″: i prezzi sono aumentati costantemente sin da giugno 2020 fino a raggiungere un picco del 134%. Il fenomeno appena descritto ha avuto effetti anche sui produttori: i fornitori di pannelli stanno infatti dando priorità ai grandi marchi poiché questi ultimi piazzano generalmente ordini regolarmente e in grandi quantità. Non stupisce quindi che già a fine 2020 i primi cinque produttori al mondo, Samsung, LG, TCL, Hisense e Xiaomi, abbiano ottenuto una quota di mercato combinata superiore al 60%; la previsione per il 2021 vede il dato ancora in crescita al 62%.

Per quanto riguarda le dimensioni dei televisori, TrendForce sostiene che l’attenzione si sposterà ancora di più verso i tagli più grandi. La fascia composta dai modelli con diagonale dai 55″ a salire rappresenterà il 20% del totale mentre quella dai 60″ in su raggiungerà il 17,7%, il picco più alto mai registrato (+3,3% anno su anno: in precedenza il dato si è generalmente attestato a un +1–2%). A livello di tecnologie gli LCD si dovranno confrontare con il già citato aumento dei prezzi relativi ai pannelli. Gli analisti pensano che i produttori rivedranno gradualmente al rialzo i listini in modo da poter mantenere i propri profitti; ci vorrà comunque tempo prima che il mercato si riassesti ed è per questo motivo che si stima una crescita più limitata dei margini nel secondo trimestre del 2021.

A trarre beneficio dall’attuale situazione è la tecnologia OLED: un pannello OLED Ultra HD da 55% costava circa 4 volte più di un LCD equivalente all’inizio del 2020. La forbice si è progressivamente ridotta passando a 2,9 volte in più alla fine del 2020 e a 2,2 volte in più nel primo trimestre 2021. C’è poi da considerare il consistente ampliamento della capacità produttiva: lo stabilimento LG Display Gen 8.5 di Guangzhou permetterà di portare sul mercato 6,76 milioni di pannelli nel 2021 (secondo TrendForce), il 72% in più dello scorso anno, quando per lungo tempo ha operato solo lo stabilimento di Paju in Corea. Per questi motivi si ritiene che la gamma OLED diventerà una priorità strategica nell’offerta di molti marchi per il segmento premium.

No Comments

Post A Comment