Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch | Web Agency Brescia
11995
post-template-default,single,single-post,postid-11995,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch

Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch

Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch


Nella recensione di Realme 8 Pro vi abbiamo parlato di un particolare aspetto del dispositivo che, a nostro parere, è capace di fare la differenza ben più di specifiche roboanti: il software.

La Realme UI 2.0 basata su Android 11 è ciò che mi è piaciuto di più del prodotto, ma non si tratta solo di funzioni, c’è anche stabilità, affidabilità e un’ottimizzazione che consente a Realme 8 Pro di girare sempre al meglio. Con questo approfondimento vogliamo dunque fare il punto su questa interfaccia personalizzata, valutarne tutti i pregi e le possibile migliorie.


Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch




Android
24 Mar



Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch




Android
18 Feb


Prima di tutto cominciamo dalla versione di Android, la 11, con patch di sicurezza aggiornate a febbraio 2021. Bene, anche se Realme dovrebbe un po’ migliorare con gli aggiornamenti sugli entry level, mentre se la cava già piuttosto bene con i prodotti di fascia superiore della linea X.

Su questo punto comunque si intravede già uno dei motivi per cui sto apprezzando il lavoro di Realme: nel tempo la capacità di aggiornare tempestivamente i dispositivi è sempre cresciuta, non è più una lacuna come avveniva giusto un paio di anni fa e ciò è indice di un’azienda in crescita.

DESIGN STOCK


Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch

I gusti son gusti, chiaro, però dobbiamo dire che apprezziamo molto la commistione tra look simil stock e numerose possibilità di personalizzazione (che poi sono anche il bello di Android). E’ sorprendente il salto qualitativo che c’è stato rispetto alle prime versioni della ColorOS (su cui è basata la Realme UI), sgraziate e lontane dai gusti occidentali.

A partire dal launcher sono disponibili davvero molte opzioni per personalizzare la grafica, dalle icone (anche di terze parti), alle gesture per espandere la tendina delle notifiche, standby e risveglio. Già preinstallati decine di sfondi statici e dinamici.

Il centro notifiche è quasi uguale a quello di Android in versione pura, con la differenza però che è possibile personalizzare la forma delle icone e il colore base. Queste impostazioni sono racchiuse in una scheda in cui è anche possibile scegliere l’animazione per il sensore di impronte digitali, il font di sistema e i set di colori delle parti di sistema (set preimpostati o completamente personalizzabili).

A differenza della maggior parte delle UX, qui non si possono applicare temi ma già di default è possibile personalizzare ogni aspetto del sistema in base al proprio gusto. Ci piace che tutte queste voci non creino inutile confusione, sono tutte racchiuse nella scheda personalizzazioni lasciando i menù ben ordinati.

UNA MAREA DI FUNZIONI


Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch

Delle personalizzazioni abbiamo già detto, ci sono però tante altre funzionalità attivabili a discrezione dell’utente.

Il tanto richiesto Always On Display è presente e può essere attivato secondo tre modalità: sempre attivo, programmato, risparmio energetico (si attiva a tempo e mai con batteria sotto il 10%), in tutti i casi possiamo visualizzare ora, data, batteria residua e icone delle notifiche in arrivo. Purtroppo non è possibile sbloccare lo smartphone entrando direttamente nell’app che ha generato la notifica e non ci sono contatori di notifica in corrispondenza delle icone, può essere uno spunto di miglioramento per le prossime versioni.

Addentrandoci nelle impostazioni di sistema troviamo le funzionalità legate al display: c’è la modalità scura di cui è possibile scegliere l’intensità su tre diversi livelli, viene offuscato leggermente anche lo sfondo, cambia il colore delle icone e viene diminuito il contrasto, senza scordare poi la forzatura per le app di terze parti che non dispongono di un tema scuro. Non quindi una semplice modalità dark ma una serie di setting ben più completi, particolarmente gradevoli tra l’altro su uno schermo AMOLED come quello di Realme 8 Pro.

Non manca anche il comfort visivo, spesso anche chiamato modalità di lettura, di cui si può scegliere orario di attivazione e temperatura del bianco. Sempre a proposito di schermo ci è particolarmente piaciuta la calibrazione del display preimpostata su 3 profili: brillante, vivace e delicata. Delle tre quella più equilibrata è “Vivace”, che sfrutta lo spazio colore DCI-P3.

Per quanto riguarda la parte relativa alla privacy sono presenti diversi accorgimenti interessanti: è possibile attivare una password globale diversa da quella per lo sblocco del telefono e volendo associarla al riconoscimento dell’impronta, con la password di privacy è poi possibile nascondere determinate app dal drawer, bloccarle, oppure sfruttare una cassaforte in cui inserire file di ogni tipo che si vuole rimangano privati.

Utile anche lo “spazio bambini”, in cui è possibile scegliere un timer di utilizzo, bloccare la rete mobile e bloccare determinate app. Automaticamente a tutte le app verrà impedito di accedere ai pagamenti e non è possibile modificare le impostazioni di sistema.

Nella scheda “suono e vibrazione” possiamo controllare i feedback di sistema attivando o disattivando feedback sonori e vibrazione per diverse funzioni, c’è poi il set di funzioni “Tecnologia Real Sound” che consente di impostare diversi profili di equalizzazione in cuffia.

Tralasciando poi molte delle voci del menù impostazioni che son quelle comuni a tutti gli smartphone Android, finiamo sulla scheda “Strumenti pratici” dove sono racchiuse la maggior parte delle funzioni avanzate della Realme UI 2.0. Qui è possibile scegliere tra navigazione con gesture o tramite tasti virtuali, attivare la modalità ad una mano con uno swipe verso il basso sulla “pillola” di navigazione; su “gesti e movimenti” troviamo i gesti a schermo spento, di base sono 4 (doppio tap, O, V, controllo musica) a cui si può aggiungere altri gesti personalizzati, tra i movimenti riconosciuti c’è il solleva per attivare, rispondi a chiamata avvicinando telefono all’orecchio e silenzia le chiamate voltando il telefono con schermo in basso.

Troviamo poi due tool completissimi per realizzare screenshot e registrazioni schermo, in cui possiamo regolare un’infinità di parametri per l’acquisizione. Non manca poi la funzionalità multitasking con schermo diviso attivabile con uno swipe con tre dita verso l’alto.

Barra laterale intelligente è una piccola barretta (personalizzabile nella grafica) che compare con uno swipe in un punto specifico scelto dall’utente e contiene scorciatoie per app e per azioni, anche qui chiaramente personalizzabili.

Chiudiamo con le note interessanti sulla scheda batteria, qui manca il grafico classico di scarica ma ci sono altre informazioni utili: tempo di display attivo, tempo totale di attività, tempo rimanente stimato. Si può gestire app per app il comportamento in background, optando per una chiusura aggressiva per risparmiare batteria.

Non è tutto perché sulle impostazioni avanzate abbiamo ulteriori possibilità come la modalità prestazioni che regola il comportamento del processore su tre possibili livelli di potenza, lo Standby ottimizzato che permette di risparmiare batteria quando il telefono non è in uso (anche qui possiamo scegliere due gradi di attivazione), congelamento rapido app che permette di “ibernare” le app che non si usano spesso e “Ricarica notturna ottimizzata” che prolunga la vita della batteria evitando il sovraccarico nelle ore notturne.

LE APP


Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch

Realme non preinstalla moltissime applicazioni, giusto quelle di base: registratore vocale, bussola, orologio, calcolatrice, clona telefono (migrazione del vecchio telefono), meteo. Ci sono poi le app per la gestione dei file, musica e video, a cui si aggiungono “gestione telefono” e “spazio gioco”, la prima per tenere sotto controllo la buona operatività del telefono e la seconda per aggiungere alcune funzionalità pensate per i giocatori (blocco luminosità, avvio rapido, blocco chiamate e notifiche, aumento prestazioni).

Infine parliamo dell‘app fotocamera, facile da usare ma ricca di possibilità. In prima funzione troviamo la modalità notte, video, foto, ritratto, 108MP (per i prodotti che lo prevedono) e altro, qui ulteriori modalità di scatto come time lapse, modalità pro (con anche il RAW), cielo stellato, panorama e molto altro. Sempre disponibile il controllo per il flash, il riconoscimento delle scene, timer, filtri, HDR e impostazioni aggiuntive. Da sottolineare che per la fotocamera frontale sono disponibili 8 effetti di miglioramento del viso che vanno dalla correzione della forma di viso e occhi , al ritocco della pelle.

IN CONCLUSIONE


Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch

La Realme UI 2.0 è attualmente una delle più complete interfacce personalizzate nel mondo Android e anche una delle meno conosciute. E’ migliorata nettamente negli ultimi mesi e ultimamente sta mettendo a posto il discorso aggiornamenti, insomma, una realtà che sta assumendo un ruolo sempre di maggior importanza nell’ambito degli smartphone del robottino verde.

REALME 8 PRO (IN PROMO FINO A DOMANI, 30 MARZO)

Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch realme 8 Pro Smartphone, Ultra Quad Camera da 108 MP, Display Super AMOLED da 16,3 cm (6,4″), Ricarica SuperDart da 50W, Grande batteria da 4.500 mAh, Dual Sim, NFC, 6+128GB, Punk Black

Realme UI 2.0 fa la differenza su Realme 8 Pro: ecco perch realme 8 Pro Smartphone, Ultra Quad Camera da 108 MP, Display Super AMOLED da 16,3 cm (6,4″), Ricarica SuperDart da 50W, Grande batteria da 4.500 mAh, Dual Sim, NFC, 8+128GB, Punk Black

VIDEO

Realme 8 Pro disponibile online da Unieuro a 299 euro.

(aggiornamento del 29 marzo 2021, ore 19:29)

No Comments

Post A Comment