Nokia, addio ad Android stock? HMD si attrezza per un'interfaccia personalizzata | Web Agency Brescia
12095
post-template-default,single,single-post,postid-12095,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

Nokia, addio ad Android stock? HMD si attrezza per un’interfaccia personalizzata

Nokia, addio ad Android stock? HMD si attrezza per un'interfaccia personalizzata

Nokia, addio ad Android stock? HMD si attrezza per un’interfaccia personalizzata


All’alba del mercato degli smartphone, quando iPhone si era appena affacciato sulla scena e si apprestava a rivoluzionarla, Nokia costituiva non solo uno dei marchi più forti del panorama mobile, ma anche uno dei quattro poli per quanto riguarda il sistema operativo: stiamo parlando di Windows Mobile di Microsoft, PalmOS di Palm, iOS di Apple e infine Symbian di Nokia.

Da allora ne è passato di tempo, e questa pluralità estesa si è semplificata riducendosi alla dicotomia tra il mondo del robottino e quello iOS: i prodotti Nokia in questo senso sono stati un riferimento, nel corso degli anni, per chi cercava un’esperienza Android “pulita”, vicinissima alla concezione originale di Google.

Le interfacce personalizzate non sempre sono riuscitissime, ma negli ultimi tempi stiamo assistendo ad una crescita generale che non riguarda più solo i marchi di punta: non a caso la settimana scorsa vi abbiamo parlato dei passi da gigante fatti da Realme con la versione 2.0 della propria UI. Oltre ad estendere le possibilità del sistema operativo, le UI proprietarie hanno anche il compito di calare nei dispositivi l’identità del brand, offrendo un’esperienza diversa dalle altre.

E ora sembra che HMD Global, proprietaria del brand Nokia, possa avere intenzione di sviluppare un’interfaccia proprietaria per Android, mettendo da parte quindi uno dei trattati distintivi dei propri prodotti, ovvero l’offerta di un’esperienza quasi stock del sistema operativo.

L’indizio arriva da un annuncio su LinkedIn pubblicato proprio da HMD, riguardante la ricerca di un “User Experience Designer” che si occupi di elementi come il design del menu, delle schede, dei widget, e in generale di un linguaggio grafico originale e coerente: insomma, tutte mansioni che sembrano puntare dritte in una direzione.

Non necessariamente, però, stiamo parlando di una skin targata Nokia per Android: il lavoro infatti potrebbe riguardare solo alcune app proprietarie, restando quindi nel solco del programma Android One. Ad esempio, sugli smartphone Nokia attuali già l’app della fotocamera e quella “My Phone” sono proprietarie.

D’altra parte, è possibile che Nokia abbia deciso di seguire la scia degli altri brand leader del mercato o in forte ascesa, cominciando a pensare ad un’interfaccia personalizzata che incarni e comunichi l’identità del marchio: tra soli due giorni, durante l’evento dell’8 aprile, sapremo di più sui prossimi smartphone, ma difficilmente tra le novità che stanno per essere annunciate possiamo aspettarci già questa eventuale rivoluzione dell’UI, che anche nel caso si rivelasse autentica starebbe al momento ancora in una fase di gestazione, a quanto sembra.

No Comments

Post A Comment